Una credibilità persa per sempre

Pubblicato il 19 Settembre 2021 da Veronica Baker

Per quante volte una menzogna possa essere dimostrata falsa, c’è sempre una percentuale di persone che la riterrà vera.

Arthur Bloch


Una credibilità persa per sempre

Questa è la serie di menzogne che i mass-media raccontano ormai tutti i giorni :

“No, è che è mutato…”
“No, è che non so cosa sia…”.
“No, è che ora è la variante…”.

Non smettono – anzi non possono smettere più ormai – di mentire affinchè la loro versione appaia “credibile”.
Ma ormai si sono giocati la faccia.

Una credibilità persa per sempre
Questa è la vita attuale di questa povera ragazza….ma per i mass-media tutto bene, non esistono effetti collaterali, anzi, “salvano vite umane”…

E’ “troppo” ovvio che stanno mentendo.

Ma a loro ormai non importa più perché lo fanno da molto tempo.

Non vi hanno ad esempio fatto ingoiare che la gente vota davvero per i partiti politici ?
Mentono così da 40-50 anni.

E tutti credono che il popolo sia davvero rappresentato da quei partiti.

E mentiranno, mentiranno e mentiranno.
E molti crederanno a tutte queste bugie.

Perché ?
Perché te lo dicono “loro”, le fonti considerate “autorevoli”.

E la gente alla fine è indotta a pensare :

“Beh, deve essere vero”

Anche se in fondo sanno dentro di loro, che è una bugia.

Ma, dato che tutti lo accettano senza obiettare, diventa una verità, come affermava già ai tempi Goebbels.

Tutti si rendono conto che questo “non sembra proprio un virus”.
Ma siccome ne parla la TV, lo accettano come se lo fosse per davvero.

Naturalmente è possibile smontarli facilmente in modo scientifico.

Ma ci sarà sempre il vicino di casa mezzo idiota, l’amico ingenuo, od il collega di lavoro che insisterà sulla esistenza del fantomatico “virus”.
Ma loro hanno solo le parole della TV.
Che hanno credibilità sottozero.

Mentre noi abbiamo la conoscenza.
Quella vera.



BannerVeronica 1


You cannot copy content of this page