Un popolo di sado-masochisti

Pubblicato il 7 Dicembre 2021 da Veronica Baker

Questo Natale, il miglior regalo che potete fare ai vostri cari è la Costituzione.
Regala il dono della libertà.
Però va letta per davvero (e soprattutto compresa).

Veronica Baker


Un popolo di sado-masochisti

Un popolo di sado-masochisti
Questo Natale, il miglior regalo che potete fare ai vostri cari è la Costituzione…

Occorre infatti agire a livello individuale ed in modo autonomo.
Non è necessario appartenere ad alcuna organizzazione, gruppo o collettivo.

Qualsiasi azione individuale è sempre la più potente.
Occorre solo credere davvero in se stessi o se stesse.

Questa è una vera coscienza connessa e non una mente ad alveare.

La mente dell’alveare segue un leader.
La coscienza si collega formando un UNO tra TUTTI.

D’altra parte è anche interessante notare come il trattamento da parte della Polizia sia già arrivato in molti casi al livello delle Schutz Staffel.

Con il passare del tempo le cosiddette SS divennero uno stato virtuale all’interno di uno stato nella Germania nazista, con uomini che si percepivano come l'”élite razziale” del futuro nazista.

Nello stato nazista, le SS assunsero la responsabilità principale per la sicurezza, l’identificazione dell’etnia, la politica di insediamento e di popolazione, e la raccolta e l’analisi dell’intelligence.

Dal 1939, le SS si assunsero la responsabilità di “risolvere” la cosiddetta questione ebraica.
Dopo il 1941, la sua leadership pianificò, coordinò e diresse la cosiddetta Soluzione Finale : l’annientamento degli ebrei europei, a cui oggi ci riferiamo come all’Olocausto.

Ma pare che il popolo (almeno una larga maggioranza) non se ne sia minimamente accorto.
Anzi, accetta di tutto senza profferire parola, come se fosse diventato improvvisamente sado-masochista.

Forse molti europei (ed italiani in particolare) ormai desiderano inconsciamente un mondo come questo.
In fondo nel corso degli ultimi decenni sono infatti già stati gradualmente schiavizzati.

E non reagiranno mai.

Finchè i loro “handlers” improvvisamente non pronunceranno la cosiddetta “safe word”.
Ed allora all’improvviso si desteranno.



D’altra parte esistono infatti importantissime e soprattutto potentissime connessioni fra il dilagare della violenza e lo sdoganamento – iniziato a partire più o meno dall’anno Duemila, cioè da quando ha iniziato a diffondersi internet nelle case – del cosiddetto BDSM.

Mostrando in questo modo il filo diretto che unisce la cosiddetta pornografia “violenta” e le attuali guerre di genere, i conflitti generazionali, le lotte politiche, i disordini razziali ed etnici.

Grazie al lavoro certosino dei cosiddetti “handlers” il BDSM è stato prima diffuso.
E poi contestualizzato nella cultura popolare.

Un popolo di sado-masochisti
Pare che il popolo sia diventato improvvisamente sado-masochista…

Esiste un desiderio di vendetta, di guerra, di fascismo, di violenza sessuale ormai presente nelle mente di milioni e milioni di persone.
Che in questo momento sta dilagando sempre di più nella nostra società.

Infatti sono sempre più diffusi (e soprattutto apprezzati) film porno di tortura, di vendetta, di guerra e persino nazisti.
Violenza immaginaria prima, e reale dopo.

In effetti il filone della cosiddetta “pornografia violenta” e la sua sempre più crescente diffusione nel mondo (basta vedere quanto ormai sono diventati popolari siti internet e forum che trattano di tematiche BDSM) rivelano non solo tendenze in evoluzione.

Ma aiutano anche a comprendere il futuro che dovremo affrontare.

Il sadomasochismo, la sua diffusione sempre più crescente nella cosiddetta cultura popolare e le sue conseguenze nella nostra società è un argomento molto più importante di quello che in apparenza sembra.


Ricevo e pubblico la seguente interessantissima riflessione sul post dell’altro ieri.
Una riflessione che sostanzialmente condivido.


Dal 2020 nella maggior parte dell’Europa non esiste più alcuna legge.
Già a gennaio nel 2020 ci sarebbe stata la possibilità di denunciare la situazione : l’applicazione clinica di un kit PCR è illegale.
Ogni singolo test utilizzato per questo scopo è un crimine.



Quindi di conseguenza qualsiasi stato di emergenza è illegale (senza voler andare a scomodare Stefan Lanka e la sua magistrale esposizione sulla NON esistenza dei virus), ed a cascata tutte le decisioni prese durante quel periodo sono completamente illegali (senza contare che la maggior parte dei governi stessi sono illegittimi, ma questo pare che non interessi più a nessuno).



Poi hanno cominciato ad ucciderci (partendo dagli anziani) con il Midazolam, la Morfina oppure delle overdosi di idrossiclorochina.
Quando il responsabile dell’OMS è stato interrogato sulle dosi palesemente esagerate e così letali, ha risposto :

“Da qualche parte occorre cominciare”.

Qualcuno l’ha mai trascinato davanti ad un tribunale ?

Poi hanno cominciato con i loro cosiddetti “vaccini” – e non parliamo di tutti i crimini allucinanti contro l’umanità che nel frattempo sono stati compiuti.

Sono stanco di tutti questi cretini che non sanno neanche contare fino a dieci, ed invece si mettono in vetrina come salvatori dell’umanità senza fornire un solo risultato utile.

Le tue menzioni sulle scadenze dei cosiddetti “vaccini” sono esatte.

Fatto è però che “loro” se ne sbatteranno.
E lo potranno fare essenzialmente per due ragioni :

Perché la maggioranza del popolo glielo permetterà.
E soprattutto perché nessuno li denuncerà mai per davvero.

Qua in Europa stiamo vivendo in cinque o sei paesi, da due anni ormai, senza Costituzione.
In poche parole : quelli possono fare quel cavolo che gli pare.

Siamo in guerra.
Ed il problema fondamentale è che questo sembra che nessuno l’abbia capito.

Che gliene fregherà alla Commissione Europea se scaderanno i “permessi” ?
Quelli se ne infischiano del Common Law o dei diritti umani.
L’unica legge ormai che conta è quella bellica.

Quando ho cercato di far notare (a settembre 2020) – che ciò che Licio Gelli aveva descritto nella sua ultima intervista nel documentario “Die Akte Berlusconi” della rete televisiva Arte (nel 2009 se non mi sbaglio), ovvero : che lo scopo della cosiddetta “strategia della tensione” era quello di abolire la Costituzione e di proclamare lo stato d’emergenza.

Oggi è stato realizzato.
Non solo in Italia, ma in ben 4 paesi europei : Italia, Francia, Spagna e Belgio.



Fatto è che l’Italia, dopo gli USA e prima di Israele, è uno stato fondato (e da allora soprattutto sempre governato) dalla massoneria, od almeno da massoni.

Ed il fatto che ora si stia provando a realizzare su scala mondiale ciò che allora si cercava di applicare nei singoli paesi (non solo europei) non è soltanto un indizio, ma proprio la prova del fatto che sono le stesse forze dietro le quinte di allora che oggi sono responsabili per questa “plandemia” come lo erano state ad esempio in passato per Piazza Fontana, la stazione centrale di Bologna o l’Oktoberfest a Monaco di Baviera.

Il Masernvirenprozess di Lanka ha provato che quei farabutti sono battibili pure sul loro campo.



Beh, caro amico Rainer Füllmich, potresti finalmente alzare le chiappe e combinare qualcosa di utile invece di chiacchierare ?
Dubito che ne uscirà qualcosa di utile ; perché se si parte dall’esistenza di una cosa inesistente, mi sa che sarà difficile essere efficaci.

Comunque sia, se dovesse finalmente muoversi…grazie tante.

Nel frattempo tiene banco la banalissima – e pure un po’ inflazionata – domanda :

“Preferiremmo morire in libertà (anche se parecchio finta) o vivere in schiavitù ?”

Il problema è che 9 su 10 umani non capiscono neanche la domanda.
Risponderebbero invariabilmente :

“Ma questa non è schiavitù !”.

Nel bel mentre pronunciano queste parole dal loro fondoschiena sporge un bastone chiodato (made in China) – che, a quanto pare, li fa pure godere.

E se non dovesse essere così, un “semidio” in camice bianco premerà un bottoncino e allora goderanno di sicuro, mentre dal loro fondoschiena sporgerà il solito bastone chiodato.

In fondo la domanda che dobbiamo porre a noi stessi è facile :

“Preferiamo la nostra vita personale od il genoma umano ?”

Un popolo di sado-masochisti
Visto che con l’indottrinamento e la propaganda non ci riescono, d’ora in poi ci proveranno con la forza…

Insomma, se vogliamo sopravvivere noi individualmente o la specie umana.
Siamo disposti a questo ?

E se sì, quanti di noi davvero saranno disposti ?
Teoricamente ne basterebbe una o uno.

Più saremo, meno avranno “loro” una chance.
Più andiamo avanti con questa assurda farsa, più mi tranquillizzo.

Non ce la faranno.

Siamo in troppi a non cascarci e – soprattutto – siamo in troppi ad essere incapaci di superare quella specifica soglia del tradimento.

Non si erano aspettati una tale resistenza al cosiddetto “vaccino”.

Visto che con l’indottrinamento e la propaganda non ci riescono, d’ora in poi ci proveranno con la forza.

Questo, irrevocabilmente, finirà in un attacco aperto.
Quindi continueranno a mentire, a truffare ed a tradire.

Il risultato di questa tattica sarà che molta gente inizierà a svegliarsi.
Ed infine ci diremo :

“Meglio farci massacrare che “vivere” in quel mondo di merda che ci sta aspettando”.

E non finirà con la nostra morte.
Un momento dopo ci ritroveremo nel solito circuito, un po’ più saggi ed un po’ più calmi.

Poi proveranno a massacrarci nuovamente.
Ed un attimo dopo ci ritroveranno di nuovo tra i piedi … e così via.

Essere un umano è un test.
Un test che, sostanzialmente, consiste di due aspetti.

Non ci ricordiamo chi siamo e ci siamo scordati di essere immortali.

P.Weber



BannerVeronica 1


You cannot copy content of this page