Voci dal sottoscala (2020)

Pubblicato il 29 Dicembre 2020 da Veronica Baker

Riempi il tuo foglio coi respiri del tuo cuore.

William Wordsworth


Voci dal sottoscala

La posta dei lettori.


Febbraio 1, 2020


Visitando il tuo sito mi sento come un sub che esplora le profondità del mare e scopre meraviglie mai viste prima.
Ed il fascino supera il senso di smarrimento.

Eppure questo blog è davvero incantevole.
Saranno i disegni, i colori, oppure le storie che racconti ?

Non ti stancare di questo blog, leggerti è un piacere.

Tiziana

Lo scopo di questo blog

Lo scopo di questo blog
Fare riflettere…

Di questo blog non mi stancherò mai.
Cerco di scrivere pensieri esattamente come mi passano per la mente, raccontati a volte in modo un po’ naif ed un po’ enigmatico.

Ma riflettendo solo per un attimo si capisce sempre a chi o a che cosa mi riferisco.

Ed in fondo, questo è lo scopo del blog.
Fare riflettere.

Virtù che oggi si sta lentamente perdendo.

Infatti – come ripeto spesso – è molto più facile assimilare passivamente ciò che viene raccontato dalla massa piuttosto che fare una critica personalizzata a tutto ciò che ci circonda.

Ciao ed a presto!

Veronica


Febbraio 13, 2020


Troppa seriosità

Sono d’accordo con te, il panorama dei blog spesso è troppo serioso , talvolta supponenti, troppo seri e con un linguaggio molto pesante…un po’ più di ironia spesso non guasta mica !

Giulio


La cosa più impressionante è che non si rendono conto davvero di vivere in un altro mondo.
Ma per loro invece no.
Continuano a credere di essere nella ragione in qualunque situazione e – soprattutto – si rinchiudono sempre di più a fare quadrato su se stessi.

Ed i risultati sono sotto gli occhi di tutti.

Veronica


Febbraio 16, 2020


Asimmetria sempre più marcata

Se intorno ad un tavolo ci sono dieci persone affamate e solo uno ha il piatto pieno e mangia avidamente, cosa succede ?
Che gli affamati vanno da lui e chiedono di condividere il desco.

Se questi nega, il companatico se lo prendono.

E se questi resiste ?
Si finisce a mazzate !

Claudio


Il mondo attuale assomiglia troppo al Monopoli, dove se possiedi Viale dei Giardini e Parco della Vittoria più qualche altra proprietà sparsa nel tavoliere vinci senza alcuna possibilità di resistenza perchè possiedi una rendita di posizione eccezionale.

Nel mondo reale le società assumono sempre di più un regime di oligopolio ed hanno trovato negli anni alleati preziosi soprattutto nel mondo politico per rendere sempre più dominante e sempre più profittevole la loro posizione di dominio.

Oggi solo i top-manager ed i grossi industriali hanno un’alta capacità di risparmio.
Questo a causa del processo di EcoAnemia che ogni giorno che passa si rafforza sempre di più.

Gli altri soccombono sotto altissimi oneri fiscali, erodendo sempre di più il loro capitale.

Una asimmetria sempre più marcata.

Veronica


Maggio 12, 2020


Nel tuo blog ci sono parti in cui il malessere (e talvolta il desiderio) sono talmente forti che prendono alla gola…che non ho potuto non piangere.
Le tue parole trasmettono sempre l’impossibilità di comunicare della società contemporanea e l’incapacità di comprendere che hanno…beh, quasi tutti gli altri.

Noi siamo lì, con la mente che brucia, non capiamo…

GT


Voci dal sottoscala
Molto spesso siamo dei libri stampati…

Ho sempre cercato di venire incontro agli altri.
Aiutando a comprendere il perchè delle mie sofferenze.
Dei miei tormenti passati.
Argomenti certamente non facili da comprendere.

Spesso siamo dei libri stampati.
Molti dei nostri comportamenti sono assai ricorrenti.

Ed è, talvolta, semplice comprendere intimamente certe situazioni, certi possibili traumi, certe ragioni intrinseche del nostro modo di essere.
Siamo persone diverse, però.
Pur facendo parte di uno stesso insieme.

Ed i nostri comportamenti, ovviamente, riflettono le nostre diversità.
Tutto questo è assolutamente naturale.
Naturalmente, anche il nostro modo di pensare ne viene influenzato.

Così come le nostre compagnie e le nostre amicizie.

Nature loves variety.
Unfortunately, society hates it.

Milton Diamond

Il mio segreto

Ecco, qui arriviamo al punto fondamentale.
Io da sempre credo nello scambio di idee, di cultura fra le diverse anime.
Questo è da sempre il mio credo.
Ed è il percorso che ho seguito nel corso di tutta la mia vita.
Pur sapendo che da sempre faccio parte io stessa di una minoranza.

Ecco, io non mi sono mai chiusa.
Al contrario mi sono sempre aperta al mondo intero.

Io non mi sono mai nascosta.
Non ho mai avuto paura del giudizio degli altri.
Semplicemente mi sono sempre presentata per quella che sono.

Voci dal sottoscala
E questo vale per qualunque ambito…

Amo la diversità.
Di culture, di idee.
E questo vale per qualunque ambito.

Una entità chiusa nei confronti dell’esterno, totalmente impermeabile agli altri, porta in sé il germe dell’intolleranza e del sentimento ostile.
Di esempi se ne trovano a decine in ogni parte del mondo ed in ogni ambito.

Esempi, a mio avviso, tutti negativi.
Che storicamente hanno sempre portato a tensioni prima e violenti scontri dopo.

In questo modo ho semplicemente reso facile la comprensione di un problema che all’apparenza non lo è affatto.
Ma che se affrontato in modo sereno viene compreso molto più facilmente.

E qui sta il punto.
La maggior parte della gente sa benissimo delle problematiche cui andiamo incontro.
Non è vero che non ne sono a conoscenza.

Ma non giustificano affatto certi atteggiamenti di sfida.
Anche perché non dobbiamo mica sfidare nessuno.

Forse questo è il mio segreto.

Veronica


Giugno 25, 2020


Una mente troppo chiusa

Sei davvero pericolosa.
Palesemente contro il nostro movimento progressista.
Noi lavoriamo per sradicare dal mondo le persone come te.

LCC


Hai una mente troppo chiusa.

Tocca ripetermi ancora.
False dicotomie e soprattutto falsi opposti :

Si creano (spesso a tavolino) ideologie contrapposte da fare scontrare fra di loro.
In cui ogni fazione pensa “o sei con noi o sei contro di noi”.

La creazione di ideologie opposte impedisce infatti alla gente di avere un’idea veritiera della storia, del presente, delle tematiche ambientali.
In parole povere la “compartimentalizzazione delle informazioni” serve a celare informazioni potenzialmente pericolose in un mondo dove mantenere un segreto diventa sempre più difficile.

Voci dal sottoscala
False dicotomie e soprattutto falsi opposti…

Ne consegue che in questo momento (o forse da sempre ?) stai sprecando il tuo tempo inutilmente.
Sfogando la (tua) rabbia repressa in inutili schermaglie.

Forse un giorno comprenderai che occorre unirsi anzichè dividersi.
In questo modo le forze in gioco diventerebbero ben presto una sola, unica ed inarrestabile.

Al contrario ti illudi a credere che la soluzione al problema del dissenso (crescente) alle tue insane idee sia la soppressione di tutti coloro che non la pensano come te.

No, non funziona così il mondo.

Mi dispiace.

Per quanto mi riguarda, se avessi letto bene il mio blog, avresti compreso che già tantissimi anni fa ho deciso di lasciare a te ed ai tuoi amichetti il mondo “giusto e pulito” che desideri tanto.

Eventualmente cambiare pure professione.
Rinunciare addirittura ad avere un conto in banca.
Andare a vivere in una foresta vergine, insieme alle popolazioni indigene locali.

Ma non rinuncerò mai alla mia libertà.
Perchè non sono di proprietà di nessun governo del mondo.

Voci dal sottoscala
Ma non rinuncerò mai alla mia libertà…

Chissà, forse ho semplicemente avuto la fortuna di avere una mente più aperta della tua.

E soprattutto di avere compreso come funziona un modello ciclico (che ho imparato a consultare prima ed a utilizzare dopo) che espone l’ordine nascosto dei fatti che succedono apparentemente in modo casuale.

La storia è ciclica.
E quindi si ripete sempre.

Esattamente come il comportamento umano.
Nei secoli sempre il medesimo.

Una volta che si comprende questo concetto, il più è compiuto.

Tu invece molto probabilmente non ci riuscirai mai.
Hai una mente troppo chiusa.

Che ti impedisce di vedere il mondo esattamente com’è.

E credi che tutto succeda grazie all’intervento dei tuoi beniamini che seguono fedelmente le indicazioni del “Club”.

Ovviamente i membri del “Club” degli eletti non sono mica contenti di sapere che l’Intelligenza Artificiale afferma che questa volta il loro tonfo sarà storico.

Non ci credono proprio.

Perchè sono convinti da sempre di essere più forti sia della natura, sia della interà umanità.

Perseguendo le singole individualità in nome di una mediocrità globale sempre più diffusa.
Che però – ovviamente – è unicamente loro.

Veronica


Giugno 27, 2020


Individualità

Io credo che nonostante i disastri del passato la via migliore da percorrere sia quella delle aziende pubbliche, e se poi mi è concesso di sognare…una federazione terrestre in stile Star Trek, dove il denaro è abolito e si lavora solo per la gioia di poter dare il proprio contributo al progresso, non mi dispiacerebbe affatto !

Ad ogni modo penso si dovrebbe rivedere la concezione del “lavoro” e dell’ “alienazione” che esso comporta (Marx è sempre attuale !).

Andy


Voci dal sottoscala
Altri desiderano mettersi in gioco sempre in nuove attività…

Chi appoggia le insane idee marxiste generalmente non possiede alcun senso della libertà.
Ed ovviamente non sa dialogare con chi ha una idea diversa dalla sua.

Non ha minimamente rispetto per la natura umana.
E soprattutto per le individualità.
Considerandoci a torto tutti uguali.

Mi spiace carissimi marxisti.
Ma non siamo tutti identici nel mondo.
E non ci faremo certo omologare alla massa.

Ci sono ladri nel mondo, certo.
Ma ci sono persone oneste, pure.

Ci sono donne che non oserebbero mai mettersi in bikini.
Altre invece che non hanno alcun problema a vendere il loro corpo.

Alcuni non hanno voglia di lavorare.
Mentre altri desiderano mettersi in gioco sempre in nuove attività.

Alcuni sono pantofolai tanto da rimanere sempre a casa in poltrona.
Altri invece non possono fare a meno di avere un’intensa attività fisica e di fare sport tutti i giorni.

E così via.
La natura umana è differente da individuo ed individuo.



Questo proprio non siete in grado di capirlo in nessuna maniera.

Ogni persona ha – almeno in teoria – il diritto di fare della propria vita ciò che desidera, a patto naturalmente di non infrangere il minimo diritto altrui.
Ma non sempre è possibile.

Purtroppo decisamente spesso ci si scontra con persone che hanno una strana concezione del significato di “altrui”.
C’è infatti chi, pur non avendone alcun diritto, ama insinuarsi abusivamente e prepotentemente nelle pieghe della vita degli altri, tentando di condizionarle secondo i canoni del tutto arbitrari della sua filosofia, spesso non corrispondente alle esigenze di alcuno se non alle proprie.

La differenza fra me e voi è che sono una liberale.
Rispetto il fatto che non siamo tutti uguali nel mondo.

Con idee diverse, storie di vita diverse, etnie diverse.
Rispettare le diversità non significa rendere tutti uguali, miseri e poveri, comandati da una casta di eletti cui tutto è concesso e tutto è possibile.

Per rendere il mondo migliore non c’è bisogno di creare dogmi che limitino le scelte individuali o che le indirizzino verso specifiche concezioni esistenziali.
Regole sono ovviamente necessarie per evitare un’anarchia totale.

Soprattutto non ho mai imposto le mie volontà agli altri.
Ho sempre e comunque lasciato la libertà di scelta e di espressione.

Voci dal sottoscala
Mi spiace, ma ancora una volta per voi finirà molto male…

Perchè sono una persona davvero democratica.
Al contrario vostro, che avete raccontato favolette per anni.

Ma una cosa è certa.

Non tutte le persone saranno disposte a rimanere in casa a vegetare guardando la tv senza lavorare mai.
Invece per voi a priori tutti noi “great unwashed” siamo dei fannulloni scansafatiche che non hanno voglia di fare niente.

E che quindi la maggioranza del popolo debba accontentarsi di un ben misero reddito di base garantito rimanendo a casa ad ammuffire.

In attesa di essere eliminati.

Mi spiace, ma ancora una volta per voi finirà molto male.

Molta gente si sta piano piano svegliando.
E non accetterà mai il vostro diktat.

Hanno ormai già perso la loro partita.
Esattamente come nel 1985 il comunista Karpov contro il liberista Kasparov.

Prima della ventiquattresima – ed ultima partita – Kasparov conduceva di un punto : 12 a 11.
Karpov (che avrebbe avuto il Bianco) doveva obbligatoriamente vincere per mantenere il titolo di Campione del Mondo.
Per questo motivo fu costretto a scegliere una variante molto aggressiva contro la Siciliana Scheveningen di Kasparov, scagliando violentemente in avanti tutti i pedoni dell’arrocco.

Ma il Nero reggerà l’urto e nello Zeitnot reciproco finale infilzerà l’avversario in contropiede.

E sarà proprio la Russia – il paese che ha sofferto più di tutti e che ha pagato con decine di milioni di vite umane la insana follia del marxismo – l’ultimo baluardo mondiale della libertà.
Ed (ancora una volta) sarà alla fine la vostra causa di sconfitta.


Luglio 7, 2020


Incredulità

Non so veramente cosa pensare.
Non posso credere ad una follia collettiva come un default globale.
Intanto Trump dice quello che in EU non sono nemmeno capaci di pensare…

JS


Donaldino sa ovviamente benissimo a cosa porterebbero gli effetti di un default collettivo del sistema.
Visto che non è un vero e proprio politico di professione.

I marxisti – sostenuti dagli psicopatici del “club” degli eletti, un centinaio di persone al massimo – stanno giocando davvero con il fuoco.
E non comprendono – anzi non vogliono comprendere – la gravità di un default globalizzato.
Ovviamente nessuno stato del G8 può fallire (almeno di facciata).
Pena il crollo dell’intero sistema finanziario mondiale.

E’ chiaro che nemmeno io inizialmente accettavo (almeno consapevolmente) che un così folle piano potesse essere intenzionale.
Ma l’Intelligenza Artificiale ci sta invece segnalando sin dalle prime battute che questa è la loro vera intenzione.
E per cercare di capire cosa sta succedendo davvero nel mondo in questo momento occorre ragionare come in una partita a scacchi.

E’ semplicemente la fine del sistema politico come lo abbiamo vissuto fino ad ora.
Vedremo la morte del marxismo.

Ovviamente i “sinistri” sanno benissimo di essere ormai arrivati a fine corsa.
Allora – perso per perso – hanno deciso di portare lo scompiglio nell’intero mondo con questa invenzione del virus killer (che ovviamente non esiste, o meglio è meno pericoloso di una normale influenza).

E’ un po’ come quando in una partita a scacchi – paragone che sto portando avanti da tempo – uno dei due giocatori sa di avere una posizione completamente persa strategicamente.

Allora cerca in ogni modo di buttare la partita in rissa.

Una bagarre tattica dove poter pescare nel torbido.
E riuscire a capovolgere una situazione che in situazione normale porterebbe inesorabilmente alla sconfitta.

Prima riuscire a capire il piano dell’avversario.
Andando avanti il più possibile nell’analisi dell’albero delle varianti.
E poi dopo scegliere la mossa più forte, sia dal punto di vista strategico che dal punto di vista tattico.
Se invece si analizza la posizione (in questo caso la situazione mondiale) con un orizzonte temporale di una sola mossa alla volta, alla fine sicuramente si perde la partita.

Questo è il modo con cui l’Intelligenza Artificiale ci sta aiutando a pianificare la strategia giusta per (provare a) neutralizzare il piano del nemico.
In questo caso la folle sinergia che si è creata fra il “Club” degli psicopatici ed i falliti politici comunisti.
E poi alla fine sconfiggerlo (per di più nel suo terreno preferito).

In poche parole, l’Intelligenza Artificiale sta analizzando tutte le possibili varianti.
Scegliendo poi momento per momento non tanto le mosse più forti.
Ma quelle che daranno più fastidio al nemico :

Chi lavora a stretto contatto con i mercati finanziari ha un vantaggio innegabile rispetto agli altri.
I flussi di capitale – sia nazionali che internazionali – forniscono sempre una previsione attendibile sul futuro di una nazione.

Perchè naturalmente se sta per scoppiare una sommossa, oppure addirittura una guerra in un paese e/o in un continente, i grandi “manovratori” per prima cosa faranno uscire i capitali da quel paese e/o continente.[…]

[…]Quindi i flussi di capitale da un paese all’altro – addirittura talvolta da un indice finanziario all’altro – rivestono decisamente importanza nel prendere le migliori decisioni possibili per comprendere il nostro futuro.

Un essere umano ovviamente non è in grado di analizzare a fondo (soprattutto in tempo reale) il movimento di tutti i flussi di capitale.
Ma l’Intelligenza Artificiale sì.

Ecco perchè è possibile stabilire con una probabilità decisamente attendibile le possibili mosse (e contromosse) ed i più probabili piani dì azione.

Voci dal sottoscala
Sconfiggerli per di più proprio nel loro terreno preferito…

Certo, talvolta i piani in corso cambiano.
Ed è normale.

E’ proprio quello che succede in una partita a scacchi.
Fissata ad esempio una debolezza, si cerca di aprire un altro fronte d’azione.

In modo tale da poter sfruttarla successivamente a proprio vantaggio.
Oppure si può scegliere di avere una debolezza (o più di una) nel proprio schieramento, in cambio di un compenso tangibile come detenere una forte iniziativa.

Questa pare essere la scelta effettuata dal “Club”.

Tornando ai flussi di denaro che si stanno delineando chiaramente sulla scacchiera mondiale, in questo momento è evidente la asincronia fra il Nasdaq100 e tutti gli altri indici mondiali.

Qua stanno iniziando a concentrarsi i principali capitali mondiali, soprattutto in società ad alta capitalizzazione (come ad esempio AAPL, AMZN, BABA, MSFT, NFLX, TSLA).

Il mondo intero in fondo è una enorme scacchiera.
Anche se i continenti alla fin fine sono solo cinque.

Ma solitamente tutte le analisi macroeconomiche che vengono pubblicate sui massmedia tradizionali tendono inesorabilmente a fissarsi a livello nazionale.
Od al massimo nel proprio continente.

E non guardano mai le possibili conseguenze a livello globale.
Infatti nonostante le apparenze l’Europa è ormai spacciata economicamente :

Che la BCE abbia come unica soluzione al completo meltdown del sistema finanziario europeo la creazione di un € digitale non è certo una novità.

Lo scopo di questa operazione è naturalmente duplice : evitare prima di tutto il bank-run da parte dei correntisti che correrebbero in massa a ritirare dalla banche il proprio denaro cash.

E poi il sogno davvero proibito che da sempre caldeggiano.

Poter incassare facilmente e senza problemi qualsiasi balzello dai propri sudditi.

Naturalmente per poter passare a questo step è necessario dapprima avere un’agenda politica.
La creazione degli Stati Uniti d’Europa.

Cosa che giocoforza causerebbe la perdita di sovranità totale di tutti i diversi stati aderenti all’Unione Europea

Questa è la ragione per cui i politici europei (e tutti i loro alleati comunisti) stanno deliberatamente bloccando tutti i voli intercontinentali dagli Stati Uniti (ma in generale da tutto il continente americano) all’Europa.
Lo scopo è solo ed esclusivamente rovesciare Trump e poi promuovere il loro Nuovo Ordine Mondiale Verde :

I cospiratori pensano semplicemente di distruggere l’intera economia mondiale.
Mettendo in questo modo k.o. il mondo intero.

Ma in realtà non hanno alcun piano strategico alle spalle.
Non hanno nemmeno alcuna idea del mondo che vorrebbero creare.

Se non una fantomatica nuova economia verde senza C02.
Ovviamente una follia pura, impossibile da attuare.

L’unica maniera per attuare questo folle piano sarebbe riportare indietro le lancette del mondo di circa 200 anni.
In pratica prima dell’inizio della Rivoluzione Industriale.
E sostituire il capitalismo con un sistema di tirannia comunista.
Come ai tempi della “gloriosa” Unione Sovietica (che di glorioso aveva ben poco, per altro).

Grazie a questi personaggi, entro la fine dell’anno falliranno – come minimo – ancora il 20% della piccola imprese.
E soprattutto faranno saltare per aria la maggior parte dei posti di lavoro nel settore turistico nel Mediterraneo :

Ovviamente la distruzione totale del settore turistico porterà ben presto al fallimento le casse dello stato.
Al governo ovviamente non interessa, visto che caldeggiano la creazione di uno stato marxista, con tanto di reddito di cittadinanza che non garantirà nemmeno la sopravvivenza.

E questi politici idioti – non ho altre parole per definirli – credono di poter facilmente placare l’ondata di proteste e di manifestazioni sempre più violente offrendo un misero reddito di base :

Durante le rivoluzioni – perchè sarà ciò che vedremo entro pochi mesi intorno a noi – queste persone saranno viste come traditori del popolo.
Saranno trascinate fuori dai loro uffici ed impiccate.
Oppure giustiziate dopo un processo sommario dove non verrà concessa loro alcuna possibilità di difesa regolare.
E tutti i loro beni ovviamente confiscati.

I governi di ispirazione marxista crolleranno improvvisamente, uno dietro l’altro.
Sono così disperati nel voler mantenere il potere a tutti i costi che nelle prossime settimane diventeranno ogni giorno che passa estremamente violenti e tirannici.
Cercheranno di eliminare ogni libertà solo per mantenere la presa sul potere a tutti i costi.

Questo succederà semplicemente perchè – indipendentemente dalle azioni illiberali e dittatoriali che escogiteranno – la crisi del debito degli stati sovrani è ormai irreversibile :

Siamo di fronte ad una crisi massiccia del debito senza precedenti.

E che ha raggiunto il punto di non ritorno nel Gennaio 2020.
Il debito non sopravviverà, e gli stati sovrani falliranno.

Nessuna entità – nemmeno un gruppo compatto di banche centrali come potrebbero essere Federal Reserve, European Central Bank, Bank of England, Bank of Japan & Bank of China – sarà in grado di sostenerlo su scala globale.

Sarà ovviamente necessario monitorare in ogni momento l’evolversi della situazione a livello globale.
Il mondo ovviamente non finirà, sia ben chiaro.
E nemmeno dobbiamo scappare in mezzo ad una foresta, oppure rifugiarci in cima ad una montagna e vivere come degli asceti.

Ciò nonostante, giorno dopo giorno l’ambiente intorno a noi può purtroppo diventare sempre di più “mors tua, vita mea”.
E può essere necessario prendere ulteriori precauzioni per mantenere non tanto un tenore di vita normale.
Ma soprattutto vivere in completa sicurezza.

Veronica


Luglio 7, 2020


I veri bersagli

Bisogna combattere il vero potere ed i veri bersagli.
Non sono certo i vari governi nazionali che oramai contano come il due di picche quando briscola è fiori…

G


Si gioca esclusivamente su ignoranza e paura per portare avanti solo interessi di parte.

In fondo ognuno di noi dovrebbe capire ed informarsi criticamente.
Non essere come un’oca all’ingrasso.

Molto dipende dalla volontà di voler conoscere quello che ci circonda.

E non subire passivamente le informazioni che ci vengono quotidianamente propinate.

Ed è su questo su cui gioca chi detiene il potere.
Soprattutto a livello mediatico.

Veronica


Luglio 8, 2020


Mi viene da pensare che continuino a portarci su questa strada senza uscita solo per poter poi alzare le mani verso i propri elettori e dare la colpa ai “cattivoni” delle misure di cui parli.

Ma le famiglie e le piccole imprese sono già oltre la soglia di sostenibilità dei debiti che hanno e tutto quello che sta succedendo non fanno che distruggerle.
In più vogliono abbinarli a tasse più alte.

Dove sono i leader di una volta ?

GDC


I leader dove sono ?

Voci dal sottoscala
L’economia reale non ripartirà mai…

I politici (tutti) pensano esclusivamente a tenersi buono il loro elettorato.
E la gente (quantomeno il “loro” gruppo di riferimento) si convince della bontà di queste scemenze.

Invece i mercati si comportano alla lunga sempre molto logicamente.
Nulla capita mai per caso.

Le dinamiche dei mercati ed il significato dei suoi movimenti sono sempre inequivocabili.

Ed in questi anni le imprese e le famiglie ?
Peggiorato il tenore di vita e strangolato la piccola/media impresa.
Inesorabilmente, continuamente.

Senza che nessuno mai muovesse un dito.

L’economia reale non ripartirà mai.
Anzi collasserà sempre di più.

GDC


No comment.

Veronica


Luglio 14, 2020


Punto di non ritorno

Punto di non ritorno
E…eee….eppoi i politici dove si abbuffano se diminuisci le tasse e la spesa pubblica ?

Ridurre le tasse per stimolare l’imprenditoria ?
Creare regole di mercato trasparente per stimolare concorrenza e crescita ?

Ma chi ?
Dove ?

E…eee….eppoi i politici dove si abbuffano se diminuisci le tasse e la spesa pubblica ?
Come faranno a comprare appartamenti con vista monumento, come faranno ad influire su tutte le nomine ed a creare posti di lavoro clientelari ?

Veronica sei una pazza !
Scellerata !

Criminale e pure terrorista !
Vuoi minare il sistema alle sue fondamenta !
Perchè vuoi benessere generalizzato ?

Chi controlla lo stato già ce lo ha !

Chi se ne frega della massa.
La massa deve schiattare.

Ma per fortuna le leggi non le fai tu ed i pazzi come te.
Le fanno i politici.

Meno male…il sistema è salvo (per ora, almeno).

MG


I governi agiscono solo politicamente.
Mai nell’interesse della gente.

L’isolamento delle persone ha portato al crollo delle entrate fiscali.
E loro come brillante idea hanno pensato di ultra tassare i ricchi (ovviamente !).

Prima o poi i governi si renderanno però conto del danno che in modo masochista hanno causato a loro stessi.
I tassi di interesse aumenteranno inesorabilmente.

E sarà proprio questo che causerà il default della maggior parte degli stati sovrani.

Però non riescono ancora a rassegnarsi al fatto che il settore privato abbia già perso ogni fiducia in qualsiasi governo (od ente statale/parastatale).

Il sistema di EcoAnemia da loro creato ormai è saltato per sempre.
Siamo ormai arrivati al punto di non ritorno.

C’è solo un modo per uccidere il capitalismo – con tasse, tasse, ed ancora più tasse.

Karl Marx

E’ più di duecento anni che agiscono in questo modo.
Ma non riusciranno nemmeno questa volta ad uccidere il capitalismo.

Cioè la nostra libertà.
Questa volta alla fine spariranno definitivamente dalla faccia della terra.

Ma dovremo ripartire dallo zero assoluto.
E (forse) da uno stato di estrema povertà.

Tutto sommato potrebbe essere un bene.

L’umanità finalmente si libererà di questa malsana dottrina che nel corso della storia ha solo saputo causare più di 200 milioni di morti nel mondo.
Ed altrettanti ne causerà ancora – probabilmente molti di più – questa volta.

Veronica


Luglio 19, 2020


Prima di tutto il buon senso

Per il poco che so io i modelli non sono la soluzione…come neppure il buon senso.
A volte ci azzeccano, a volte no.

Però secondo me non si possono guardare i dati e pensare che “dicano” questo o quello.

Credo dicano ciò che si vuole far loro dire, sempre.

Per quanto riguarda i poteri forti, credo che chiunque possa farsi un’idea di come funziona la propria realtà (il proprio comune, il proprio carcere…) e intuire come vanno le cose (Miss Marple aveva la sua parte di ragione).

Personalmente credo che se esiste davvero una “cupola” non è troppo abile.
E comunque non mi interessa minimamente.

Come non mi interesserebbe nella mia città.
Ci sono problemi e passatempi più concreti – per me.

Quindi non ci entro proprio, ma rispetto chi la pensa diversamente.

F


Non ho bisogno di conferme di tipo statistico, stocastico o quant’altro.

Mi basta capire che se la metodologia cambia a seconda del risultato che si vuole ottenere ogni volta, c’è qualche cosa che non va.
Il resto lo lascio agli “esperti” di modelli matematici lineari.
Sempre bellissimi da vedere.

Ma palesemente inutili dal punto di vista pratico.
Con il tempo ho capito le storture ed i difetti che tale modo di pensare incondizionato può portare quando applicato a variabili dipendenti dal comportamento umano.

Le false credenze nascono dal non riconoscere che il mondo è nella sua realtà molto più complesso.
Nulla dipende esclusivamente da un’unica causa od effetto.
C’è sempre un ordine nascosto dietro tutto.

Un ciclo.

E lo scopo di questo blog non è certo fare sfoggio della mia competenza su di un argomento oppure su di un altro.
Ma esclusivamente di informare.

Sulla “non esistenza” dei poteri forti, invece preferisco invece non commentare.
Anche perchè mi sembra un deja-vu.

Veronica


Luglio 20, 2020


Analisi realistica

Analisi realistica
I governi non possono ripagare i debiti sovrani. La bomba ad orologeria scoppierà nel 2021…

Fai sempre un’analisi ottima e davvero realistica !

Chi non vede quello che descrivi, ha non solo il fumo negli occhi, ma le fette di mortadella larghe 3 metri di raggio e spesse tipo un kilometro !
I veri diritti sociali non sono neppure più riconosciuti dalle nuove generazioni.

Le famiglie si indebitano sempre di più, le fabbriche automobilistiche rischiano sempre di fallire e periodicamente stanno a galla perchè interviene lo Stato.

Ovvero i dirigenti fanno finta di reinventarsi prodotti al passo con i tempi ed una nuova immagine dell’azienda.
Pretendendo per di più stipendi da capogiro.

Poi, quando il mercato è saturo e non si vende più, i primi a smenarci sono proprio gli operai che prendono sì e no 1000 € al mese.

Ma quella fabbrica l’hanno fatta volare loro.
E soprattutto con il loro lavoro hanno permesso ai dirigenti una vita da superfavola.

Purtroppo siamo nel mondo dei furbi.
Da sempre.

E’ difficile uscire dal sistema.
Ma se si vuole, si può.

Basta comprare dai produttori locali.
Iniziare a comprare oggetti autoprodotti, come vestiti in lana e cotone, ma anche molti altri articoli di prima necessità.

Uscire dagli schemi standard, per ritrovare prodotti di un vero valore e per aiutare la vera economia a respirare…

S


Analisi realistica
Sono più di 10 anni che cito incessantemente questi argomenti…

I diritti sociali ?
Sono già spariti del tutto.

Ed il continuo indebitamento degli Stati sovrani significa proprio questo.
La “soluzione” (si fa per dire) dei vari governi mondiali è di eliminare il pagamento in contanti (cryptovalute comprese, ovviamente) e forzare la “loro” visione di un nuovo ordine mondiale verde che, sempre secondo “loro”, produrrà una piena occupazione.

Ovviamente una barzelletta.
Che però non fa proprio ridere per nulla.

Sono più di 10 anni che cito incessantemente questi argomenti.
Il processo è stato studiato a tavolino sin nei minimi dettagli (compreso la truffa del virus) ed ha una regia ben precisa.

Le potentissime lobbies e le multinazionali.

I diversi stati non tentano più nemmeno di opporsi da tempo immemore.
Cosa possiamo, anzi dobbiamo fare noi ?

Prima di tutto, occorre riuscire a fare comprendere alla gente quello che sta succedendo.

A cosa serve questa “pandemia” ?
Perchè 35.000 marines sono sbarcati in Europa nelle scorse settimane ?

Come mai uno stato di Polizia che è presente più o meno in tutto il mondo, ma che in Europa (soprattutto in Italia, Francia e Spagna) sta raggiungendo vette mai viste nemmeno al tempo della dittatura fascista (o nazista) ?
Che aggiungere riguardo la censura totale che impera nei social network ?
E perchè gli accademici continuano a fornire falsi modelli da dare in pasto alla gente ipnotizzata dalla paura davanti alla televisione ?

Non sarà un percorso facile.
Ma almeno dobbiamo provarci.
In modo tale da attenuare il vero crash della economia che è davvero ormai alle porte.

Siamo arrivati al punto di non ritorno.
I governi non possono più ripagare i loro debiti sovrani.
La bomba ad orologeria scoppierà ad una data ben precisa : inizio 2021.

Siamo di fronte ad una crisi massiccia del debito senza precedenti.

E che ha raggiunto il punto di non ritorno nel Gennaio 2020.
Il debito non sopravviverà, e gli stati sovrani falliranno.

Nessuna entità – nemmeno un gruppo compatto di banche centrali come potrebbero essere Federal Reserve, European Central Bank, Bank of England, Bank of Japan & Bank of China – sarà in grado di sostenerlo su scala globale.

Chi vogliono prendere in giro ancora ?
Aumenteranno le tasse a livelli sovrumani ovviamente.
E inizierà a scorrere inesorabilmente il sangue.
Come sempre è successo storicamente.

Il risultato finale sarà una nuova, enorme grande depressione economica che si verificherà fra il 2021 ed il 2022.
La distruzione totale dell’economia mondiale manderà in bancarotta almeno un altro 20% (ma probabilmente molte di più) di tutte le piccole imprese.

Mente le grandi imprese – quelle che saranno considerate non solo “too big to fail”, ma soprattutto quelle considerate di un qualche interesse “pubblico” – saranno nazionalizzate.

Nel frattempo i prodotti manifatturieri locali (quelli che saranno sopravvissuti a questa crisi indotta) avranno raggiunto un costo notevolmente superiore a quelli importati dalla produzione delocalizzata.
Ma la popolazione indigena avrà perso il potere di acquisto.
E tenderà quindi ad acquistare i prodotti più economici.
Quelli delle multinazionali globaliste.

Allora il cerchio si chiuderà inesorabilmente a favore del Club ?
Assolutamente no.

Quel lager che è diventata l’Unione Europea è destinato a rompersi fragorosamente, in modo violento.

Ma questo finale per la BCE è davvero difficile da salvare, se non ormai completamente perso.
Questo piano – che a mio avviso entrerà in azione molto presto – molto probabilmente fallirà miseramente.

Semplicemente perchè la gente comune non accetterà mai questo diktat dittatoriale.
A cui seguiranno violenti disordini, rivolte e – nel caso la situazione dovesse sfuggire definitivamente di mano – una vera e propria guerra.

Chiunque pensi che l’Europa rimarrà unita con la forza e la tirannia probabilmente crede ancora a Babbo Natale.

Veronica


Luglio 23, 2020


Stupidità naturale

Ognuno dovrebbe essere orgoglioso di come è.
Io fossi nero sarei orgoglioso di esserlo. mi sentirei speciale.

Come al solito, divide et impera…
C


stupidità naturale
Ma forse “i russi sono notoriamente di pelle bianca e quindi razzisti…”.

Il razzismo va combattuto in ogni modo.
Ma esagerando in senso opposto si scivola letteralmente nel ridicolo.

Posso dire di avere la pelle bianca senza essere tacciata di suprematismo ?
Inoltre da piccola avrei preferito essere nata nera, oppure mulatta…

Recentemente è assurta alle cronache una perla difficilmente battibile in futuro.
Gli scacchi sarebbero un gioco “razzista” perché “la prima mossa spetta ai bianchi”.

Certo.
Ma dove ha avuto origine il gioco ?

In India.
E non certo nell’Oregon oppure nel Quebec…

Sull’argomento (ma ce n’era davvero bisogno ?) sono intervenuti famosi campioni come Karpov e Kasparov.
Ovviamente hanno liquidato questa opinione come “folle”.

Ma forse “i russi sono notoriamente di pelle bianca e quindi razzisti…”.
Kasparov è azero ?

Ah, vabbè…dettagli…

Veronica


Luglio 27, 2020


Una campana diversa

Sono certo che non ti arriveranno mai proposte di lavoro o collaborazione nè dalla BCE, nè dalla Goldman Sachs…:)
Però, grandissima !

Come sempre.
Un abbraccio forte.

C


Una campana diversa
Ecco perchè è così difficile entrare in sintonia con me…

Sono libera da ogni preconcetto e da ogni bandiera.

Questo è il motivo per cui posso dire sempre quello che penso.
Anche a costo di essere molto impopolare .

Ecco perchè è così difficile entrare in sintonia con le mie idee.
Sono troppa sincera.

E soprattutto troppo libera di mente per persone che sono abituate a non pensare con la propria testa.

Ovviamente non sono nè mai sarò (e soprattutto nè voglio essere !) nessuna nel mondo.
E nemmeno nella vita.

Le mie parole non servono certamente a cambiare alcunchè nel mondo.
Ma almeno la mia è una campana diversa.
Quella reale, della vera obiettività.

Quella che si occulta sempre.
E che soprattutto non si vuole mai vedere.

Veronica


Luglio 29, 2020


Il solito disco rotto

Mi sembra talmente ovvio che alcune informazioni in questo momento siano manipolate da non comprendere il tuo stupore.
E del resto, se ci fosse la consapevolezza della situazione reale lo scenario sarebbe quello che paventi.

Forse è meglio così ed evitarlo, non trovi ?

G


Il solito disco rotto
Una cronica mancanza di argomenti…

Ovviamente il tuo è il solito disco rotto che proviene sempre dalla medesima campana.

Una cronica mancanza di argomenti a sostegno delle tue (vostre ?) tesi.

E soprattutto l’incapacità di fare una qualsiasi autocritica e di vedere le cose da un’ottica diversa.

Ok, probabilmente tu non vuoi sapere perchè non vuoi vedere.
Dissonanza cognitiva.

Il mio compito è semplicemente di informare.

A questo punto ho finito.

Se poi consapevolmente molti scelgono di non voler capire, amen.
Non è un mio problema.

Veronica


Luglio 30, 2020


Bilancio favorevole

Bilancio favorevole
Colora la mente…

Di una cosa sola sono sicuro.
Si può scegliere, almeno una volta nella vita, di darsi da fare (almeno un poco) per gli altri.

Oppure di coltivare esclusivamente il proprio orticello.
Recintandolo bene perchè non sia mai che gli altri vedano.

O peggio entrino a cogliere i frutti.

Bene, tu hai scelto la prima strada e mi pare che gradualmente stia conseguendo risultati eccezionali (considerando soprattutto i tempi).

Per questo avrai sempre la mia riconoscenza e la mia stima.

C’è un sacco di gente in giro che a parte le chiacchiere al vento profferite a pieni polmoni non ha mai fatto un cazzo di tangibile che non fosse a beneficio di se stesso/a, ricordiamocelo.

Mi pare che il bilancio ti sia ampiamente favorevole.

C


Un gesto d’amore che nasce dal cuore, fa crescere interiormente senza chiedere niente.
Colora la mente.

E soprattutto riscalda il cuore.
Anche se infinitamente piccolo.

Veronica


Luglio 30, 2020


Un pensiero imparziale

A mio avviso, così com’è questo blog risulta troppo freddo e impersonale.
Naturalmente questo è solo il mio pensiero, che non è per nulla imparziale.

TT


Un pensiero imparziale
Spesso chi critica gli altri rivela quello che manca a se stesso…

Un pensiero imparziale.
Mi viene da ridere.

Sembra quella curiosità morbosa cui è soggetto il singolo.
Che contagia la massa di sapere : “Cosa succede ?”, “Dov’è l’incidente ?”

In questo modo forma code chilometriche.
Oppure spintona per farsi largo se vede un assembramento.

Ma in fondo in fondo poi non gliene frega nulla.
Dimentica subito se non ci trova una soddisfazione del proprio Ego.

In fondo qui c’è sempre la chimera di una possibile diversa chiave di interpretazione dei fatti che accadono intorno a noi.
E se è attraverso le opinioni trovate navigando in rete va benissimo.

Se ne può parlare al bar o su Facebook.
Con amici selezionati però, mica con tutti.

Eh !
Stupire ed essere al centro dell’attenzione.
Sentirsi un po’ importante…è cosi umano è cosi ingenuo.

Veronica


Agosto 5, 2020


Cui prodest ?

Scenario apocalittico.
Vorrei capire : cui prodest ?

Perchè un’Europa (ed anche gli USA) in miseria sarebbe utile ?
A rileggerti vengono sempre i brividi, soprattutto quando citi i post di anni fa in cui esattamente descrivevi lo scenario in cui già vivevamo…

JS


musicspheresfibon
E la cosa terribile è appunto che lo spartito suonato è ben noto…

Cui prodest uno scenario apocalittico (per la economia e le nostre condizioni di vita) ?
Boh, me lo sono chiesta molte volte pure io.

Forse solo a coloro che ciecamente ancora sono convinti della bontà della loro dottrina di povertà e distruzione promulgata da colui che usò modernamente (e senza capirne il reale significato) questa locuzione latina.

Dal punto di vista logico una ragione non esiste proprio.
Fatto sta che il cosiddetto “Club” ha puntato tutto su questo fantomatico “Green reset” che non è altro un modo mascherato di rendere in indigenza la gente.

Purtroppo i temi fondamentali sono sempre gli stessi da anni ed anni.
E la cosa terribile è appunto che lo spartito suonato è ben noto.
Ed è stato seguito fedelmente.

I media tacciono sempre.
Solo chiacchiere, chiacchiere ed ancora chiacchiere inutili

Ormai dobbiamo essere noi a provare a rendere meno pesante (possibilmente schivandolo) l’impatto di questo meteorite che ci sta arrivando proprio addosso.
E forse possiamo ancora riuscire a mitigare in qualche modo il contraccolpo che avrà il mondo intero.

Ma dobbiamo unirci, e non dividerci.
E ricordarci che ormai le linee guida sono state tracciate e non possono più essere fermate del tutto.

Parole che non leggerete mai su nessun giornale od ascolterete in tivvù…

Das ist doch gar nicht wahr !
Bla, bla, bla, bla, bla…
Fake news media !

Veronica


Agosto 6, 2020


Un nemico quasi invisibile

Le tue parole mi colpiscono per la loro amarezza, forse esagerata.
Almeno questo è ciò che percepisco io.

Secondo me bisogna continuare a rischiare un po’ la fiducia nei confronti delle istituzioni.
Anche se le batoste non sono certo piacevoli per nessuno.

P


Un nemico quasi invisibile
Il Vero potere si farà quattro risate alle vostre spalle…

Rimango giorno più giorno sempre più esterrefatta nel parlare con le persone e sentire le loro opinioni.

La gente (quantomeno in paesi sottosviluppati culturalmente come il Mediterraneo ed i paesi Latino-Americani, in Germania ed in Olanda ad esempio è già diverso) non fa altro che seguire passivamente pseudo guru che – come da compito loro richiesto – non fanno altro che annullare sempre di più la capacità cognitiva dei singoli cittadini.

Ormai nessuno o quasi vuole informarsi per davvero.
Nessuno possiede più l’abitudine al dubbio, al contraddittorio.

Ovvero pensare che ciò che gli stessi guru scrivono o proclamano possa essere parziale, miope, sbagliato.
Addirittura manipolatorio.

Purtroppo accade l’esatto contrario.
Il guru “sentenzia”.

Ed il pubblico lo adora, lo ammira.
Raggruppandosi ormai in Fans Club acritici.

Provare a fare capire questi semplici concetti è però ormai una missione (quasi) impossibile.

Mi sono addirittura sentita ammonire diverse volte (anche nelle mail che ricevo e che poi ho pubblicato) i seguenti, aberranti concetti :

“La gente è meglio che non sappia.”
“La gente deve seguire quello che ci consigliano di fare i nostri guru, anche se palesemente dicono il falso oppure è tendenzioso o distorto.”
“E’ meglio che non venga diffuso il tuo pensiero.”
“La lettura del tuo blog spesso fa male.”

Dissonanza cognitiva.

Certo.

Ma quello che fa realmente rabbrividire è che queste parole talvolta arrivano da persone che in altri ambiti sono davvero amabili, buone, intelligenti, dotate di cultura.
E con sentimenti interiori molto profondi.

Allora, perchè accade questo ?
Perchè si arriva a ragionare in modo così distorto ?

Purtroppo il sistema del Vero Potere ha fatto sì che molte persone non hanno e non avranno mai il coraggio di ribellarsi al sistema.
Od all’antisistema.
Che ne è esattamente la versione speculare e che agisce nel medesimo modo e con i medesimi metodi.

La verità fa male.

Ma manifestare e protestare contro un nemico che in realtà non esiste oppure non è quello principale è addirittura peggio.

Ed il Vero potere si farà quattro risate alle vostre spalle.
Dedicandovi sonore pernacchie.
E continuando ad aumentare sempre di più l’influenza sulla (vostra) esistenza.

Un nemico quasi invisibile.

Ma sempre presente in ogni ambito.
I cui tentacoli ogni giorno che passa controllano sempre di più la società.

Veronica


Agosto 14, 2020


Elemosine statali

Gli USA sono ormai socialmente un paese latino-americano, con un 10-15% della popolazione che campa di elemosine statali e piccoli reati…

A


Elemosine statali
Devono essere assolutamente eliminati i politici di carriera…

La situazione è in realtà molto peggiore di quella che descrivi.

Ormai i latino-americani rappresentano la maggioranza della popolazione in diversi stati degli USA.
Come in California, ad esempio.

E per sostenere tutta questa gente che in maggioranza campa di espedienti e di “elemosine” statali stanno cercando di imporre a tutti una tassa sulla ricchezza “globale”, la cosiddetta Wealth Tax.

Calcolata ogni anno sulla proprietà totale.
E pagata (0.4%) indipendentemente dal fatto che l’investimento (o la “ricchezza” complessiva) sia stato proficuo od in perdita.
Ovviamente unita ad una tassa sul reddito.

A questo punto viene spontanea una domanda.

E’ corretto sostenere che la “ricchezza” (o reddito) di un ex-residente (od anche avente nazionalità) di un paese debba essere ancora tassata dal paese di origine ?
Anche quando ormai si è trasferito lontano e quindi non usufruisce di alcuna struttura pubblica dello stato originario ?
Un paese che per di più – come appunto la California stessa – non concede ai non-residenti nemmeno il diritto di voto ?

Ovviamente no.
La schiavitù “dovrebbe” essere stata abolita da un pezzo.
Le persone infatti non sono di proprietà dello stato.
E “dovrebbero” essere libere di scegliere la residenza (ovviamente reale e non fittizia) che preferiscono.

Affermare il contrario significa appoggiare la vera ed innegabile visione del marxismo.
Ogni individuo è di proprietà di quella entità astratta detta “stato”.

Tutto deve – in un modo o nell’altro – appartenere a “loro”.
Anche se lo hai guadagnato tu, personalmente, con sacrifici, con il tuo duro lavoro.

Ecco il motivo per cui devono essere assolutamente eliminati i politici di carriera.
Perchè invariabilmente ad un certo punto faranno solo ed esclusivamente il proprio interesse personale.
Alle nostre spalle.
Il popolo (che lavora).

Schiavi economici da sfruttare senza alcun ritegno.

Veronica


Agosto 21, 2020


Una vicenda inquietante

Qualche settimana fa hai parlato di MF Global.
Da quello che ho potuto capire è stata una vicenda inquietante, che da noi praticamente è passata inosservata.

Io almeno all’epoca non ne ho proprio sentito parlare…

SdM


Chiunque altro, se si fosse macchiato dei reati commessi dall’amministratore delegato di MF Global (ex Goldman Sachs, un marchio di garanzia), sarebbe in prigione a vita.
Ma essendo appunto uomo del “Club” nessuno ha mai fatto davvero nulla per condannarlo, a partire dal corrottissimo tribunale di New York.

In poche parole, MF Global negoziava illegalmente nei mercati finanziari utilizzando i conti dei suoi clienti (che tassativamente devono essere sempre “segregated”, cioè separati completamente dai fondi appartenenti al broker stesso) per le proprie operazioni di speculazione in derivati.

In seguito alcuni (miei) post dell’epoca su cosa successe davvero allora.
Attenzione, perchè il prossimo anno – in concomitanza con la crisi dei debiti sovrani – di situazioni del genere potebbero essercene a iosa.


Novembre 1, 2011


Se nel corso degli anni mi sono “accanita” nel gridare a chiunque di stare alla larga da questi farabutti – come continuo ad esempio ad insistere su altri temi andando “stranamente” controcorrente , una ragione ci sarà…

Ed ora che sono già in bancarotta, insistono nel non voler rivelare i loro segreti contabili :

They were supposed to be able to show us their books and they’re supposed to be able to tell us what’s what and where their customer funds are and how they’ve been segregated and protected and to date we don’t have the information that we should have,”the individual told Reuters”.

Seriously, as Erin Burnett would say, you are already bankrupt.
Just how much worse is it if you even in death you still are hiding secrets ?

Ma ecco cosa hanno fatto – e facevano da sempre – come appunto andavo affermando da anni :

Federal regulators have discovered that hundreds of millions of dollars in customer money have gone missing from MF Global in recent days, prompting an investigation into the company’s operations as it filed for bankruptcy on Monday, according to several people briefed on the matter.

The revelation of the missing money scuttled an 11th hour deal for MF Global to sell a major part of itself to a rival brokerage firm. MF Global, the powerhouse commodities brokerage run by Jon S. Corzine, had staked its survival on completing the deal.

Hanno stornato fondi dai conti dei clienti utilizzandoli per cercare di salvare all’ultimissimo momento i loro margini…

What began as nearly $1 billion missing had dropped to less than $700 million by late Monday.
It is unclear where the money went, and some money is expected to trickle in over the coming days as the firm sorts through the bankruptcy process, the people said.

But regulators are examining whether MF Global diverted some customer money to support its own trades as the firm teetered on the brink of collapse.
If that was the case, it could violate a fundamental tenet of Wall Street regulation : Customers’ money must be kept separate from company money.

Da galera immediata questi, ed ancora una volta (purtroppo) ho fatto centro.

Una vicenda inquietante
Anche chi operava con altri brokers ma aveva come clearing house MF non è potuto uscire dalle sue posizioni…

E soprattutto ieri, cosa scrivevo su questo blog ?

Quello che sarebbe successo da ieri mattina ad oggi, cioè il momentaneo collasso dei mercati.

Vero che MF Global non era più un broker particolarmente rilevante.
Ma soprattutto era ancora clearing house (cioè processava le transazioni) di migliaia di traders professionisti in futures.

Che si sono ritrovati improvvisamente impossibilitati ad operare.

Per cui, cos’è successo ?
Anche chi operava con altri brokers ma aveva come clearing house MF non è potuto uscire dalle sue posizioni.

Risultato : una valanga di vendite questa mattina, dopo il collasso di ieri.
Gli “squali” hanno venduto ovviamente sapendo di questo fatto speculando selvaggiamente al ribasso.
Con operatori impotenti e fermi che hanno visto collassare le loro posizioni.
E spesso bruciare i loro conti senza poter fare nulla.

Oggi passeranno ad un’altra clearing house.
Ma nel frattempo saranno stati travolti da una valanga.

Essendo stati quasi tutti al rialzo dopo il +8% in derivati di giovedì scorso (a questo punto artefatto e spinto ad arte in su), sono stati sodomizzati senza pietà dai vampiri tipo Goldman Sachs, Morgan Stanley, Barclay’s et similia.

E fino almeno ad oggi pomeriggio c’è l’interesse da parte loro ad affondare i mercati con notizie ipernegative anche false…


Ma la storia arrivava davvero da molto lontano, ed il finale era noto almeno da tre anni prima.
Allora avevano subito perdite catastrofiche su speculazioni sul Wheat Future.

E come da “prassi” di allora, avevano dato la “solita” colpa al “solito” trader non autorizzato che aveva effettuato “operazioni non lecite”.


Marzo 17, 2008


[…]MF Global Ltd. (MF) said it is “very well capitalized” and has “sufficient funding to conduct our business in normal course,” responding after market worries cut the company’s value by as much as 79%.

The news also helped send shares of commodity exchanges and brokers sharply lower.
”As of today, volumes and net revenues for the current quarter to date remain at higher levels than in any comparable period during the current fiscal year,” MF Global said in a statement.
The company added that client funds are “at higher levels” than when a scandal, involving a massive wheat-market play gone awry, was announced last month.

MF Global went on to say, “While the company uses third party repo lines, we have alternative funding in the event those lines are not available to the company.”
They include a $1.4 billion credit line on which it hasn’t drawn.

Clearing houses in London and the U.S. said MF Global continues to meet all its obligations as rumors swirled that the company is having problems meeting its margin payments. […]

[…]MF Global last month revealed a $141.5 million loss from unauthorized trades in the booming wheat market by one of its traders, blaming the loss on loopholes in its system limiting the size of its trades. […]
Spun off from hedge-fund firm Man Group PLC last summer, MF Global is a big provider of trading services on fast-growing markets like CME Group Inc.’s (CME) Chicago Mercantile Exchange, Nymex Holdings Inc.’s (NMX) New York Mercantile Exchange and Eurex, Europe’s largest derivatives market[…]

MF Global è il più grande broker al mondo per i derivati : commodities, opzioni, indici, CFD.

La maggior parte delle banche primarie del globo usano MF come broker primario.
Ha praticamente sedi in tutti i continenti, è il player numero 1 al mondo per contratti al Cbot, Cme, Comex, Nymex.
Quindi l’intero mercato dei derivati USA.

Inoltre è il numero 1 all’Euronext Liffe ed il numero 2 all’Eurex.
Quindi è anche nettamente il top player per l’Europa.

E’ clearing house praticamente di tutte le principali firme europee.
Compreso naturalmente quelle italiane.

Chiunque lavori professionalmente in questo campo utilizza MF Global, direttamente od indirettamente.
Infatti è pure il mio broker primario.

Se risultasse insolvente, sarebbe un disastro finanziario mostruoso, perchè chiunque avesse posizioni aperte in derivati non troverebbe più la controparte.

Appare evidente che in qualche modo la situazione verrà risolta.
Rimane sempre il fatto che tutto quello che sto vedendo assomiglia sempre di più ad un film dell’orrore.


Già nel 2009 subirono una bella Class Action per falsificazione del valore del titolo e loro comportamento scorretto nel confronti della clientela.
Fatti reali, vissuti da me allora in prima persona.


Marzo 26, 2008


[…]Plaintiff seeks to recover damages on behalf of all those who purchased or otherwise acquired MF Global common stock during the Class Period, which is between July 19, 2007 through February 28, 2008.

If you purchased or otherwise acquired MF Global common stock during the Class Period, and either lost money on the transaction or still hold the securities, you may wish to join in the action to serve as lead plaintiff.
If you purchased MF Global common stock during the Class Period, you may request that the Court appoint you as lead plaintiff no later than May 9, 2008. […]

Bene, bene, una bella class action nei confronti di MF Global.
Sinceramente se la sono proprio cercata.

Il loro comportamento assolutamente non trasparente delle ultime settimane ne è la controprova.

Infatti :

Prima dichiarano che un loro trader non autorizzato (una moda, oramai tutte le grandi firme che subiscono perdite trovano questa puerile scusa) ha causato perdite alla società per 141.5Mln $ (il 6% del loro capitale) a causa di speculazioni “sbagliate” sul Wheat Future.

Lunedì scorso il titolo è crollatp del 60% del valore nonostante le continue rassicurazioni di non avere esposizioni nel segmento subprime e di ”avere la liquidità necessaria per portare avanti le operazioni necessarie”.
Peccato però che, essendo “prime broker”, abbia probabilmente finanziato OTC centinaia di hedge-funds pesantemente esposti nel settore, oltre ad avere stipulato centinaia di contratti basati su derivati esotici od altre corbellerie simili…

Mercoledì scorso, senza dare alcuna comuinicazione precedente, i furbastri hanno arbitrariamente cambiato i margini su tutti i loro prodotti, portandoli dal 5-10% al 75-90%, causando la chiusura forzata di migliaia di posizioni dei loro clienti.
Per quanto mi riguarda, ormai avevo perso la fiducia nei loro confronti ed avevo già liquidato tutte le mie posizioni già nei giorni scorsi, con tanto di (immediato) inizio della procedura di chiusura del conto trading.

Martedì mattina, all’improvviso, dopo il lungo ponte pasquale riportano i margini vicino (ma non completamente) alla normalità, dopo un solo giorno di cambiamento.
Dovevano fare “saltare i margini” di qualche hedge fund ?
Hanno realmente problemi di liquidità che stanno cercando di simulare tenendo una parvenza di normalità ?
E cosa succederà ai loro clienti quando ci sarà un giorno da +5% oppure da -5% che intaserà le loro piattaforme ?
Una chiusura forzata delle posizioni per margin call ?

Bene, è meglio mantenersi per sempre alla larga da questi qua…


Naturalmente i problemi di liquidità e la mancanza assoluta di trasparenza causarono sin dal 2009 la perdita di quasi tutti i loro clienti istituzionali.
Ed altro tracollo azionario…


Giugno 19, 2009


[…] MF Global, the derivatives broker that’s lost $2.8 billion in market value this year, plummeted 41 percent in New York after saying lower interest income and higher expenses will reduce net revenue this quarter to less than analysts’ estimates. […]

[…]Commissions per contract and the company’s net interest margin may both have been “compressed,” Repetto wrote in a note to clients today.
“Neither development has positive implications for earnings.” […]

MFGlobal declined $5.43 to $7.83, the biggest one-day drop since March 17.
That day, the shares fell 65 percent on concerns that clients were pulling money from the broker as similar concerns pushed Bear Stearns Cos. to near-bankruptcy.

MF Global announced the estimates after U.S. exchanges closed yesterday.[…]

[…]MF Global said last night it plans to sell $150 million in convertible preference shares and $150 million of convertible senior notes to help repay a $1.05 billion bridge loan due by December.[…]

I nodi stanno venendo velocemente al pettine.
Ed i problemi di liquidità per MF Global (primo broker al mondo !) stanno venendo rapidamente a galla.

Altri broker più piccoli non fanno credito e non fanno trading per proprio conto.
Solo commissioni e spese, oppure a volte sono market makers.

Il comportamento di questa società nell’ultimo periodo si è contraddistinto per la assoluta mancanza di trasparenza ed il non rispetto dei contratti.
Ed è proprio per questo motivo che rapidamente nell’ultimo periodo hanno perso davvero molti clenti istituzionali.


A Dicembre 2009 (ovviamente) non erano riusciti a finanziarsi con l’ennesimo bond dopo una salita del +70% (fasulla) dai minimi.
Perchè ?

Ovviamente tutti gli istituzionali avevano compreso i guai di MF Global.
La medesima situazione in fotocopia del caso Parmalat.


Dicembre 2, 2009


MF Global Ltd., the futures and options broker, canceled plans for a $250 million offering of 10- year senior notes, according to a person familiar with the matter who declined to be identified. The offering was canceled because of “market conditions,”

Se nemmeno JPMorgan riesce a piazzare un bond a 10Yr per “condizioni di mercato sfavorevoli” (+70% da Marzo), quando mai riusciaranno a piazzarne uno ?

Per altro molti possiedono una memoria corta .
Sule malefatte del broker MF Global e della sua controllata inglese GNI ne ho parlato a lungo all’inizio dell’anno scorso proprio in questo blog.
Da evitare assolutamente sempre e comunque.

Hanno una situazione patrimoniale ridicola ed una gestione degli account truffaldina e sempre piena di errori (a loro favore, naturalmente).

E poi, perchè un broker puro ha bisogno di un bond per 250M di $ per finanziarsi ?
Gestione malaccorta delle proprie posizioni ?


Il finale non poteva che essere ovviamente la bancarotta…

Veronica


Agosto 27, 2020


Accendi il cervello

Non ci sono disordini civili in Europa, niente, zero.
Esclusivamente complottisti.

Solo in America ci sono…

R


Accendi il cervello
Non prendiamoci in giro…

Non prendiamoci in giro.
Ma di cosa stiamo parlando ?

Consumatori turlupinati dall’obsolescenza programmata e dalla totale asimmetria di informazioni.
Società sconvolte da flussi migratori inarrestabili.
Un aumento esponenziale della forbice tra redditi alti e redditi bassi.
Una caduta senza precedenti della remunerazione del lavoro.

Per non parlare del sistema bancario….
Ok, ok, la smetto.

Potrei andare avanti all’infinito…

Inoltre si stanno scatenando grandi proteste civili contro l’isolamento e la perdita di tutte le libertà.
Agitazioni che non saranno limitate per nulla all’Europa o agli Stati Uniti.
Ben presto si diffonderanno a macchia d’olio in tutto il mondo.

Già domani sono previste imponenti manifestazioni in Canada, Germania, Austria e Francia, tanto per cominciare.
E pure in Italia.

Accendi il cervello, e spegni la tv…

Veronica


30 Settembre, 2020


I soliti furbi

E’ la depressione, quella che fa paura.
E quelli come voi vogliono abbassare le tasse ed il capital gain, mah…

Spero che arrivi un’ondata inflazionistica che vi spazzi via tutti.
Io da bravo cassettista, sto liquido : me li faccio mangiare tutti dall’inflazione, piuttosto !

G


L’unica arma che abbiamo in questo momento per poter contrastare questa follia non è non solo indignarsi.
Ma fare azioni concrete contro il sistema.

Ovviamente completamente legali.

Sai benissimo (o forse no, ne fai parte ?) per altro a chi dovranno rispondere tutti i politici, dal primo all’ultimo.

A volte una rivoluzione silenziosa e senza violenza può dare più risultati di quelle tradizionali.
Gandhi docet.

Tanto ormai fare qualcosa di concreto e costruttivo “per il cosiddetto bene comune” non serve assolutamente a nulla.
Vieni solo tartassata e massacrata dalla burocrazia.

Da leggi e leggine che in ogni modo impediscono di andare avanti.
Dalle inique tasse che ormai in Occidente divorano il (proprio) reddito spesso guadagnato con fatica.

Mentre i soliti furbi banchettano lautamente alle spalle.

Veronica


17 Novembre, 2020


Una trita polemica

Questo sito è profondamente di parte.
Non pensi mai ai poveri che soffrono.
Sei una persona altamente pericolosa.

C.


Una trita polemica
La totale eliminazione dell’imposta sul reddito…

Certo che sono di parte e profondamente anti-marxista.
Mai negato.

E ti dirò di più.
Sostengo non solo la riduzione delle tasse.
Ma anche – e soprattutto – la totale eliminazione dell’imposta sul reddito.

Nonchè una revisione della previdenza sociale.
Trasformandola da un pozzo cui i politici di carriera attingono continuamente per sostenere le loro politiche fallimentari basate esclusivamente sul debito in un vero e proprio fondo di investimento patrimoniale.

In modo tale da poter consentire a chiunque di poter accumulare personalmente i propri risparmi di una vita.
Esattamente come fanno i cosiddetti “ricchi”.

Investimenti appunto.
E non un salario già tassato alla fonte.

E posso parlare proprio per esperienza personale.
Perchè sin da quando ho iniziato a lavorare nei mercati finanziari – io che NON sono ricca, e probabilmente lo sono molto meno di tu anonimo che mi hai scritto – ho usato esattamente tutti questi principi.
Semplicemente per poter mantenere nel corso del tempo un tenore di vita decente.
E soprattutto mantenere la mia libertà.

Ecco perchè ho sempre rifiutato di avere a che fare con tutto ciò che è statale.
E ti dirò di più.

Per poco meno di un anno dall’inizio della mia attività lavorativa ho aderito con una quota minima mensile (100€) ad un cosiddetto fondo (chiuso) di previdenza integrativa.
Ma dopo avere visto il modo pessimo con cui era gestito “nell’interesse del cliente” ho deciso di non crearmi più nemmeno questo tipo di fondo di “emergenza”.
E da allora ho sempre re-investito assolutamente da sola i miei risparmi di una vita.

All’epoca mi hanno dato della pazza, della irresponsabile, della folle “che non pensava minimamente al proprio futuro”.
Invece avevo già allora già compreso che il sistema occidentale basato sul debito era ormai giunto al capolinea.

E soprattutto non volevo servire la mia vita intera come schiava di un sistema basato sul pagamento perpetuo degli interessi ad un casinò divenuto ormai insaziabile.

Per quanto riguarda Trump, non sono certo una sua fan, visto che non è altro che l’altra faccia del Deep State (o della Cabala, tanto per usare termini più noti).

Ma è innegabile che la sua politica fiscale sia stata vincente.
Ha incoraggiato le aziende a riportare in territorio americano i fondi che possedevano in giurisdizioni off-shore.
E soprattutto ha realmente abbassato le imposte.

Tutto questo ha portato – almeno finchè non hanno (avete ?) fatto scoppiare il bubbone del “virus truffa” – la disoccupazione negli USA ai minimi degli ultimi 50 anni.
Ed un mercato del lavoro forte è ciò di cui necessitano le classi più umili.
Non certo una politica di assistenzialismo e di aumento delle tasse per la classe media.

Per il marxismo la odiata classe è sempre la borghesia.
Sempre tartassata.
Peccato che rappresenti il 70% della forza lavoro nel mondo Occidentale.

Una trita polemica
Tutto questo fa invece aumentare la disuguaglianza…

Non i super-ricchi.
Regolarmente protetti dai comunisti.
A condizione che versino denaro nelle loro tasche (in forma di “finanziamenti”, pardon “tangenti”).

La disuguaglianza della ricchezza non si inverte aumentando le tasse e creando una disoccupazione più profonda nelle fasce più umili della nostra società.
Tutto questo fa invece aumentare la disuguaglianza della ricchezza.

I fondi pensioni devono essere gestiti direttamente – e soprattutto personalmente – dai cittadini.

Dando realmente a tutti la possibilità di essere effettivamente azionisti delle società che reputano migliori o più innovative.
E non obbligarli ad acquistare del debito pubblico di stati gestiti con i piedi (se non in modo assolutamente fraudolento) da politici di professione.

In questo modo i ceti più bassi avranno realmente la possibilità di diventare ricchi.
Esattamente come i “super-ricchi”.

Verrà creata nuova fiducia nelle imprese.
E saranno incentivati a partecipare di più.

Ognuno ha il diritto di appropriarsi di ciò che crea attraverso il proprio lavoro.

L’unica tassa – reale e giusta – che dovrebbe essere pagata in maniera ugualitaria da tutti è quella sul valore della terra.
In poche parole, una imposta del valore fondiario.

Fintanto che la società continuerà a vedere il mondo esclusivamente attraverso la propaganda marxista, non vedremo mai la luce in fondo al tunnel.

Veronica


19 Novembre, 2020


Finita La Commedia

Finita la commedia
”Il genio” è una forma di propaganda ideologica per giustificare senza dimostrazioni “l’elettività divina” al comando di taluni sui molti…

Il tuo blog, oltre che utile per la correttezza delle informazioni, per la citazione delle fonti, e la puntualità dei dati, è sempre scritto con chiarezza divulgativa, al punto da rendere comprensibili concetti molto tecnici anche ai non addetti ai lavori ; e la chiave dell’ironia soprattutto, lo rende una lettura piacevole.

Non solo, direi anche copiato dagli addetti ai lavori.

Rimasi perplesso, una volta, poteva essere l’inizio di quest’anno, dove, su un tuo post, ti scrissi argomentando un aspetto del ciclo economico inerente la demografia, l’automazione, le risorse, i rifiuti industriali e relativi costi di smaltimento, il rileggere gli stessi medesimi punti , nella stessa sequenza logica, con i medesimi sviluppi ipotetici, pochi giorni appresso, in un articolo pubblicato su Repubblica a nome di un qualche economista.

Questo mi fece pensare non poco al fatto che, uno che di mestiere faccia lo scrittore, da qualche parte le idee per i suoi articoli, debba pur andarsele a prendere.

I geni non esistono.
Mai esistiti.
”Il genio” è una forma di propaganda ideologica per giustificare senza dimostrazioni “l’elettività divina” al comando di taluni sui molti.

Esiste il farsi un gran culo, invece, ottimizzando i tempi per la propria auto-formazione ; che, per definizione, è incongruente, se non addirittura incompatibile, con una vita passata tra salotti, conferenze, cene, trasmissioni, convegni, parate et desunt cetera.

Quindi, non oso immaginare tu, quanto ti ritroverai citata negli scritti e mai nelle fonti, che sarebbe anche onesto.
Spesso rimando i tuoi articoli sul mie account di social network visto che c’è la funzione di condivisione, e spero, a questo punto, di non essere l’unico.
Però, forse, questo è proprio il carattere della rete : che giustamente viene ad esser definita “la rivoluzione silenziosa”, fatta di idee che circolano indifferenti alle sorgenti.

Un abbraccio.
Fai buona domenica.

Fede


Talvolta mi chiedo se il blog debba davvero andare avanti.
Se vale davvero la pena continuare a dare voce ai miei pensieri proiettati da sempre in avanti.
Argomentare il mio punto di vista.



Ma con i miei contenuti costantemente saccheggiati.
Senza mai mettere alcun link.
Nè contattandomi in precedenza chiedendomi una eventuale riproduzione dei contenuti, che concederei in ogni caso.

Finita la commedia ?

Her Own Destiny è un blog indipendente e totalmente autofinanziato, che non fa propaganda per nessuno (nemmeno per me stessa).
E dove chi scrive non ha alcuna intenzione di intraprendere una qualsiasi carriera presso qualsiasi istituzione finanziaria, multinazionale o governo.
Per questo motivo non sono (e non saranno mai) accettati alcun tipo di :

Contenuti sponsorizzati
Pubblicità da terze parti
Finanziamenti esterni (governi, enti pubblici, privati)
Donazioni (anche da organizzazioni no-profit)

Sono nata e voglio rimanere libera.
Per sempre.

Ciò che è offerto liberamente – anche se di altissima qualità – non viene mai valorizzato.
Ed a niente serve usare il simbolo © All rights reserved e registrare il contenuto legalmente di proprietà (come per altro ho fatto).

“Purtroppo” il problema è che ormai nessuno conosce più il vero significato di condivisione.

Oggi come oggi è rarissimo trovare un articolo dove si citi un altro autore giusto per capire meglio cosa si sta cercando di affermare.

Si legge.
Se c’è da prendere si prende.
Se anche una sola volta ho preso torno due secondi, se vedo che c’é da riprendere riprendo, se no me ne vado.
Stop.

Giù dalle nuvole.
Sul web come nel resto quasi tutti si fanno i k….i loro e portano a casa.
Stop.
Egoismo allo stato puro.

Un esempio storico.

La “mia” definizione di EcoAnemia.
Un post che scrissi nel lontano 2010 sul mio vecchio blog Metropolis.
E che ho ripubblicato l’anno scorso come primo post del “nuovo corso” :

Settembre.

Spiaggia del Mediterraneo.
Sta piovendo e la città è totalmente deserta.

Tempi duri : tutti hanno debiti e vivono a credito.

Improvvisamente arriva in città un ricco turista.

Entra nell’unico albergo, lascia una banconota da 100 € sul bancone della reception e va a vedere le stanze di sopra per sceglierne una.

Il proprietario dell’albergo prende i 100 € e corre a pagare il debito dal macellaio.
Il macellaio prende i 100 € e corre a pagare il suo debito con l’allevatore di maiali.
L’allevatore di maiali prende i 100 € e corre a pagare il debito con il suo fornitore di mangime.
Il fornitore di mangime prende i 100 € e corre a pagare il suo debito con la prostituta della città che in questo momento difficile gli fornisce i suoi servizi a credito.
La prostituta prende i 100 € e corre all’albergo a pagare il proprietario per le camere che le fornisce a credito quando porta i suoi clienti.
Il proprietario dell’albergo prende i 100 € e li posa sul bancone della reception in modo che il turista non sospetti nulla.

In quel momento, dopo aver visionato le stanze, scende il turista, riprende i suoi 100 € e dopo aver detto che non le gradisce, lascia la città.

Nessuno ha guadagnato nulla.
Ma la città non ha più debiti e guarda al futuro con ottimismo.

Naturalmente nessuno ha mai riportato la fonte originale.
Al contrario, esiste in rete – quella che è poi stata diffusa nel web – una versione in cui il significato è stato completamente stravolto, la cui paternità originale è attribuita al “gatekeeper” Paolo Franceschetti :

“Arriva un ricco turista tedesco.
Si ferma la sua bella grossa auto davanti all’albergo della città, pone una banconota da 200 euro sul bancone e chiede di vedere le camere disponibili per sceglierne una per la notte. per 200 euro, il proprietario dell’albergo gli dà tutte le chiavi e gli dice di scegliere quella che preferisce.

Non appena il turista è sparito per le scale, l’albergatore prende il biglietto di 200 euro, fila dal macellaio e regola il debito che ha nei suoi confronti.
Il macellaio si reca immediatamente da l’allevatore di maiali al quale deve 200 euro e paga il suo debito.
L’allevatore, a sua volta, si affretta a pagare la sua fattura presso la cooperativa agricola dove acquista gli alimenti per il bestiame.
Il direttore della cooperativa si precipita al caffè e risolvere il suo debito.
Il barista porta il biglietto alla prostituta che gli fornisce i suoi servizi a credito già da un po,
La ragazza, che occupa a credito le camere dell’albergo con i suoi clienti, deve pagare la fattura all’albergatore e pone il biglietto sul bancone, là dove il turista lo aveva posato in precedenza.
Il turista tedesco scende le scale, e non essendo riuscito a trovare una camere di suo piacimento, raccoglie il suo biglietto e se ne va.

Nessuno ha prodotto niente !
Nessuno ha vinto niente !
Ma più nessuno ha un debito !!!
Ecco perché, in questo momento le banche non hanno alcun interesse a prestare denaro.
Le banche si arricchiscono finché siete indebitati”

Non credo sia necessario qualunque altro commento.

Un’altra situazione.

Finita la commedia
Uniti si vince, divisi si fa il gioco dei nostri nemici…

Altri personaggi hanno addirittura inibito l’accesso al loro sito (stupidamente tramite IP, divieto che può essere puerilmente aggirato tramite una semplicissima VPN) da parte della sottoscritta perchè – per correttezza – avevo messo un link alla loro fonte !
Una follia pura, od una barzelletta ?

Se non la situazione non fosse tragica, la seconda.
Un fatto successo (ma è solo un esempio fra i tanti) a Marzo di quest’anno, dopo avere scritto il contenuto di questo post (e linkato il blog da cui avevo citato una frase che avevo riportato nell’articolo).
Naturalmente si era nei primi giorni della “farsa”.
E chi sapeva – ovviamente fingendo di non sapere – voleva mantenere il monopolio dei suoi “adepti” da manovrare nei mesi seguenti.

Vero Marcello Pamio ?
Tranquillo, continua a sproloquiare di economia e di finanza senza nemmeno sapere di cosa stai parlando !

Il caso più recente.

E’ stato appena pubblicato un libro – a cura della “ricercatrice indipendente” Sonia Savioli – in cui sono state bellamente saccheggiate parti del mio blog – rivisitandole e riscrivendole in maniera molto simile se non proprio uguale – senza mai citare alcuna fonte, nè dare un ringraziamento.

Anzi, rivendendo il libro come proprio.

Naturalmente, anche nelle presentazioni dei cosiddetti siti “indipendenti” e “equo-solidali” (come ad esempio questo articolo) non viene mai citato nemmeno una volta questo sito, anche se l’autore segue fedelmente il canovaccio della trama che vado raccontando sin dall’inizio della “farsa”.

Rivoluzione ? No, ancora compromessi e clientelismi !

Questo paese non lo armerà mai nessuno.
Perchè non siamo un popolo.
Ma un’accozzaglia di comuni, città stato e staterelli.
Ognuno dei quali guarda solo al suo orticello.

Con queste basi qualsiasi cambiamento è impossibile .
Un paese che avrebbe dovuto indignarsi come minimo sin dai tempi di Enzo Tortora.
Senza preclusioni di schieramenti politici, territoriali, sportivi, religiosi, razziali e chi più ne ha più ne metta.

Un popolo schiavo della imbecillità.
Un paese nato sul compromesso e non sull’idea di popolo.
E presto morirà soffocato dalla spirale mafiosa e clientelare che si è volutamente stretta intorno al collo.

L’archivio mi rende giustizia già oggi.
E me ne renderà ancora di più quando verrà svelato nella realtà il contenuto di quello che vado a dire da anni e che si sta realmente puntualmente avverando.

Un popolo che alla fine otterrà il marxismo che tanto anela.

Veronica


21 Novembre, 2020


Ma perchè…

Le domande/commenti dei tuoi lettori sono false (molto probabilmente).
Sono troppo gentile come persona, e lascio sempre il beneficio del dubbio.

MB


Ma perchè...
Ed a che mi servirebbe ?

Scusa, ma a che mi servirebbe ?

Non vendo alcun servizio.
Non promuovo alcun prodotto o conferenza di alcun genere.

Nè ho mai pubblicato libri.

E forse ho fatto male…

Capisco che ormai il panorama è tale che nessuno crede più negli altri in ogni argomento, situazione e simili.

Non esiste più alcuna fiducia nell’altrui persona.

Però insomma…basta solo sapere leggere.

Her Own Destiny è un blog indipendente e totalmente autofinanziato, che non fa propaganda per nessuno (nemmeno per me stessa).

E dove chi scrive non ha alcuna intenzione di intraprendere una qualsiasi carriera presso qualsiasi istituzione finanziaria, multinazionale o governo.

Per questo motivo non sono (e non saranno mai) accettati alcun tipo di :

Contenuti sponsorizzati
Pubblicità da terze parti
Finanziamenti esterni (governi, enti pubblici, privati)
Donazioni (anche da organizzazioni no-profit)

E’ sufficiente inoltre affermare che scrivo semplicemente perchè ho voglia di scrivere e di esprimere il mio parere (e soprattutto me stessa) liberamente ?

E’ naturalmente un tuo discernimento personale credere o meno alle mie parole ed a quello che pubblico.
Ti ricordo però questa celeberrima frase di George Orwell in 1984 :

Dire la verità in un periodo di inganno universale è un atto rivoluzionario.

Veronica


Novembre 22, 2020


Davvero mi chiedo come tu faccia a non sperare la catastrofe globale.
Giuro, ti ammiro, io riesco solo a sognare sangue e rivolta, uomini che piangono trafitti dagli effetti dei loro lucidi egoismi ; e soprattutto io che suono su quell’incendio : “Far Beyond the Sun”.
Credo che pesi la tua freddezza di pensiero tipica degli ex-scacchisti.

Fidel


Probabilmente possiedo una spiritualità interiore molto intensa e soprattutto una forza di carattere decisamente poco comune.
Da anni mi sto preparando ad affrontare il complesso futuro che ci attende.
E per questo motivo sono già pronta da tempo ad affrontare tutto ciò che stai paventando.

Qualche settimana fa ho scritto :

Questa umanità già malata – sicuramente studiata a fondo dai Think Thank che hanno creato questa pantomima – è destinata velocemente al collasso.
Senza il contatto umano, rapidamente si estinguerà.

Manca pochissimo.
E’ questione di tempo.

Vedrai intorno a te esclusivamente morte e distruzione, sangue e rivolte.
Ma a quel punto non so se sarai davvero felice di tutto ciò che starà accadendo.

Perchè nel pacchetto saranno pure comprese fame e carestie, miseria e povertà.
E non so se avrai il coraggio di suonare la tua chitarra elettrica quando ad esempio la tua casa andrà a fuoco.

Oppure il tuo raccolto andrà perduto.
Od un tuo familiare lascerà questo mondo.

Veronica


10 Dicembre, 2020


Occhio non vede, cuore non duole

Sono una prof. pensionata, quindi con qualche esperienza in trent’anni di insegnamento.
Mi chiedo (ovviamente in modo retorico) se nella fauna variegata dell’ambiente scolastico non ci siano prof. violenti in famiglia, prof. con preferenze molto “giovanili”, prof. scambisti, prof. a cui piace il sadomaso od altro.

Gente per la quale l’individuo “comune” metterebbe la mano sul fuoco.
Bruciandosela ben presto.

La cosa che mi sorprende di tutto quello che racconti nel tuo blog riguardo le tue diverse esperienze come entertainer/escort è il numero di persone cui ho rivolto questa mia considerazione e che semplicemente mi hanno risposto “basta che lo faccia(no) in segreto”.

Si sa che “occhio non vede, cuore non duole.”
Ma la cosa mi lascia lo stesso molto perplessa.

C.


Occhio non vede
Per poi dopo godersi i proventi in qualche paese tropicale…

Il problema intrinseco è (ovviamente) molto diverso da quelli stereotipati e banali che normalmente vengono elencati.

Secondo la narrativa del mainstream chiunque scelga di fare parte “di un certo ambiente” (per sempre od anche solo temporaneamente, poco importa) cerca esclusivamente una “scorciatoia” per fare la bella vita con soldi, macchine di lusso, gioielli.

Ed alla fine godersi i proventi in qualche paese tropicale.
O per le straniere (provenienti da paesi del cosiddetto Terzo Mondo) tornare a casa e vivere una vita da nababbe.

Leggende metropolitane che da sempre circolano.
Ma la realtà è molto diversa.
Perchè nella quasi totalità dei casi chi ragiona in questo modo avrà ben presto la propria anima completamente bruciata.

Ma la stragrande maggioranza delle persone non sono in grado di capire.
Semplicemente perchè non sono dotate di una adeguata sensibilità interiore.

Veronica


Dicembre 11, 2020


Un potere da ripristinare

Mi piace moltissimo il tuo sito.
Soprattutto il taglio critico e la tua capacità di sintesi.

Credo che se tu dovessi smettere di regalarci i tuoi commenti saremmo in tanti ad essere molto dispiaciuti ed anche un po’ meno liberi.
Peraltro sono sicuro che quello che tu dai ha un valore notevole.

N


Un potere da ripristinare
Sono A-politica, A-partitica ed A-ideologica…

Tutti noi dobbiamo guardare ciò che sta succedendo intorno a noi in modo obiettivo.
Senza voler trovare una cura, oppure prevederne l’esito a breve termine.

Sono A-politica, A-partitica ed A-ideologica.

Non condivido le idee di nessun politico o partito in particolare, sia di destra che di sinistra.
Entrambe le fazioni hanno punti con cui concordo.
Ed altri che assolutamente non condivido.

Semplicemente ragiono con la mia testa, senza lasciami condizionare da alcun mass-media.

Ritengo che chiunque dichiari di avere la ricetta per “guarire” il mondo dai suoi problemi sia un ciarlatano od un burattinaio.

Questo è il motivo per cui se devo scegliere il male “minore” preferisco un politico non di carriera (possibilmente un imprenditore od un ex-imprenditore) rispetto a qualsiasi altro.
Un giorno – alla fine del suo mandato – tornerà alla sua vecchia professione.
Quindi non andrà mai contro i suoi interessi personali.
Di conseguenza favorirà il libero commercio e la libera professione.

Mentre un politico di carriera non ha mai imparato nessun altro lavoro.
Costui tenderà sempre a considerare gli altri come persone di livello “inferiore” da sfruttare per tutta la sua vita.
E non avrà mai alcun rispetto per nessuno.

Se vogliamo un giorno porre fine ai conflitti mondiali è necessaria quindi una vera e propria democrazia diretta.
Ma deve presupporre la eliminazione totale di tutti i politici di carriera.

Questa è la mia filosofia politica.

La democrazia diretta.

I burocrati al governo devono rispondere direttamente del loro operato.

Altrimenti prima o poi – ce lo insegna la storia – arrivano sempre personaggi come George Soros o Bill Gates che corrompono i politici di professione al fine di prendere gradualmente il totale controllo del governo.

Al tempo degli antichi romani ad esempio esisteva la figura del Tribuno della Plebe, che aveva la possibilità di poter muovere delle accuse (circostanziate, ovviamente) contro qualsiasi funzionario del governo.

Un potere che dovrebbe essere ripristinato.

Veronica


Troppa seriosità


You cannot copy content of this page