Una follia tenuta sotto controllo

Pubblicato il 2 Febbraio 2022 da Veronica Baker

Se si vuole allontanare per sempre l’uguaglianza fra gli uomini.
Se gli Alti, come li abbiamo definiti, intendono restare per sempre al loro posto.
Allora la condizione mentale dominante deve coincidere con una follia tenuta sotto controllo.

George OrwellNineteen Eighty-Four


Una follia tenuta sotto controllo

Non era certo difficile prevedere il finale che un giorno sarebbe arrivato.


Aprile 18, 2013


Una follia tenuta sotto controllo
Da allora preferisco vivere serenamente…

Ho rinunciato da tempo a pensare in grande.
Da quando sono cambiata interiormente.

Preferisco vivere serenamente.
Ma soprattutto parlo di persona con la gente “qualunque”.

Quella ritenuta a torto inferiore e non “sufficientemente” scolarizzata.
Ma che comprende i problemi reali molto di più della pletora di laureati incapaci di vedere la differenza fra una pagliuzza e la trave.

Mi dà molta più soddisfazione vedere gli occhi di queste persone “anonime” che improvvisamente si illuminano che sentire i gridolini di approvazione di tutti gli inutili idioti che infestano la rete Internet.

E nel contempo così facendo non appoggio Facebook, Linkedin, Twitter, ed in generale tutte quelle organizzazioni che con il processo di normalizzazione dei loro iscritti minano pesantemente alla (nostra) libertà personale e che stanno distruggendo i (nostri) rapporti interpersonali.

Se questa è la società cosiddetta civile e queste sono le persone che la compongono, preferisco non solo non frequentarle di persona.
Ma soprattutto starmene il più lontano possibile.

Fermo restando il fatto che il mio paese è ormai composto quasi esclusivamente di morti neuronali.
Quindi impossibile da salvare.

Mi spiace in fondo dirlo.
Perchè in mezzo ci finirà pure chi è totalmente ignaro del fatti e che sarà totalmente impreparato agli eventi.

Un paese che si merita non solo una crisi.
Ma una depressione economica di anni ed anni.

Accentuata anche grazie alle loro folli idee.
La stupidità di certo non aiuta nella lotta per la sopravvivenza che dovremo ben presto affrontare in tutto il mondo.

E sinceramente non posso del tutto biasimare personaggi discutibili come il gestore di hedge fund Daniel Loeb (celeberrimo squalo di Wall Street specializzato in debito e default, direttamente finanziato per via parentale da Mattel, sì, quella della Barbie…) che nel 2012 ha guadagnato mezzo miliardo di dollari comprando bonds greci dopo il default di Febbraio quando erano a 30 e rivendendoli dopo che è arrivato Mario Draghi in autunno a 60.

Grazie ai proventi di questo “affare” si è potuto comprare uno yacht da “solo” 52 milioni di dollari direttamente finanziato dai greci.

Ben presto si comprerà per passare le ferie un’amena isoletta.
Questa volta finanziato dalle centinaia e centinaia di milioni di dollari che guadagnerà alle spalle degli italiani.


Luglio 9, 2020


Rispetta le mie idee

Rispetta le mie idee
Una finta perdita di vite umane aumentata a dismisura….

Stiamo purtroppo assistendo ad un deliberato disastro economico.

Un regime dittatoriale di terrore istillato in molta gente che – ignorando cosa sta succedendo effettivamente intorno a loro – tuttora teme ogni contatto umano con i propri simili.

Solo un gruppo di psicopatici malati mentali – come sono effettivamente i membri del cosiddetto “club” – ed i loro stupidi scagnozzi (di cui si libereranno al più presto non appena non serviranno più al loro scopo) poteva concepire un piano così assurdo da immediato ricovero in manicomio.

Hanno deciso che è meglio (dal loro folle punto di vista) non mollare la presa cercando in tutti i modi di tenere le persone rinchiuse e terrorizzate in casa.

Ma nonostante tutto questo molta gente non accetterà di essere rinchiusa di nuovo in casa.

Infatti un po’ in tutto il mondo la gente si sta “risvegliando” :

Los Angeles residents defied Mayor Eric Garcetti’s citywide ban on fireworks en masse Saturday night, lighting up the sky across the entire city with a stunning number of fireworks for the Fourth of July.

A stunned KCAL reporter in the clip relayed that each person shooting off fireworks was subject to a potential $50,000 fine.

Ma nonostante questo folle divieto (50000$ di multa !), la gente è uscita lo stesso per le strade per festeggiare il giorno dell’Indipendenza e sparare in aria i tradizionali fuochi d’artificio serali.

Sequestrare i beni mobili della gente comune, aumentare le tasse a livelli assurdi ed opprimere il popolo allo scopo di evitare rivolte non servirà proprio a nulla.
Questo programma scatenerà violenza.
Il potere illimitato non è la panacea di tutti i mali.

Le elite non sono in grado di capire la natura umana proprio perchè hanno sempre vissuto nel loro dorato mondo, senza mai frequentare la gente comune.
Come vado insistendo da settimane, tutto questo finirà davvero in maniera molto violenta[…]

[…]Porterà ben presto ad una violenta rivoluzione contro di loro.
Ben presto la situazione gli sfuggirà definitivamente di mano.
E forse a questo punto si renderanno conto che il loro potere deve essere limitato almeno dal buon senso.

Ed è già evidente che – nonostante le misure draconiane minacciate – molti politici siano già in grande difficoltà.
E ben presto lo saranno interi stati.
Soprattutto quelli che non erano (e non sono tuttora) d’accordo in modo compatto con tutte queste misure idiote :

La volontà dei governi mondiali di rintracciare tutti in qualsiasi momento (il cosiddetto “controllo sociale”) è in realtà un misero e goffo tentativo di prevenire disordini civili.
Non servirà a nulla, se non ad alimentare ancora di più rabbia e devastazione.

Isolare le persone all’interno della propria casa forzatamente è un fatto che non è mai successo “solamente” negli ultimi 6000 anni di storia.
Un errore che pagheranno a gravissimo prezzo.

Tutto questo ha portato ad una crisi ormai irreversibile del debito sovrano.
Nota da tempo e che si sarebbe in ogni caso verificata nei prossimi due anni.
Ma mai avrei potuto immaginare che la intera umanità si voleesse suicidare intenzionalmente.

Siamo di fronte ad una crisi massiccia del debito senza precedenti.

E che ha raggiunto il punto di non ritorno nel Gennaio 2020.
Il debito non sopravviverà, e gli stati sovrani falliranno.

Nessuna entità – nemmeno un gruppo compatto di banche centrali come potrebbero essere Federal Reserve, European Central Bank, Bank of England, Bank of Japan & Bank of China – sarà in grado di sostenerlo su scala globale.

Il prezzo che pagheremo tutti a causa di questa follia (accuratamente pianificata nel corso degli anni) è al di là di ogni possibile immaginazione.
L’entità e la velocità del crollo di ogni attività economica nel corso degli ultimi mesi non è mai successa negli ultimi secoli.

Soprattutto – ed è il punto che i membri del “club” non hanno mai preso in considerazione – il crollo della fiducia della gente nei confronti di tutto ciò che è “pubblico” sarà epocale :

Il capitale di debito ad un certo punto si trasformerà in capitale azionario.
Tutti gli investimenti in obbligazioni si riverseranno improvvisamente nell’unico asset “difensivo” ormai disponibile.
Le società private (ad alta capitalizzazione) quotate nelle principali piazze mondiali.

Questo processo inizierà nel momento in cui la credibilità dei vari governi e di tutto il sistema pubblico collegato (sanità, previdenza sociale, istruzione, forze dell’ordine ed occupazione pubblica in generale) inesorabilmente collasserà.

Sottavalutare questo fenomeno è stato indubbiamento un grave errore per loro.

In Cina la gente sta già iniziando (molto in anticipo rispetto alle loro previsioni) a ritirare dai propri conti correnti denaro contante.
In alcune province – come ad esempio nello Hebei – la People’s Bank of China sta già limitando le richieste, richiedendo in anticipo alle imprese ed ai correntisti di segnalare preventivamente ogni prelievo o deposito di “grandi” dimensioni.

Questa non è una novità vera e propria.
Soprattutto per chi vive in Italia ed in generale nei paesi Mediterranei, essendo sin dal 2011 la “normalità” :

Quello del contante comincia a essere un (serio) problema per i correntisti.

Alcune banche avrebbero drasticamente irrigidito le procedure interne per i prelievi.
Per somme superiori a 2500€ si possono attendere fino a 3 giorni.
Mentre per 10.000€ l’attesa passa a una settimana.

Su scala globale invece le istituzioni finanziarie stanno avendo un aumento esponenziale dei crediti inesigibili.
Ben presto si trasformerà in un vero e proprio tsunami finanziario :

Tutti i programmi di aiuto per le fasce più deboli e bisognose stanno per essere sospesi.
Un centinaio di stati sovrani sono già insolventi.
Infatti hanno già presentato richiesta di aiuto al FMI.
Ben presto milioni di persone improvvisamente si ritroveranno senza lavoro e senza provviste alimentari.

Il risultato finale sarà una nuova, enorme grande depressione economica che si verificherà a partire dalla fine 2011/inizio 2022.
La distruzione totale dell’economia mondiale manderà in bancarotta almeno un altro 20% (ma probabilmente molte di più) di tutte le piccole imprese.

Mente le grandi imprese – quelle che saranno considerate non solo “too big to fail”, ma soprattutto quelle considerate di un qualche interesse “pubblico” – saranno nazionalizzate.

Anche in Cina – la locomotiva mondiale, l’economia che per la sua potenza ha tutti i mezzi per uscirne velocemente e più forte di prima – le prospettive economiche sono ai minimi degli ultimi 40 anni.
Ed il credit crunch sta mordendo più forte che mai.


Aprile 16, 2020


Distruzione totale

Distruzione totale
Solo ed esclusivamente fake news…

Il mainstream sta costantemente minacciando la nostra libertà personale, il nostro sostentamento alimentare e la nostra sicurezza nazionale.
Solo ed esclusivamente fake news.

Tutti i decessi avvenuti negli ultimi due mesi in Italia sono dovuti ad un unico motivo.
Scomparsi improvvisamente gli infarti, i tumori maligni, e persino malattie pericolose come il diabete.

Come ho ripetuto più volte, la BCE è in trappola e di conseguenza l’economia keynesiana è morta.
Hanno (tardivamente) capito che ormai sono totalmente falliti.

Per questo motivo hanno in mente solo ed esclusivamente la digitalizzazione dell’€, unica loro (temporanea) ancora di salvezza.

A loro non interessano affatto i danni economici che stanno provocando dappertutto.

E la gente purtroppo pensa che la vita tornerà alla normalità non appena questo lockdown finirà.

Ma la distruzione dell’economia e l’eliminazione di così tante piccole imprese sta condannando la società occidentale alla povertà.
Nel frattempo ci saranno rivolte sociali, insurrezioni popolari, ed infine una guerra.

La distruzione sarà totale.
Ed a quel punto dovremo ripartire davvero da zero.


Aprile 18, 2020


Repetita iuvant

Ovviamente, più passa il tempo, più la verità inesorabilmente arriverà a galla.

I just met a hospital health worker.
He said : ” You are right about what is happening. The hospital have never been so quiet”, with many 100s of empty beds and staff sitting around.

This is now a constant theme and health professionals need to come out publicly – as some have – and people tell the truth.

What truth ?
It is all a scam !

Veronica Baker

La vera ragione di tutta questa farsa è ovviamente questa :

Margrethe Vestager, Executive Vice President of the EU and Commissioner for Competition, has spoken out that EU states should now nationalize companies in the fight against China.

Accordingly, Vestager has revealed that the justification for now nationalizing industry, which was the goal of the Climate Change contingency, is to prevent domestic companies being bought by the Chinese.

Un complotto organizzato dai “sinistri” per prendere il completo controllo dell’economia occidentale, in particolare in quel lager che è diventata l’UE.

E negli USA il Congresso vorrebbe emanare una legge per permettere agli americani di citare in giudizio la Cina per i danni subiti.

Un palese invito alla guerra.

Ovviamente prima o poi qualcuno farà causa alla Cina.
La decisione presa da un giudice americano sarà esclusivamente politica, senza alcuna prova.

Dopo sarà emessa una sentenza di confisca di asset cinesi negli Stati Uniti.
La Cina a sua volta inizierà a confiscare beni americani nel proprio paese.

Purtroppo, ancora una volta nessuna sorpresa.
I fatti che stiamo vivendo negli ultimi mesi non sono semplicemente altro che il processo di EcoAnemia che sta accelerando :

Strangolamento inesorabile del libero mercato da parte dello Stato
Declino irreversibile dello standard di vita
Aumento esponenziale del debito pubblico
Impossibilità di invertire il trend
Inevitabilità di un finale molto doloroso

E diretta conseguenza di tutto questo sarà :

Aumento delle politiche di confisca dei beni
Aumento della disoccupazione cronica
Diminuzione della privacy e della libertà personale
Aumento esponenziale dei prezzi dei generi di prima necessità
Aumento delle lotte di classe
Ripristino delle leggi marziali
Aumento della dipendenza da droga, da psicofarmaci, da politiche sociali governative
Aumento di bolle speculative

Il nostro prossimo futuro.


Aprile 28, 2020


Unirsi e non dividersi

L’intera distruzione dell’economia non ha alcun senso.
Nessuno sano di mente penserebbe una cosa del genere, tranne i fanatici del Cambiamento Climatico ossessionati dalla CO2.

Personaggi ben noti che ai tempi – non solo loro – venivano a calcare il palcoscenico di questo blog :

Avere un numero di lettori troppo grande e sempre crescente – come allora accadeva giorno dopo giorno – è in realtà controproducente.

Non puoi avere certi numeri senza che “qualcuno” decida che deve calcare il tuo palcoscenico.
E semplicemente realizzai che non puoi dire su larga scala quello che pensi se sei da sola.

Ora conosciamo il vero obiettivo di Bill Gates & C.
Usare la scusa del Climate Change per distruggere l’economia e rilanciarla con una economia “verde”.
Che il vero obiettivo fosse questo era cosa nota (almeno a me) già da più di dieci anni :

Le persone con reddito medio sono evidentemente “una minaccia” per coloro che sono intenti a sviscerare la classe media.
L’intenzione è naturalmente di abbassarne il tenore di vita mediante un aumento della povertà.

Infatti alcuni gruppi di attivisti hanno ancora i mezzi finanziari per esercitare il loro diritto di protestare.
Soprattutto in combinazione con la crescita di Internet come strumento indipendente di diffusione delle news.
Temono infatti di rimanere completamente esposti e che alla lunga gli attivisti possano diventare migliaia e migliaia.

Ed ecco il motivo principale della loro ricerca di opportuni sistemi per indebolire il tenore di vita delle popolazioni.
Tasse più elevate, misure di austerità, prelievi fiscali sul CO2 ed altri progetti davvero loschi cui la propaganda dei vari governi martella incessantemente tutti i giorni sui mass-media tradizionali.

Un ceto medio prosperoso – o persino coloro che stanno beneficiando di un reddito più modesto – è visto come una “minaccia” contro il loro monopolio di potere.

Con la promessa “di una rivoluzione post-industriale”- naturalmente alleata ad “un’economia verde” che in realtà paralizzerà le economie occidentali – gli elitisti hanno il malcelato scopo di rendere tutta la popolazione povera.
In modo tale che la principale preoccupazione non sarà più quella di protestare contro la riunione di 200 elitari presso una località di villeggiatura di lusso.
Ma quella di come arrivare alla fine del mese.

Gates the Dark Lord 440x300 1
La CO2 è necessaria per la produzione della birra…

Addirittura hanno fatto chiudere la produzione di CO2 necessaria per la produzione della birra.
Cosa faranno le classi più umili, la cui bevanda preferita è la birra, quando si renderanno conto che la CO2 è necessaria per questa produzione ?

Ma i politici che hanno supportato questa decisione sono ancora più stupidi.
Le loro entrate sono esclusivamente fiscali.

Ma hanno distrutto la base imponibile locale.
Il sistema pensionistico presto imploderà, e sarà inutile aumentare ulteriormente le tasse a tutti.

Oppure preannunciare “espropri proletari”.
Perchè questa volta saranno proprio i proletari, le classi più umili – proprio quelle che hanno preso in giro per anni ed anni – che si rivolteranno.

Coloro che hanno perso il lavoro.
La loro sudata pensione.
La assicurazione sanitaria.
La loro casa e la loro macchina perchè non possono ripagare i prestiti.

E’ giunto il momento di lottare per la nostra libertà ed i nostri diritti sociali che hanno faticosamente conquistato nel corso degli anni.
Quelle battaglie che hanno combattuto i nostri genitori ed i nostri nonni, che a volte hanno addirittura perso la loro vita per un ideale.

Unirsi e non dividersi.
Anche se la lotta sarà molto difficile.
Perchè questi personaggi hanno naturalmente già pianificato tutto da anni.

Un’ultima “chicca”.
Ecco la cerimonia di apertura delle Olimpiadi di Londra del 2012.

Non c’è qualcosa di familiare ?
Un’ enorme rituale che “ricorda” quello che sta succedendo oggi.

Ah no, è proprio uguale ?
Che coincidenza…



Maggio 21, 2020


Guerre di indipendenza

rivoluzione francese 1200x900 1
Questo è lo stesso atteggiamento elitario che ha ispirato la Rivoluzione Francese…

C’è una grave crisi economica in atto, è evidente a tutti.
Ma i mercati finanziari sembrano ignorare al momento la gravità del danno subito.

Non è solo il settore delle vendite al dettaglio ad essere a rischio.
Ma iniziano a vedersi piccole amministrazioni comunali in bancarotta.

I personaggi che stanno cospirando contro l’economia mondiale non tengono minimamente conto che quasi l’80% della forza lavoro è impiegata nel settore dei servizi.

Ovviamente non capiscono assolutamente nulla di economia.
Ma soprattutto non gliene può fregare di meno della gente normale, in particolare della classe media.

Il loro piano è permettere il crollo totale della economia, distruggere i fondi pensione e poi dopo incolpare “altri” delle loro malefatte.

In questo modo – togliendo di fatto il sostentamento a tutti coloro che hanno lavorato per trenta/quaranta anni – diminuiranno il tenore generale di vita.

E le fasce più deboli – soprattutto gli anziani – ne risentiranno.
La aspettativa di vita diventerà sempre più bassa.
Con grande felicità di tutti coloro che desiderano una graduale “riduzione” della popolazione mondiale.

Purtroppo abbiamo a che fare con dei veri e propri elitisti che considerano il resto del mondo come degli stupidi pupazzetti con cui giocare.
Non hanno alcun riguardo per tutti i posti di lavoro che stanno distruggendo.

E se la gente non riesce a trovare lavoro, poco male.
Torneranno a mangiare pane e cipolle.
Mentre loro – ovviamente – continueranno a mangiare caviale e champagne.

E’ lo stesso atteggiamento elitario che ha ispirato la Rivoluzione Francese.
Ma questa volta saranno la classe media e soprattutto le persone di mezza età ad alimentarla e – soprattutto – a combattere.

Il finale comunque sarà il medesimo.
Disordini civili sempre più frequenti, insurrezioni popolari.

Ed infine guerre per la indipendenza fra stati.



Ultima battaglia
Spezzare l’Occidente e distruggere la nostra cultura…

Questi elementi assai tossici che pianificano di imporre il comunismo 3.0 in tutto il mondo non riusciranno mai a raggiungere il loro obiettivo di dominio mondiale.

Il loro sogno di creare un Nuovo Ordine Mondiale Verde comunista otterrà solo un unico scopo.

Spezzare l’Occidente e distruggere la nostra millenaria cultura.

Purtroppo il mondo occidentale si spaccherà esattamente nel momento in cui il popolo si dividerà fra pecore e gente pensante.

Non vedo come possano in alcun modo avere successo globalmente.

Il primo processo di eliminazione del marxismo dal mondo è stato nel 1989.
Con la caduta del muro di Berlino.

Quella che ci accingiamo a combattere è l’ultima battaglia contro l’autoritarismo estremo di stampo nazista/comunista.

Porterà alla disintegrazione totale della maggior parte dei governi nel mondo ed a rivoluzioni (talvolta cruente) che spazzeranno via questa classe politica corrotta.


Maggio 11, 2020


Un peccato di presunzione

download18
La consapevolezza la si acquista con gli anni…

Come ben sa chi legge questo blog da tempo, sin dai primissimi giorni ho chiamato tutto quello che stavamo iniziando a vivere una vera e propria bufala.

Anzi, una truffa.
Ripeto, non ci voleva molto per capirlo.

Semplicemente i modelli matematici giusti, un po’ di cultura finanziaria, e soprattutto la conoscenza di un certo tipo di ambiente.

La consapevolezza la si acquista con l’esperienza.
Non solo con la convinzione nei propri mezzi e soprattutto in se stesse.

In questo preciso momento ho scelto la libertà.
Dicono che occorra davvero molto coraggio.

Ma il coraggio è semplicemente il prezzo da pagare per essere libera di essere, di comportarmi nel modo che ritengo giusto e di affermare il mio pensiero realmente indipendente.
E da sempre sono convinta che paghi moltissimo.

E soprattutto con la volontà a tutti i costi di non essere schiava dal sistema.
Anche a costo di non fare alcun tipo di carriera “istituzionale”.

Ma la maggioranza della gente – come ho già scritto più di una volta – non vuole e soprattutto non desidera la vera libertà.
Anzi, ne ha paura.

Prendere una decisione autonomamente comporta sempre dei rischi.
E questo è il prezzo della libertà.

Basta guardare chi indossa la mascherina volontariamente.
E’ palese che si tratta di una delle pecore.

Indossare una maschera comincia ad essere visto solo come un altro capo d’abbigliamento, come un paio di scarpe.
Inoltre le pecore pensano che il “social distancing” sia una nuova forma di “socializzazione”.

Su internet – in particolare nella home page di quel “mostro” che è diventato Google – si vedono continuamente slogan del tipo “a casa insieme”, “lavora da casa tua”, “salva una vita : chiuditi in casa”.

Chiamare questi slogan “socializzazione” è una idiozia totale ovviamente.
Ma le pecore stanno iniziando a crederlo.

0b49924a8d7ec5d034416301e84b20a9
Non sono una cospirazionista a priori…

Non ha alcun senso cercare di convincere queste persone.
Vedranno la luce e capiranno solo quando si renderanno conto di tutto ciò che hanno perso.

Sono gli sciocchi, gli stupidi su cui gli elitisti contano per manipolare la società.
È un’affermazione triste.

Chiunque sa bene che non sono una cospirazionista a priori.
Nonostante sia da anni ed anni che ammonisco sull’arrivo di un’ondata totalitaria che spazzerà via i nostri diritti faticosamente conquistati (a volte con il sangue) dai nostri padri e dai nostri nonni.

Infatti non vendo libri, non faccio conferenze, nè pubblico video a riguardo.

Come invece solitamente fanno i professionisti del settore, interessati a guadagnare lettori (e soldi) in questo modo.

Ma è sempre stato evidente – almeno a me – che questo che stiamo vivendo è un colpo di stato che mira a provocare una depressione a tavolino per distruggere totalmente l’industria e poi ricostruirla nel modo (ancora da loro) pianificato da anni

Ma – e lo ripeto ancora ! – stavolta questi elitisti hanno peccato di presunzione.
Certo, in questo momento la loro posizione può sembrare notevolmente vantaggiosa.

Hanno occupato praticamente tutte le poltrone che contano in politica, controllano le università, gli ospedali, il personale medico e paramedico, le televisioni ed in generale tutti i principali organi di informazione, internet compreso.

In poche parole, usando una metafora scacchistica in questo momento detengono un ampio vantaggio di spazio ed una forte iniziativa.
Ma anche delle enorme debolezze che hanno lasciato alle loro spalle.

Che possono essere sfruttate al momento opportuno.
Ecco perchè devono vincere ora, a tutti i costi.

Le loro promesse con cui hanno intortato generazioni e generazioni negli ultimi cinquanta anni sono ormai arrivate al capolinea.
Le loro politiche economiche di stampo keynesiano hanno fallito completamente portando alla bancarotta l’intera Europa :

I recenti sviluppi dei mercati finanziari non sono altro che la conseguenza del denaro facile stampato dalle banche centrali che non è mai stato messo in circolo nella economia reale.

Quando banche e multinazionali utilizzano il denaro prestato loro dalle banche centrali per acquistare azioni piuttosto che strumenti di produzione si sviluppano esclusivamente bolle.

Quelle medesime bolle che dopo essere state gonfiate sempre di più improvvisamente scoppiano, spazzando via le speculazioni avventate.

In questo sistema le banche centrali sono prima o poi costrette ad intervenire in qualche processo di bail-out che possa salvare dalla bancarotta questi avventati speculatori.
I recenti eventi non sono altro quindi che la classica scusa per cui tali salvataggi possano avvenire.

In poche parole hanno giocato tutte le loro carte a disposizione in questo folle lockdown.
Ora o mai più.

Ma hanno sottovalutato che l’intera società umana non è composta esclusivamente da idioti.
Loro pensano – erroneamente – che siamo tutti degli stupidi e che possiamo essere facilmente manipolati come delle pecore.

Al contrario c’è invece un malcontento che sta crescendo ogni giorno che passa.
Le loro false statistiche stanno ormai venendo a galla dappertutto.

bde8f293886502f5901ec7670c090a0cefc89f713479601e56559624ce235c22
il loro sogno di una economia senza CO2…

Non c’è alcun fondamento (nè economico, nè scientifico) dietro il loro sogno di una economia senza CO2.

Le loro dottrine marxiste porteranno solo fame, morte e distruzione nel mondo.
Ed il ruolo svolto dal mainstream per spingere questa agenda politica è semplicemente immorale, se non diabolico.

Non stanno esclusivamente pubblicando false notizie.
Ma hanno la volontà di distruggere deliberatamente il nostro stile di vita.

La loro fine sarà triste, lo ripeto.
In breve tempo dovranno fare attenzione – insieme ai politici ed alle celebrità che tanto si sono esposte nell’appoggiare queste nefandezze – alla loro sicurezza personale.
E nel nuovo equilibrio che sorgerà, saranno proprio le classi più deboli a soffrire di più.

Quelle che a chiacchiere hanno sempre detto di difendere.

Hanno ormai già perso la loro partita.
Esattamente come nel 1985 il comunista Karpov contro il liberista Kasparov.

Prima della ventiquattresima – ed ultima partita – Kasparov conduceva di un punto : 12 a 11.
Karpov (che avrebbe avuto il Bianco) doveva obbligatoriamente vincere per mantenere il titolo di Campione del Mondo.
Per questo motivo fu costretto a scegliere una variante molto aggressiva contro la Siciliana Scheveningen di Kasparov, scagliando violentemente in avanti tutti i pedoni dell’arrocco.

Ma il Nero reggerà l’urto e nello Zeitnot reciproco finale infilzerà l’avversario in contropiede.



44


You cannot copy content of this page