Zirp4eva !

Pubblicato il 24 Giugno 2010 da Veronica Baker

Housing starts remain at a depressed level. Financial conditions have become less supportive of economic growth on balance, largely reflecting developments abroad.

The Committee anticipates a gradual return to higher levels of resource utilization in a context of price stability, although the pace of economic recovery is likely to be moderate for a time.

Zirp4Eva,Zirp4Eva !

Questo è il nuovo rap , lanciato dalla nuova band internazionale , dal nome esotico : Uncle Ben’s Friends ( or Federal Reserve ).

Una band che suona all’unisono sempre lo stesso spartito , con la sola eccezione del sempre più solo Thomas Hoenig , l’unico ad avere capito come finirà la storia  :

….continuing to express the expectation of exceptionally low levels of the federal funds rate for an extended period was no longer warranted because it could lead to a build-up of future imbalances and increase risks to longer-run macroeconomic and financial stability.

La reazione del mercato a questo comunicato del FOMC ?
La solita :

12 punti in un minuto e ripartenza dei mercati ( e dell’ € contro $ , naturalmente ) , anche se poi in seguito la spike si è parzialmente smorzata …

Mentre in precedenza c’è stato l’ennesimo intervento della SNB – che invero non mi aspettavo , a sostegno dell’€ contro CHF :

Zerohedge ha ironicamente commentato il fatto in questo modo :

Is the SNB now buying CHF in an attempt to undo all its prior interventions, knowing full well we are approaching game over time ?

Credo che la direzione dell’€/CHF sia una delle poche cose certe del mercato in questo momento, in effetti….

E per altro, quale mai poteva essere la reazione ad una news del genere :

Greece CDS Blows Out, Approaches Record Wides Again; Portugal Sells 5 Year Debt At Massive Spread.

Naturalmente questa :

Nel frattempo, la vendita di nuove case negli USA raggiunge un nuovo record negativo, ed il T-Bonds 10yr fa un nuovo minimo annuale.

Mentre il Nasdaq continua sostanzialmente a tenere , e non certo a sorpresa, dato che oramai AAPL pesa più del 20% della capitalizzazione , un fatto questo da non dimenticare mai, visto che Apple continua incessantemente a fare nuovi massimi assoluti .

Come dire : finchè c’è Apple c’è speranza,anche se continua ad essere costante il deflusso di fondi dall’azionario :

You cannot copy content of this page