Una agenda politica

Pubblicato il 22 Aprile 2020 da Veronica Baker

Noi, il Popolo, siamo i padroni legittimi sia del Congresso che dei tribunali, non per rovesciare la Costituzione, ma per rovesciare gli uomini che pervertono la Costituzione.

Abraham Lincoln


Una agenda politica

Una agenda politica
Proteste (per ora ancora pacifiche) stanno divampando un po’ ovunque nel mondo…

Il tasso dei senzatetto sta aumentando in modo allarmante.
La gente ha perso il lavoro e non ha soldi per un riparo.

Alcuni sono stati ridotti ad affittare stanze in fatiscenti motel, arrivando a pagare dai 40 ai 50 Dollari al giorno.

A partire alla quarta settimana una persona dotata di intelligenza media inizierà a mettere in discussione le verità ufficiali.
La risposta dei governi (cui stiamo già assistendo in questi giorni) sarà il tentativo di bloccare la libertà di parola.

Infatti le proteste (per ora ancora pacifiche) stanno divampando un po’ ovunque nel mondo.
Fra circa due settimane prevedibilmente aumenteranno la violenza ed i disordini civili.
Le elite ovviamente non possono più mentire a lungo.

Ovviamente c’è un’agenda politica molto più ampia per raggiungere particolari obiettivi.
Microsoft in data 26 Marzo 2020 ha improvvisamente richiesto un brevetto (WO /2020/060606) per un dispositivo di criptovaluta attaccato al corpo.
Un’ovvia spinta ad eliminare la carta moneta.

Questa elite naturalmente non ha alcun rispetto per i diritti umani.
Pensano di poter ridurre tutta la gente in schiavitù, distruggere i loro posti di lavoro, nazionalizzare le principali imprese di interesse nazionale ed eliminare le banconote cartacee per creare un “nuovo ordine mondiale verde”.

Mi dispiace, care elite “sinistre/verdi”.
Ma questo progetto secondo l’intelligenza artificiale è destinato (almeno per questa volta) a fallire in modo fragoroso.

Le rivoluzioni russa e cinese sono successe a causa dell’enorme povertà della gente comune che non aveva mai avuto una vita normale.
Invece in questo caso la povertà viene inflitta alla gente confinata in casa e limitata degli elementari diritti civili.

Una agenda politica
Stiamo solo inziando a vedere i danni provocati da questa follia…

Milioni di posti lavoro sono persi per sempre.
Stazioni di servizio chiudono, compagnie aeree falliscono.
Il crollo dei prezzi del petrolio provocherà maggiori tensioni in Medio Oriente.
Ed un conseguente l’aumento di disordini civili su scala globale.

Una minore disponibilità di generi alimentari sta iniziando a farsi sentire.
Non solo perchè non c’è disponibilità di migranti per il raccolto.
Ma soprattutto perchè le spedizioni sono state bloccate dal lockdown.
Ed il cibo ha iniziato a marcire nei magazzini.

Stiamo solo inziando a vedere i danni provocati da questa follia.
A Maggio la devastazione economica comincerà ad apparire ogni giorno sempre più choccante.

Entro la metà di Maggio le proteste diventeranno sempre più violente.
Anche questo un trend sempre più crescente, che avrà il suo picco a Novembre.
La situazione sta per precipitare.

E più Google, Facebook e Microsoft cercheranno di reprimere le proteste censurando, maggiori saranno le probabilità che scoppino delle violentissime rivolte.



BannerVeronica 1


You cannot copy content of this page