Una battaglia fra verità e menzogna

Pubblicato il 5 Ottobre 2021 da Veronica Baker

La vita ha quattro sensi : amare, soffrire, lottare e vincere.
Chi ama soffre, chi soffre lotta, chi lotta vince.
Ama molto, soffri poco, lotta tanto e vinci sempre.

Oriana Fallaci


Una battaglia fra verità e menzogna

puma 3 wallpaper 1680x1050 1
O riusciamo a liberarci per sempre da questi elementi oscuri, oppure alla fine la Umanità in un paio di generazioni scomparirà… (Thx to A. per la foto !)

Questa volta il destino della Umanità dipende davvero dalle NOSTRE decisioni individuali.

O riusciamo a liberarci per sempre da questi elementi oscuri, oppure alla fine la Umanità in un paio di generazioni scomparirà.

Non ci sono e non ci possono essere esiti intermedi.

Per mettere fine a tutto questo, occorre la conoscenza.
Loro per ottenere i loro risultati, hanno bisogno della loro collaborazione.

Leggo in giro che c’è bisogno di gente capace, di leader in gradi di trascinare, di persone pragmatiche che abbiano voglia di fare qualcosa e non di agire.

Sono anni che ho proposto idee, agisco in prima persona, combatto.
Ovviamente sempre inascoltata nella quasi totalità dei casi.

Ma ecco ad esempio alcune idee SEMPLICI per combattere legalmente ed in modo pacifico il cosiddetto sistema.

Personalmente è un decennio che agisco contro il cosiddetto “sistema” seguendo esattamente questi principi.
Eccole in versione “riveduta e corretta” riguardo il momento attuale.

1.Informarsi attivamente

Iniziare ad informarsi attivamente significa individuare i mandanti della “farsa”.
E di conseguenza anche coloro che hanno venduto la loro anima per il vil denaro : politici, medici, personale paramedico, giornalisti.

Capitolo a parte le forze dell’ordine.
E’ vero che da una parte giurano fedeltà assoluta allo Stato.
Ma dall’altra quando opprimono il proprio popolo (ed è proprio quello che sta accadendo in questo momento) alla fine saranno condannate per alto tradimento.
E non basterà rispondere “stavo solo eseguendo gli ordini !”.

La storia ce lo insegna.
Basta ricordarsi l’esempio delle tristemente famose Schutz-Staffel di hitleriana memoria

2.Utilizzare “a specchio” gli stessi metodi utilizzati dai governi mondialisti

E’ noto che le armi più potenti utilizzate dagli oppressori siano il denaro e la burocrazia.
Ma è possibile rendere loro pan per focaccia.

Ad esempio basta non spendere il proprio denaro comprando da multinazionali o da società che fanno capo ai cosiddetti “mandanti”.
Quindi non solo società oltreoceano ben note come Amazon, Ebay oppure Microsoft.

Ma anche (e soprattutto) certe aziende “finte nazionali”.
Ogni riferimento a Fiat/Exor (e quindi a tutte le società della galassia) non è certo casuale.

Mentre per quanto riguarda la burocrazia, studiare sempre da soli – e soprattutto preventivamente – tutti i cavilli legali esistenti.
In modo tale da rendere difficile (se non proprio impossibile) l’attuazione di norme illiberali.
Se non proprio dittatoriali.

3.Boicottare il mainstream

Buttare via la propria televisione.
Oppure lasciarla sempre spenta, od utilizzarla esclusivamente come monitor per il proprio PC o per guardare dei DVD.

La mia è stata definitivamente rotta dai miei gatti, che un paio d’anni fa giocando a nascondino l’hanno buttata per terra (e già praticamente non la accendevo più da 15 anni).
Quel giorno non li ho certo sgridati, ma li ho ringraziati.

Ovviamente non acquistare nessun giornale in forma cartacea (ed evitare naturalmente i relativi portali internet).
Ormai sono tutti più o meno controllati dai medesimi gruppi editoriali.

4.Pagare in contanti

Naturalmente quando possibile.
E soprattutto se si tratta di piccole somme.

Il problema non sono ovviamente la moneta elettronica e le carte di debito/credito.
Ma è l’imposizione di un unico metodo di pagamento che al suo interno possiede dei “bachi” facilmente sfruttabili da parte dei banchieri mondialisti.

5.Risolvere i problemi derivanti dalla dissonanza cognitiva

Evitare ad esempio di insistere troppo sull’argomento “virus farsa” con chi non vuole capire.
E’ solo fiato sprecato.

In psicologia la dissonanza cognitiva è definita come la tensione o il disagio che proviamo quando abbiamo due idee opposte ed incompatibili fra di loro.
A questo punto preferiamo credere ad una confortevole bugia piuttosto che ad una spiacevole verità.

Purtroppo il sistema del Vero Potere ha fatto sì che molte persone non hanno e non avranno mai il coraggio di ribellarsi al sistema.

Od all’antisistema.
Che ne è esattamente la versione speculare e che agisce nel medesimo modo e con i medesimi metodi.

Soprattutto non si ottiene alcun risultato pratico.

leopard in tree 4 wallpaper 1680x1050 1
Piuttosto insistere sempre sulle conseguenze pratiche dei problemi economici conseguenti…(Thx to A. per la foto !)

Piuttosto insistere sempre sulle conseguenze pratiche dei problemi economici conseguenti.

In particolare sulla prossima devastante depressione economica che inevitabilmente a breve arriverà.

Tutti improvvisamente iniziano a ragionare non appena viene toccato il loro portafoglio.
Ed anche il più fervente “CoVidiota” inizierà a preoccuparsi delle palanche che mancheranno per comprare l’ultima serie di telefilm su Netflix o le partite di calcio su Sky.

Invece quando si parla con persone che potenzialmente hanno un buon grado di cultura (e quindi forse possiedono ancora qualche neurone funzionante) porre loro alcune semplici domande.

Ma senza affermazioni dirette.
Cui si opporrebbero per principio, come un dogma religioso.

E soprattutto senza fornire alcuna risposta a riguardo.
Basta usare espressioni del tipo “non sarà che…”, “però sei tu che devi pensarci bene”, “ma non ti sembra che…”

6.Ripristinare (almeno a livello personale) il concetto di meritocrazia

Ad esempio boicottare chi vende prodotti o servizi di bassa qualità.
Ma anche non eseguire “per il bene comune” compiti che per legge dovrebbero spettare alle autorità locali od allo stato.

E quando si tratta di lavori di qualità, fare in modo sempre che venga rispettata la paternità dell’opera o del prodotto creato.
Evitare quindi che altre persone – i soliti furbetti del quartierino – si prendano un merito che non è loro.

7.Educazione ed onestà non hanno prezzo

Ricambiare sempre gentilezza ed onestà.

Mentre nei confronti dei maleducati e dei disonesti, salutarli cortesemente.
Ma poi tirare avanti con un “Arrivederci e grazie”.
Fra questi, vanno considerati anche tutti coloro che richiedendo la imposizione di norme illiberali ed incivili (come l’uso della mascherina) sono implicitamente dei collaborazionisti del sistema.

In questo modo si evitano discussioni inutili.
Tanto non ammetteranno mai di avere torto.

Ma soprattutto ripicche da quattro soldi.
Perchè solitamente queste persone sono sia permalose che vendicative.

In poche parole, un semplice boicottaggio è sufficiente.

Certo, non cambieremo il mondo.
Questo poco ma sicuro.
Ma sicuramente possiamo iniziare a riappropriarci del senso di giustizia.

Quella che ormai non viene più rispettata da nessuno.
In particolare dalle più alte cariche dello stato (in minuscolo, ovviamente), che in questo momento stanno occupando abusivamente posizioni cui non sono degni di detenere.

Quindi dobbiamo essere NOI STESSI a sopperire in prima persona a questa mancanza di giustizia.
Applicandola nella nostra vita di tutti i giorni.
In qualunque parte del globo terrestre stiamo vivendo.



Occorre essere consapevoli di tutto quello che succede intorno a noi.
Fra le altre cose, ho presentato nei giorni scorsi l’argomento più delicato in assoluto, i cosiddetti “black-eyed babies”.

I bimbi che stanno nascendo con gli occhi neri.
Ma la maggior parte della gente non ha fatto attenzione a questi post.

Perché – soprattutto in Italia – tutti si stanno perdendo dietro a proteste futili, individuali, ancora una volta contro ed esclusivamente contro i politici locali.

Oppure si fermano a guardare esclusivamente gli effetti collaterali dei veleni.
Ma il peggio deve ancora arrivare.

E le autorità che fanno ?
Nulla.

La magistratura, la giustizia ed in molti casi le forze dell’ordine si preoccupano esclusivamente di mantenere il loro status sociale.
Invece di farsi una domanda legittima del tipo :

“‘La gente sta morendo in un modo molto strano”.

Che fanno ?
Coprono, dissimulano, nascondono.
In poche parole stanno “normalizzando” questo genocidio.
Diventandone complici a tutti gli effetti.

Sì, qualche mosca bianca c’è.
Ma molto poche, almeno per ora.

58 nightwish
La battaglia semplicemente consiste nell’esporre la verità…

Questa è una battaglia tra verità e menzogna.
La battaglia semplicemente consiste nell’esporre la verità.

La autorità non desiderano nessuna denuncia su quello che sta succedendo.
In poche parole, non vogliono che si sappia in giro.

Loro sanno tutto, ma proprio tutto.
Conoscono perfettamente tutte le cifre.
Censimento, anagrafe, cartelle cliniche, statistiche degli effetti collaterali.

Hanno tutto, e lo nascondono.

E pretendono che tutti noi che assistiamo a questo genocidio dobbiamo tapparci la bocca.

Vogliono che tutti non si preoccupino di ciò che succede intorno a noi.

Le denunce non servono.

Fanno finta invariabilmente di ascoltarti – e questo succede in tutto il mondo – ti fanno compilare un po’ di moduli, e poi, ti rispondono che indagheranno sull’accaduto.
Ma non faranno mai nulla.

Lo ripeto, loro sanno, loro conoscono.
So ad esempio di essere monitorata giornalmente, e so che questo mio sito è una spina nel fianco per loro.

Perchè non è il classico sito internet che vuole fare solo polemica fine a se stessa, non è un contenitore generico di contenuti trattati in maniera molto superficiale.
No, qua sono presenti analisi scientifiche di alto livello, ci sono articoli tradotti in italiano che non si trovano da nessuna altra parte, ci sono analisi precise e dettagliate sugli eventi di natura socio-politica, ci sono informazioni su chi sono i nostri veri nemici e non quelli di facciata.

Ed anche se la giustizia non vuole intervenire, se le forze dell’ordine fanno finta di preoccuparsi, non smetterò di insistere nel mio lavoro.
Anche – nonostante – ci siano persone che ancora si preoccupano del numero dei click, di essere loro quelli più “popolari”,  arrivando a provare ad imitare il mio stile espositivo ed il mio modo di analizzare le problematiche a 360°.

Nonostante tutto questo, che indubbiamente non mi aiuta, insisterò in continuazione.
La gente deve rendersi davvero conto di quello che sta succedendo.

Ed è molto più serio di quello che si pensi.
Non si tratta solo di grafene, il che già sarebbe abbastanza.

Perchè pare sempre prendere più piede la ipotesi del Dr. Robert Young, almeno per quanto riguardo il cosiddetto veleno Pfizer :

(…)una presenza misteriosa e acuta nel vaccino Pfizer.
Appare ed è identificato anatomicamente come un parassita Trypanosoma cruzi di cui diverse varianti sono letali ed è una delle tante cause di sindrome da immunodeficienza acquisita o AIDS. [Atlas of Human Parasitology, 4a edizione, Lawrence Ash e Thomas Orithel, pagine da 174 a 178]

Ma ci possono essere ipotesi addirittura più inquietanti,.
Che questo “essere vivo” che sembra un parassita, non sia un parassita.
Potrebbe essere un qualcosa che serva anche per manipolare e/o modificare la nostra stessa genetica.

Quello che già più colpisce dei “black-eyed babies”, oltre allo sguardo spento ed in apparenza senza Vita, sono gli occhi neri e soprattutto il loro “invecchiamento” precoce.
Solitamente alla nascita i neonati hanno gli occhi chiari, e poi acquisiscono il loro colore naturale quando si formano la retina e l’iride.

Inoltre questi “Black-Eyed Babies” iniziano a gattonare intorno alle due settimane (quando il tempo normale è intorno ai 7 mesi circa), ed iniziano a camminare intorno ai 3 mesi di età, quando invece il tempo normale medio è intorno ai 10-12 mesi (anche se talvolta con uno sviluppo precoce si può iniziare a 9-10 mesi).

Una indagine che è solo agli inizi e che mi auguro non vada nella direzione che sta prendendo.
Ma una cosa è certa.

Questo scempio va fermato al più presto.
Stanno provando a soffocare la Vita in tutti i modi.

Perchè questo veleno spacciato per “vaccino” altro non è che magia nera allo stato alchemico più puro e malvagio.

Quindi non c’è a questo punto solo solo il grafene che intossica, uccide, irradia.
Può davvero esserci qualcosa d’altro.

Non sappiamo nemmeno se sono davvero organismi viventi.
Certo, si muovono.

galassia J0921 4509 1024x640 1 e1632841449976
Ma il peggio deve ancora arrivare…

Non sappiamo se si tratta di pseudo-vita o di qualcos’altro.
Ma a parte i materiali che possono essere conosciuti – come il grafene, che è già molto preoccupante – ed alcuni metalli, il resto sono cose sconosciute per ora.

Possono avere introdotto degli agenti che possono influenzare la biologia umana.
Certo, lo so, in questo momento molti mi prenderanno per pazza.

Ma se guardi tutto quello che sta succedendo nel contesto in cui ci viviamo oggi – dove stanno comparendo bambini con queste sindromi – allora un campanello di allarme almeno deve suonare.

Non so se è compresa la gravità di quanto sto affermando.
Se tutte queste ipotesi sono confermate, si tratterebbe di una vera e propria guerra fra specie.

Ci sarebbe qualcuno che non è nemmeno della nostra specie che colonizza, parassita, manipola geneticamente e fa di noi quello che vuole.
Sterminarci, massacrarci, dominarci.

Se viene dimostrata questa ipotesi…non voglio nemmeno pensarci.
Se cominciano ad apparire sempre più bambini con questa sindrome, siamo di fronte al problema più grave che l’umanità abbia mai affrontato in tutta la sua storia.



BannerVeronica 1


You cannot copy content of this page