Viaggio alla scoperta degli amici

Pubblicato il 22 Gennaio 2019 da Veronica Baker

L’amico è
qualcosa che più ce n’è meglio è
è un silenzio
che può diventare musica
da cantare in coro io con te.

Dario Baldan Bembo – Amico è”


Gli amici – o comunemente detti “friends” – sono una categoria del genere umano.
Ogni essere umano è un potenziale amico e si possono suddividere in queste categorie :

Gli amici su cui puoi contare.
Gli amici su cui non puoi contare.
Gli amici con cui puoi solo scherzare ma su cui non puoi contare.
Gli amici di hobby o di compagnia.
Gli amici che è meglio perderli che trovarli.

Viaggio alla scoperta degli amici

Viaggio alla scoperta degli amici Her Own Destiny
Gli amici – o comunemente detti “friends” – sono una categoria del genere umano…

La prima categoria è la meno diffusa : 1%.
Amici veri nei quali puoi sempre fare affidamento e che sanno già come comportarsi senza che tu gli spieghi niente.
Molti umani non ne hanno ancora incontrati e pare siano in via di estinzione.

La seconda è la categoria degli amici che sono bravi e buoni a parole ma che alla fine si tirano sempre indietro per non eccedere in gentilezza e umanità.

Questa specie è in buona crescita (9%) ma non è ancora a livelli preoccupanti perchè sono facilmente riconoscibili.

La terza specie è mediamente diffusa (10%) e sono una specie molto attraente perchè con la loro simpatia conquistano chiunque ma appena gli volti le spalle cercano tutti i modi per danneggiarti.
Sono più pericolosi della seconda specie e sono in grossa fase riproduttiva.

La penultima specie è una specie molto frequente ma poco pericolosa.
Sono i tuoi migliori amici finchè non se ne vanno a casa loro.
Sono una specie abbastanza diffusa (25%) e sono facilmente riconoscibili.
Sono in fase riproduttiva non eccellente.

L’ultima specie

La peggiore ma facilmente riconoscibile.

Sono amici ma non lo sono.
Nel vero senso del termine.
Vogliono essere una cosa che non sono e sono fieri di esserlo.
Sono una specie parassita che vive delle spese dell’umano infettato.
L’unica cura è la percussione della mandibola.

Sono diffusissimi (55%) e sono un rischio per la salute mentale e fisica.
Si riproducono molto facilmente e la loro proliferazione è a livelli preoccupanti.

Possiamo affermare con certezza che la prima specie è molto rara ma è la migliore.
Quella che non bisognerebbe mai abbandonare e per la quale non esiste orgoglio o fierezza, ma è quella per la quale uno “scusa” non è mai sprecato.



Veronica


You cannot copy content of this page