Una follia tenuta sotto controllo

Pubblicato il 3 Marzo 2020 da Veronica Baker

Se si vuole allontanare per sempre l’uguaglianza fra gli uomini.
Se gli Alti, come li abbiamo definiti, intendono restare per sempre al loro posto.
Allora la condizione mentale dominante deve coincidere con una follia tenuta sotto controllo.

George OrwellNineteen Eighty-Four


Allora fui pesantemente sbeffeggiata in rete.
Invece non era certo difficile prevedere il finale che un giorno sarebbe arrivato.


April 18, 2013


Una follia tenuta sotto controllo
Da allora preferisco vivere serenamente…

Personalmente ho rinunciato da tempo a pensare in grande.
Da quando sono pesantemente (e definitivamente) cambiata interiormente.

Preferisco vivere serenamente.
Ma soprattutto parlo e soprattutto comunico di persona con la gente “qualunque”.

Quella ritenuta a torto inferiore e non “sufficientemente” scolarizzata.
Ma che invece ad esempio comprende i problemi reali molto di più della pletora di laureati incapaci di vedere la differenza fra una pagliuzza e la trave.

Personalmente mi dà davvero molta più soddisfazione vedere gli occhi di queste persone “anonime” che improvvisamente si illuminano capendo davvero ciò che succede intorno a loro che sentire i gridolini di approvazione di tutti gli inutili idioti che infestano la rete Internet.

E nel contempo così facendo non appoggio Facebook, Linkedin, Twitter, ed in generale tutte quelle organizzazioni che con il processo di normalizzazione dei loro iscritti minano pesantemente alla (nostra) libertà personale e che stanno distruggendo i (nostri) rapporti interpersonali.

Se questa è la società cosiddetta civile e queste sono le persone che la compongono, preferisco non solo non frequentarle di persona.
Ma soprattutto starmene il più lontano possibile.

Fermo restando il fatto che il mio è un paese ormai composto quasi esclusivamente di morti neuronali.
Quindi impossibile da salvare.

Mi spiace in fondo dirlo.
Perchè in mezzo ci finirà pure chi è totalmente ignaro del fatti e che sarà totalmente impreparato agli eventi.

Ma è un paese che si merita non solo una crisi.
Ma una depressione economica di anni ed anni.

Accentuata anche grazie alle loro folli idee.
E la stupidità di certo non aiuta nella lotta per la sopravvivenza che dovremo ben presto affrontare in tutto il mondo.

E sinceramente non posso del tutto biasimare personaggi discutibili come il gestore di hedge fund Daniel Loeb (celeberrimo squalo di Wall Street specializzato in debito e default, direttamente finanziato per via parentale da Mattel, sì, quella della Barbie…) che nel 2012 ha guadagnato mezzo miliardo di dollari comprando bonds greci dopo il default di Febbraio quando erano a 30 e rivendendoli dopo che è arrivato Mario Draghi in autunno a 60.

Grazie ai proventi di questo “affare” si è potuto comprare uno yacht da “solo” 52 milioni di dollari direttamente finanziato dai greci.

Ben presto si comprerà per passare le ferie un’amena isoletta.
Questa volta finanziato dalle centinaia e centinaia di milioni di dollari che guadagnerà alle spalle degli italiani.



44


You cannot copy content of this page