Una idea obsoleta

Pubblicato il 13 Agosto 2020 da Veronica Baker

Meglio tacere e passare per idiota che parlare e dissipare ogni dubbio.

Abraham Lincoln


L’altro giorno avevo scritto :

I governi occidentali (con in prima fila il Congresso USA, i cui esponenti di punta sono dei vecchi ottuagenari che non masticano nulla di finanza moderna) non riescono minimamente a comprendere che una politica economico/finanziaria di questo stampo diventerà in breve tempo obsoleta.

Una idea obsoleta

8d777f385d3dfec8815d20f7496026dc13
Qualcosa che poteva andare (forse) bene negli anni ’60…

Il vero problema.
L’unico tipo di idee che sanno proporre i marxisti sono tasse, tasse ed ancora tasse.
Questa volta – seguendo il sentiero già a suo tempo battuto da alcuni paesi dell’UE, come Francia ed Italia – vorrebbero introdurre anche a Wall Street la cosiddetta “Tobin tax“.
In modo tale da punire i cosiddetti investimenti “speculativi” dei Quant Fund.

Non che l’idea alla base sia concettualmente sbagliata.
Ma è un qualcosa che poteva andare (forse) bene negli anni ’60.
Non certo in una economia ormai completamente digitalizzata.

Semplicemente, in un mondo globale come quello di oggi i Quant Fund si sposterebbero immediatamente in mercati mondiali dove tale tassa non è applicata.

Investimenti – sia pure speculativi – e soprattutto denaro fresco sottratto ai loro concorrenti occidentali.

Per non tacer che per gli istituzionali esistono facili scorciatoie prefettamente legali per aggirare il “problema”.
Mentre la gente comune non potrà sottrarsi al pagamento.

I cinesi ed i russi sinceramente ringrazieranno.


Novembre 20, 2012


La dimostrazione che il 99.99% dei personaggi che parlano di economia e di finanza in televisione, sui giornali, su internet, nei vari governi nazionali non capiscono nulla dell’argomento e soprattutto non sono a conoscenza delle regole fondamentali dei mercati è data dalla umoristica vicenda francese (ma ben presto anche italiana) data dalla fantomatica Tobin Tax.
Nelle intenzioni di Hollande (ci ha ricamato sopra l’intera campagna elettorale presidenziale, esattamente come l’abbronzato) elimerebbe le speculazioni sui mercati.
E soprattutto colpisce i “cattivoni” (e mega speculatori) internazionali.

Come vedrete, nessuno tranne i veri addetti ai lavori sanno come funziona davvero la cosa.
E che i “cattivoni” non solo non pagheranno nulla.
Ma soprattutto ne saranno avvantaggiati.

Hanno trovato una scorciatoia ?
Macchè. tutto noto da almeno un decennio.

Dumb regulation will usually result in “unintended consequences”.
In the area of securities regulation, it is often the “unintended participants” who end up paying the price.

Just as the derivatives regulation in the US is potentially hurting energy merchants and could even disrupt the energy markets, the latest anti securities industry drive in France is not achieving what it was supposedly designed for.

After Hollande claimed that his main adversary “was the world of finance”, he pushed to implement transaction tax on those evil speculators.
Except that it didn’t quite work out the way he intended it.

SFGare : – As France begins collecting its financial-transactions tax this month, it is becoming evident that President Francois Hollande’s levy is hitting all but the people it was aimed at: speculators.

Hollande, who called finance his “main adversary” during his election campaign, pushed through in August a 0.2 percent transaction tax on share purchases.
Making France the first and only country so far in Europe to have such a levy
. 

Many investors have been escaping the tax using so-called contracts for difference, or CFDs, offered by prime brokers that let them bet on a stock’s gain or loss without owning the shares.
The small investor will indeed end up paying that tax.

But the larger, more sophisticated players, including institutional funds, will simply move to the CFD market.
A CFD contract is basically a forward agreement on a stock, and index, a commodity, or anything else for that matter (see attached overview).

It is illegal in the US to trade forwards on a single stock, but the practice is quite common in Europe, Asia, and Australia.

In fact a fund that wants to trade a French stock (including shorting it), can simply execute a CFD with a UK (or some other) broker.
One doesn’t physically own the shares, but will get all the economics of the stock without fully paying for it.

That’s right, not only does the “speculator” avoid the new French tax, but the CFD market allows these investors to put on leverage that would be difficult to achieve in trading the stock directly.
It is also a more efficient way to short stocks.

So while the small French investors are paying these new taxes, the institutional “speculators” that use leverage, active trading, and shorting, have a loophole that would be quite difficult for French regulators to close.
Well done, Mr. Hollande.



44


You cannot copy content of this page