Un grave errore

Pubblicato il 22 Gennaio 2022 da Veronica Baker

Il significato della parola uguaglianza non deve essere “omologazione”.

Veronica Baker


Un grave errore

Un grave errore
Come ampiamente previsto nei mesi scorsi, la situazione sta sfuggendo di mano agli elitisti…

Come ampiamente previsto già da più di un anno, la situazione alla fine sta sfuggendo di mano agli elitisti.
Il loro piano di cambiare l’economia capitalista per trasformarla (tornando indietro di circa 300 anni) in un sistema socialista feudale ovviamente fallirà.

In molti stati – soprattutto quelli più evoluti – la percentuale della popolazione che ormai ha aperto gli occhi è di circa il 40%.
Tutto sempre dipende dalle persone.

Ed erroneamente la elite questa volta hanno ritenuto che fossero tutte pecore.
Ma hanno fatto i conti senza l’oste.

Anche le generazioni più giovani – quelle indottrinate dai programmi di sinistra – stanno iniziando a comprendere che stanno perdendo la loro libertà.

Ed iniziano anche loro a chiedersi “che cosa sia successo”.

Al tempo del suo massimo splendore, la città di Roma contava circa un milione di abitanti.
Circa diecimila facevano parte della cosiddetta elite, o “Club”.

Quando l’impero romano cadde, la popolazione della città si era ridotta ormai di almeno il 90%.
Quindi il “Club” – in termini puramente relativi – diminuì numericamente in modo più drammatico.

Saranno proprio coloro che hanno causato questo tracollo i primi a pagare pegno pesantemente.


Luglio 30, 2020


I danni di questa pazzia inizieranno a farsi sentire in modo ancora più drammatico nel 2022.

Negli USA (secondo le stime ufficiali) attualmente ci sono circa 25 milioni di disoccupati che ricevono un ben misero sussidio di 600 $ a settimana.
Che rischiano ben presto di diventare 200 $.
Per la insostenibilità di erogare ulteriormente programmi di sostegno economico da parte delle diverse amministrazioni locali e stati.

In realtà le cifre ufficiali di disoccupazione sono assai più alte : circa 40 milioni,
Perchè occorre considerare tutti coloro che lavoravano a tempo determinato, esclusi da un qualsiasi sussidio di disoccupazione.

Come già previsto sin dall’inizio, le cifre hanno già raggiunto i livelli della Grande Depressione.

Inoltre la moratoria nel pagamento degli affitti – che è in vigore da crica quattro mesi – sta per concludersi.
Oltre 12 milioni di affittuari sono morosi.
Con il concreto rischio che molti di loro possano ritrovarsi da un giorno all’altro sulla strada, sennza casa nè lavoro.

Il tasso dei senzatetto sta aumentando in modo allarmante.
La gente ha perso il lavoro e non ha soldi per un riparo.

Alcuni sono stati ridotti ad affittare stanze in fatiscenti motel, arrivando a pagare dai 40 ai 50 Dollari al giorno.

Le piccole imprese – ovviamente quelle maggiormente in difficoltà – stanno deprimendo irreparabilmente le quotazioni degli immobili commerciali.

Questa elite naturalmente non ha alcun rispetto per i diritti umani.
Pensano di poter ridurre tutta la gente in schiavitù, distruggere i loro posti di lavoro, nazionalizzare le principali imprese di interesse nazionale ed eliminare le banconote cartacee per creare un “nuovo ordine mondiale verde”.

Tutti i politici, i giornalisti, i medici, il personale paramedico che stanno così tanto opprimendo la gente ben presto vivranno un vero e proprio incubo.

Solo un gruppo di psicopatici malati mentali – come sono effettivamente i membri del cosiddetto “club” – ed i loro stupidi scagnozzi (di cui si libereranno al più presto non appena non serviranno più al loro scopo) poteva concepire un piano così assurdo da immediato ricovero in manicomio.

Hanno deciso che è meglio (dal loro folle punto di vista) non mollare la presa cercando in tutti i modi di tenere le persone rinchiuse e terrorizzate in casa, piuttosto che permettere loro una (qualche) libertà e poi attuare un secondo blocco a settembre-ottobre con la prossima stagione influenzale.

In arrivo violenti disordini civili che li travolgeranno.

I governi stanno usando l’intera truffa del “virus killer” come mezzo per sopprimere la libertà di espressione del popolo.
Ma qiesta “stronzata” è talmente grande e vigliacca che i giornalisti, i medici e gli infermeri stanno davvero rischiando la vita.
Stanno camminando sul ciglio di un precipizio, senza rendersene conto.

Sono così arroganti e presuntuosi che credono di poter risolvere il problema semplicemente con un ben misero reddito di base garantito.

Durante le rivoluzioni – perchè sarà ciò che vedremo entro pochi mesi intorno a noi – queste persone saranno viste come traditori del popolo.
Saranno trascinate fuori dai loro uffici ed impiccate.
Oppure giustiziate dopo un processo sommario dove non verrà concessa loro alcuna possibilità di difesa regolare.
E tutti i loro beni ovviamente confiscati.

I governi di ispirazione marxista crolleranno improvvisamente, uno dietro l’altro.

Anthony Fauci – uno degli ideatori e dei responsabili di questo scempio mondiale – inizia a temere per la sua incolumità personale :

“I’ve seen a side of society that I guess is understandable but it’s a little bit disturbing.”

Fauci è un tipico elitario arrogante.

Questo è l’ennesimo esempio del puro e semplice disprezzo nei confronti della gente normale da parte di queste “celebrità”.
Loro non desiderano persone che abbiano dei sogni, delle aspirazioni, dei desideri.

Quando parlano di “fine del consumismo” mica si riferiscono a coloro che non guardano i loro film o non comprano la loro musica.
Ma di una riduzione del tenore di vita di tutti gli altri.
Mentre loro, l’elite delle celebrità, contineranno a vivere esattamente uguale a prima.

Pensa(no) di poter distruggere l’economia, spazzare via decine di milioni di posti di lavoro, pensioni, risparmi e il futuro delle persone.
E crede di poterla passarla liscia ?

E’ abbastanza ovvio che questi personaggi ben presto finiranno male se saranno ripristinati dei nuovi lockdown totali.
Ma pare davvero che i diversi governi mondiali vogliano davvero spingersi in questa a dir poco folle direzione.

Sono così disperati nel voler mantenere il potere a tutti i costi che nelle prossime settimane diventeranno ogni giorno che passa estremamente violenti e tirannici.
Cercheranno di eliminare ogni libertà solo per mantenere la presa sul potere a tutti i costi.

Ma non servirà a nulla.

Un grave errore
La regia è dell’ONU…

La verità è che semplicemente tutta questa farsa del “virus killer” non è altro che un colpo di stato politico su scala globale.

La regia è dell’ONU.
Gli esecutori sono quella “strana” alleanza fra marxisti, fanatici del Global Warming e paranoici del Nuovo Ordine Mondiale.

Tutti ben finanziati dal “Club” degli eletti.

Ovviamente la gente – che per ora sta solo covando sentimenti di vendetta – non è ancora completamente conscia di quello che sta succedendo.
Ma sta iniziando a (ri)svegliarsi.

Tutto l’ambiente politico è ormai diventato estremamente tossico.

E naturalmente sarà completamente destabilizzata – come insisto da tempo – qualsiasi fiducia in tutto ciò che è in un qualche modo legato allo Stato.

Il punto che i membri del “club” non hanno mai preso in considerazione : il crollo della fiducia della gente nei confronti di tutto ciò che è “pubblico” sarà epocale.

Inoltre sono state minate sin dai primi mesi la maggioranza delle filiere alimentari.

La rottura della cosiddetta filiera alimentare avrà conseguente devastanti che si ripercuoteranno a cascata sul resto dell’economia.

Il settore era già in crisi a causa delle difficoltà incontrate nel corso del 2019.
Ma ora molti imprenditori del settore agricolo sono destinati in breve tempo alla bancarotta.

Semplicemente non ci sono – o meglio, non possono esserci – compratori.
Margini nulli, domanda inesistente.
E per di più non sono disponibili lavoratori migranti per il raccolto.

Le crescenti tensioni fra i diversi stati non gioveranno.

Penso che questa generazione (soprattutto occidentale) abbia prodotto i politici più stupidi della storia.

Ormai non c’è davvero più nessun dubbio.



Maggio 23, 2020


Una barzelletta ?

Un grave errore
Un’altra vittima di questo folle lockdown….

Ieri si è registrato un altro fallimento importante.
Hertz infatti ha chiesto il chapter 11 per la sua divisione USA : 12.000 licenziamenti.
Un’altra vittima di questo folle lockdown.
Infatti il business del noleggio di auto in questi ultimi mesi si è praticamente azzerato o quasi.

Sicuramente Bill Gates ed i suoi amichetti oggi staranno sicuramente festeggiando questo evento a caviale e champagne.
Il problema è che non si rendono davvero conto che il mostro che hanno creato travolgerà ben presto anche le loro imprese.
Ed anche le loro vite.

Vediamo facilmente il perchè.

La distruzione economica totale può essere quantificata in circa 30 trilioni di dollari.

A cui però dobbiamo aggiungere la distruzione completa di valore degli immobili ad uso commerciale.
In questo momento non hanno nessuna offerta in denaro.
Ed una valorizzazione teorica che rispetto all’inizio dell’anno si è già dimezzata o quasi.

Possiamo più o meno quantificare questa cifra in circa 15 trilioni di dollari di perdite ulteriori per il settore.

A cui dobbiamo aggiungere l’imminente ondata di mancati pagamenti di obbligazioni da parte dei paesi emergenti.
Poichè in questi ultimi tre mesi hanno visto crollare a zero le loro esportazioni.

Quantificando ancora, il Pil globale è attualmente circa 90 trilioni di dollari.

Il settore immobiliare commerciale vale circa 32 trilioni di dollari.
Quello agricolo circa 27 trilioni di dollari.
Il totale dell’immobiliare residenziale è di circa 170 trilioni di dollari (questo era il valore alla fine del 2019).

In totale, il valore globale degli immobili (residenziale+commerciale) è circa 230 trilioni di dollari.

Un grave errore
La capitalizzazione totale del mercato azionario mondiale alla fine del 2019 era di quasi 90 trilioni di dollari…

Il mercato obbligazionario globale ha un valore di circa 100 trilioni di dollari.
Mentre la capitalizzazione totale del mercato azionario mondiale alla fine del 2019 era di quasi 90 trilioni di dollari.
Pertanto il valore globale del capitale mondiale (immobili+obbligazioni+azioni) è intorno ai 420 trilioni di dollari.

Le ultime statistiche governative hanno valutato la contrazione economica del Pil mondiale per quest’anno di circa il 30%.
Di conseguenza, essendo il PIL mondiale attualmente di 90 trilioni di dollari, sarà di circa 30 trilioni di dollari.

Sulla base di questo valore si può quindi stimare un calo del valore globale del capitale mondiale (immobili+obbligazioni+azioni) di circa 120 trilioni di dollari.

Un capitale che però attualmente nella maggior parte dei casi (immobili ed obbligazioni di paesi emergenti) è completamente illiquido.

Quindi lo stimulus globale di 10 trilioni di dollari proposto dai corrottissimi governi mondiali (che hanno appoggiato questa farsa del virus killer) è semplicemente una barzelletta.

In pratica, è come se a fronte di una perdita di 10.000$ venisse offerto un rimborso (nel migliore dei casi) di 1200 $.
Chi accetterebbe uno scambio del genere ?

Ovviamente nessuno.

Grazie a questi pazzi l’economia mondiale sarà danneggiata per sempre.
I politici (corrotti fino al midollo dal primo all’ultimo) non vedono al di là del loro naso.

Soprattutto non comprendono che l’economia non funziona come il Lego, che lo puoi montare e smontare a piacimento.
E’ piuttosto una rete a maglie, dove tutti i paesi del mondo (e conseguentemente tutti i settori produttivi e non) sono fra di loro interconnessi.

Ma c’è anche un ulteriore problema.
La confidenza.

I danni prodotti da questo scempio alla psicologia di una malsana umanità già pesantemente danneggiata dallo svuotamento e dalla spersonalizzazione della propria vita personale saranno superiori a quello che i creatori potevano immaginare.

Ed impatteranno pesantemente gli usi e costumi della quotidianità.
Compresi i loro, ovviamente.

Anche quando i locali pubblici riapriranno, i consumi non riprenderanno.

Anche semplicemente una correzione del 10% del valore del capitale mondiale porterà ad una distruzione del capitale globale di 42 trilioni di dollari.
Un valore semplicemente astronomico, che non potrà mai essere risanato da alcuno “stimulus”.

Nel 2022 avremo una depressione economica che farà letteralmente impallidire la Grande Depressione degli anni ’30.

Senza contare che i prezzi dei prodotti alimentari stanno già aumentando silenziosamente.
Nonostante il settore agricolo sia in profonda contrazione.

L’anno scorso, il CPI alimentare è stato in tutto l’anno di circa l’1%.
Ora siamo già arrivati al 3% su base annua in sole otto settimane.

Questo è il risultato della distruzione delle filiere alimentari.
Con la concreta probabilità di carestie per i prossimi due anni.


Luglio 20, 2020


Il destino di ogni Impero

Il destino di ogni impero
Una civiltà prospera se tutti ne traggono beneficio…

Una civiltà prospera se tutti ne traggono beneficio.
Quando invece esiste una oligarchia che detiene dei privilegi esclusivi, il suo declino (ed il suo inevitabile crollo finale) è già in corso.

Per rendere il mondo migliore non c’è bisogno di creare dogmi che limitino le scelte individuali.
O che le indirizzino verso specifiche concezioni esistenziali.
Regole sono ovviamente necessarie per evitare un’anarchia totale.

Non c’è bisogno di promulgare leggi che garantiscano diritti particolari a favore di uno specifico gruppo.
Il fondamento di una civiltà in espansione è infatti :

Tutte le persone devono essere trattate nel medesimo modo.

Etnia, colore della pelle, credo religioso, genere.
Devono condividere sempre diritti comuni di uguaglianza.

Tutti ovviamente non sono dotati delle stesse capacità.
O lo stesso talento nel lavoro, nelle arti, nei rapporti sociali.
Questo è sempre e comunque un dono di Dio.

Purtroppo decisamente spesso ci si scontra con persone che hanno una strana concezione del significato di “altrui”.

C’è infatti chi, pur non avendone alcun diritto, ama insinuarsi abusivamente e prepotentemente nelle pieghe della vita degli altri.

Tentando di condizionarle secondo i canoni del tutto arbitrari della sua filosofia.
Spesso non corrispondente alle esigenze di alcuno se non alle proprie.

Chiunque deve avere il diritto di coltivare il proprio talento.
Qualunque sia la professione scelta.

La vera libertà, oltre che per le innumerevoli altre cose, passa anche per queste.
E fare certe scelte non significa non rispettare la libertà altrui.
Ma esercitare la propria.

Quando manca questo presupposto fondamentale in un paese (od in una civiltà), il capitale umano (e finanziario) si trasferisce immediatamente verso lidi più sicuri.
Dove sono rispettate basilari condizioni di vita.

Infatti quando cadde l’Impero Romano, la maggior parte della popolazione aveva già abbandonato la capitale.
Tasse troppo alte e corruzione alle stelle avevano portato la città al collasso totale.

Un impero alla fine della sua esistenza si sgretola sempre.
Gli esempi storici sono innumerevoli.
Impero Romano, Impero Celeste Cinese, Impero Britannico, Impero Ottomano, Impero Austro-Ungarico, Yugoslavia, Unione Sovietica.

Questa volta tocca all’Unione Europea, al Canada, all’Australia.
E soprattutto agli Stati Uniti.

Impedire il collasso è ormai impossibile.
Le metastasi si sono ormai diffuse dappertutto.
Ma forse siamo ancora in tempo ad evitare una devastazione totale.


Luglio 14, 2020


Disgregazione ?

L'Occidente - come già indicato più volte - è destinato ad un periodo molto oscuro...
L’Occidente – come già indicato più volte – è destinato ad un periodo molto oscuro…

L’Occidente – come già indicato più volte – è destinato ad un periodo molto oscuro.
Sia dal punto di vista finanziario che da un punto di vista culturale.

Gli elitisti non riescono proprio a capire che la natura umana non può essere manipolata.

Solo minacciare di confiscare tutte le ricchezze private e poi pensare di ridistribuirle (secondo i loro cervellotici criteri) distruggerà completamente l’economia occidentale.
Perchè (ovviamente) chi vorrà fare libera impresa inevitabilmente in un battibaleno si trasferirà (se non se n’è già andato nel corso degli anni precedenti) in paesi dove sarà permessa.

In questo modo sarà buttata a zero pure la innovazione.
Un principio già conosciuto ai tempi di Adam Smith.

E’ per altro immediato comprendere come il controllo centralizzato del governo e la nazionalizzazione delle industrie distrugga completamente l’economia locale.

Incapaci di creare progresso.
Oltre a non creare posti di lavoro produttivi e non sapere gestire alcun processo economico.

Siamo alle porte del più grande collasso della storia dell’economia occidentale.
ll capitale (finanziario) si sta rapidamente già spostando dall’Occidente all’Asia.

E grazie a questi insani personaggi assisteremo anche alla completa distruzione della nostra cultura.
Alla totale divisione del mondo.

A poco a poco si costruiranno muri praticamente invalicabili.
Prima fra i diversi stati.
Poi fra diverse regioni.
Ed alla fine – inevitabilmente – pure fra città.

Incapaci di parlare addirittura una “lingua” comune.
E di portare a termine qualsiasi compito.

Questo sarà il vero motivo per cui il loro “sogno” di rendere tutti “uguali” finirà nel solito, completo disastro.



Purtroppo a partire dal 2024 molto probabilmente prenderanno gradualmente potere in Occidente movimenti politici autoritari.
E dal 2028 assisteremo al “grande” crollo della civiltà occidentale.

Nulla sarà più come in passato.
Il processo finale durerà circa 4 anni.
Ma sarà di una violenza inaudita.

In Europa Occidentale e negli USA assisteremo ad una disgregazione economica, politica, religiosa e culturale.
Molto simile a quella della Yugoslavia.
Con i tristissimi sviluppi storici che tutti conosciamo molto bene.


Agosto 12, 2020


L’ONU sta violando la sua stessa costituzione

E’ sempre molto interessante comprendere il movimento dei capitali finanziari nell’intero globo terrestre.
Perchè storicamente il denaro – e di conseguenza tutti gli investimenti – si terranno alla larga da tutti quegli stati dove sono al potere dei veri e propri tiranni.

Chi lavora a stretto contatto con i mercati finanziari ha un vantaggio innegabile rispetto agli altri.
I flussi di capitale – sia nazionali che internazionali – forniscono sempre una previsione attendibile sul futuro di una nazione.

In apparenza i diversi indici finanziari globali possono apparire ancora piuttosto scollegati.
Ma in realtà non è così.

I flussi di capitale da un paese all’altro – addirittura talvolta da un indice finanziario all’altro – rivestono decisamente importanza nel prendere le migliori decisioni possibili per comprendere il nostro futuro.

I mercati finanziari riescono infatti sempre ad “anticipare” in un qualche modo gli eventi storici che accadranno in un paese.
E questo non deve sorprendere per nulla.

Naturalmente se sta per scoppiare una sommossa, oppure addirittura una guerra in un paese e/o in un continente, i grandi “manovratori” per prima cosa faranno uscire i capitali da quel paese e/o continente.

Ovviamente mica sono dei fessi.
Agiscono sempre e comunque per ottenere il massimo risultato finanziario, commerciale ed (ovviamente) politico.

AUD
Il Dollaro Australiano ha beneficiato ben poco del boom delle materie prime…

Il governo australiano – che da anni sta promuovendo indisturbato il NWO – ha purtroppo scelto (coerentemente con l’agenda promulgata dal suddetto “Club”) di adottare una politica governativa molto autoritaria nei confronti della sua popolazione.

Ed in questi ultimi tempi sta raggiungendo vette inaudite di violenza.
Al livello della tristemente nota Gestapo di memoria nazional-socialista.

Tutto questo si sta ovviamente riflettendo sull’andamento di lungo periodo della propria divisa internazionale, il Dollaro Australiano.

Un trend ribassista che ormai dura da 9 anni.

Questo non è certo un caso.
Deve inoltre fare molto riflettere che il Dollaro Australiano abbia beneficiato ben poco del boom delle materie prime, di cui questa nazione è piena.

Per cui è molto probabile – anche se naturalmente sono necessarie conferme ulteriori – che in un prossimo futuro il suo valore torni a diminuire dopo il temporaneo rimbalzo dai minimi pluriennali degli ultimi mesi.
Sarebbe un’ulteriore prova che l’Australia ormai è vicina ad una guerra civile.

In effetti è difficile ormai prevedere un finale diverso da questo.
In Australia giornalmente sono ormai violati i fondamentali diritti umani.
Ecco un altro esempio tratto dalla follia collettiva che sta sempre di più portando la città di Melbourne verso il baratro.

L'ONU sta violando la sua stessa costituzione
L’ONU sta violando la sua stessa costituzione…

Soffocare una ragazza solo perchè non portava una inutile “mascherina” – simbolo di oppressione e di tirannia e non certo di protezione da una innocua infezione virale – è un trattamento che è assolutamente non conciliabile con una società libera e rispettosa dei più fondamentali diritti umani.

Ma l’ONU dove sta ?
Ovviamente dalla parte dei cospiratori.
Dato che è non solo parte integrante in causa.
Ma soprattutto è la vera e propria regista del tentativo di colpo di stato globale cui stiamo assistendo negli ultimi mesi.

Quello che appare incredibile in tutta questa squallida vicenda è che la stessa ONU ha avallato senza alcuna obiezione l’invasione di stati come l’Iraq o la Siria.

E le motivazioni addotte erano (ovviamente) che “i governi di questi paesi stanno violando i fondamentali diritti umani”.

Perchè allora la stessa ONU non richiede l’invio di forze armate internazionali in Australia ?

Ovvio, l’ONU sta violando la sua stessa costituzione.
Ecco i primi sei articoli della cosiddetta “Dichiarazione universale dei diritti umani“.

Article 1

All human beings are born free and equal in dignity and rights. They are endowed with reason and conscience and should act towards one another in a spirit of brotherhood.

Article 2

Everyone is entitled to all the rights and freedoms set forth in this Declaration, without distinction of any kind, such as race, colour, sex, language, religion, political or other opinion, national or social origin, property, birth or other status.

Furthermore, no distinction shall be made on the basis of the political, jurisdictional or international status of the country or territory to which a person belongs, whether it be independent, trust, non-self-governing or under any other limitation of sovereignty.

Article 3

Everyone has the right to life, liberty and security of person.

Article 4

No one shall be held in slavery or servitude ; slavery and the slave trade shall be prohibited in all their forms.

Article 5

No one shall be subjected to torture or to cruel, inhuman or degrading treatment or punishment.

Article 6

Everyone has the right to recognition everywhere as a person before the law.

Appare inoltre evidente che in questo particolare momento storico tutti i paesi del mondo con la (puerile) scusa che stanno “proteggendo la popolazione” stanno perseguendo esclusivamente sporchi interessi politici.
E – cosa assai peggiore – alcuni di questi hanno già abbondantemente superato il limite massimo di tolleranza.

Le forze dell’ordine in molti paesi stanno davvero abusando del loro potere.
E la risposta (purtroppo adeguata) che riceveranno in breve tempo sarà una violenta rivoluzione armata contro di loro.
Come ci insegna – purtroppo – la storia.

L'ONU sta violando la sua stessa costituzione
In alcuni paesi – che non sono ancora noti – sta lanciando la sua tristemente nota carta d’identità digitale…

L’ONU ovviamente tollera anche qualsiasi condotta illegale compiuta da Bill Gates.

Su cui nessuna nessuna autorità mondiale – tranne la Russia e la Cina – si permette sia di indagare, sia di opporre una qualsiasi resistenza ai suoi progetti di genocidio mondiale.

Naturalmente le sue cavie preferite – “non consumano e non lavorano” – sono le popolazioni africane.

In alcuni paesi del continente nero – non ancora noti – sta “sperimentando” la sua tristemente nota carta d’identità digitale.
E non si tratta solamente di un “vaccino”.

Mastercard – in partnership con Bill Gates – ha recentemente lanciato il progetto “World beyond Cash“.

In poche parole la tristemente nota ID-2020 (Certificate Of Vaccination IDentity – 19).
Semplicemente con un nome diverso (re-branded, usando la loro terminologia).

Quindi “vaccini” collegati a sistemi di pagamento digitali che eliminano tutto il denaro fisico.

Un evidente tentativo di presa di potere globale da parte di Bill Gates e del “Club”.
Non vogliono controllare solo la sanità.
Ma praticamente ogni aspetto della vita umana.

Secondo la “loro” folle visione del mondo, non sarà più possibile comprare, vendere e soprattutto lavorare senza possedere la “loro” carta d’identità digitale.

Bill Gates sta evidentemente cercando di portare a termine il suo triste progetto.
Prima avere il monopolio su tutto ciò che riguarda la nostra salute, utilizzando la truffa del virus killer.
E poi il controllo totale dell’intero mondo.

Una conversione dell’umanità in “schiavi economici”.
Unito ad una riduzione mirata della popolazione.
Anziani, disabili, poveri, minoranze etniche.

Rinunciare addirittura ad avere un conto in banca.
Andare a vivere in una foresta vergine, insieme alle popolazioni indigene locali.

Ma non rinuncerò mai alla mia libertà.
Perchè non sono di proprietà di nessun governo del mondo.

La mia posizione nei confronti di questi individui è ovviamente ben nota.
Ma penso che l’unica cosa realmente fattibile per contrastare efficacemente questi pazzi sia adattarsi alla battaglia che dovremo affrontare nel corso dei prossimi anni.

Non è solo una questione di crisi di debito sovrano.
Questa è una guerra a tutto campo per il dominio dell’economia mondiale.
Questi globalisti del NWO stanno cercando di ridisegnare la nostra vita in base alla visione arrogante che hanno nelle “loro” menti perverse.

Talvolta mi è capitato di osservare alcune di queste persone.
Una di loro (di basso livello) è addirittura una mia lontana parente, di cui per altro non ho più notizie da più di quindici anni.

Purtroppo esistono alcuni personaggi che pensano l’uomo possa sempre dominare la natura.
Invece è esattamente il contrario.

Basta guardarli negli occhi.
Capisci immediatamente che c’è qualcosa che non va nel loro sguardo.

Non solo hanno il totale disprezzo per la umanità “normale” di coloro che nella migliore delle ipotesi chiamano “great unwashed”.
Non solo solo non credono in Dio, quindi nella evoluzione della Natura.
Ma in questo momento stanno letteralmente “giocando” ad essere Dio.

La natura fa sempre il suo corso.
E si ribella sempre quando viene violata la sua interiorità più profonda.

So bene che questi pazzi non riusciranno mai a portare a termine il loro folle piano.

Non si può in alcun modo forzare nessun essere umano ad essere chi non è.

Infatti la mia preoccupazione non è sulla loro eventuale “vittoria”.
Che in ogni caso non ci sarà.
Questa volta saranno sconfitti per sempre.

Ma sono le vite umane che dovranno essere sacrificate in nome di questa ennesima follia.
Ed i danni incommensurabili che arrecheranno alla (nostra) economia occidentale.

Tutto questo porterà alla totale disgregazione dell’Occidente.
Ed al conseguente dominio finanziario del mondo da parte della Cina.


Agosto 20, 2020


Attori protagonisti

Attori protagonisti
Falliranno miseramente…

Come già detto più volte, se da un lato c’è una chiara manipolazione dell’economia mondiale da parte delle elite per ricreare un Nuovo Ordine Mondiale Verde, dall’altro non significa affatto che avranno successo.

Anzi.
Falliranno miseramente.
Ed in modo davvero impressionante.

Porteranno alla rovina totale l’Occidente.
Con Russia e Cina che ad un certo punto colpiranno mortalmente le loro ambizioni mondialiste.
L’unica cosa che otterranno saranno disordini civili e guerre internazionali.
Infatti da sempre il più grande deterrente alle guerre è un’economia internazionale in crescita.

In modo tale che tutti possano trarne vantaggio.

D’altra parte è razionalmente impossibile riuscire a creare un unico governo mondiale.
Solo dei folli paranoici possono essere in grado di concepire questa assurdità.
Ed infatti il risultato finale sarà la disgregazione di molti paesi.

Stati Uniti, Unione Europea, Canada, Australia sono ovviamente quelli che subiranno i maggiori cambiamenti.



Basta guardare ad esempio l’Europa.
I principi fondamentali della vecchia CEE erano naturalmente molto diversi.

Ma successivamente sono stati stravolti dalla elite del “Club”, che con il passare degli anni ha creato prima la cosiddetta UE e poi la moneta unica europea, l’€.
Ovviamente non ha funzionato.

Ed il risultato (ovvio) finale è stato frantumare ancora di più i diversi stati dell’UE.
Movimenti separatisti che sempre di più stanno prendendo forza, radicandosi nella popolazione dei diversi stati.

In Germania, Nord (in particolare la Baviera) contro Sud.
Esattamente come da sempre in Italia.

In Spagna la Catalogna (così come i Paesi Baschi) chiede praticamente da sempre l’indipendenza dal governo centrale di Madrid.
Altri movimenti separatisti sono presenti in Belgio : valloni (di lingua francese) e fiamminghi (di lingua tedesco/olandese) desiderano da sempre creare due stati fra loro indipendenti.

Nella Repubblica Ceca la Moravia e la Slesia vogliono l’indipendenza da Praga.
In Danimarca, sia la regione di Bornholm che le Isole Faroe cercano la separazione da Copenhagen.
In Finlandia, gli svedesi delle Åland vogliono essere autonomi da Helsinki.

Per finire, in Francia ci sono almeno 15 movimenti separatisti diversi fra loro.

Per cui, sì, è vero, il progetto del NWO in questo momento si sta svolgendo alla luce del sole.
Ed i loro esponenti di punta (Bill Gates, Klaus Schwab e George Soros) sono ferocemente determinati a conquistare il mondo intero.

Ma il loro finale sarà molto triste.



Ottobre 11, 2020


Un ambiente tossico

Un ambiente tossico
Una guerra non arriva mai in tempi di pace e di prosperità…

Non riusciranno a creare il Nuovo Ordine Mondiale Verde.
Alla fine inesorabilmente perderanno.
Tuttavia sono già riusciti a rendere l’intero ambiente politico mondiale altamente tossico.

Le nazioni ormai sono divise fra loro.
Persino le famiglie.

Disordini civili stanno per arrivare nelle prossime settimane, sempre più violenti.
Lo sfondo ideale (purtroppo) per l’arrivo della Terza guerra mondiale.

Una guerra non arriva mai in tempi di pace e di prosperità.
Ma solo quando miseria, povertà e disperazione hanno preso il sopravvento.

Questo è ciò che sta succedendo.

Hanno distrutto l’economia mondiale pensando di poterla spazzare via in un batter di ciglia.
E poi di ricostruirla secondo le loro folli idee.

Sono semplicemente dei pazzi che semineranno morte e distruzione nell’intero mondo occidentale.


Ottobre 12, 2020


Follia mondiale

Follia mondiale
Tutte le professioni considerate più umili (e più sottopagate) sono quelle che richiedono una presenza fisica sul posto di lavoro…

Tutte le professioni considerate più umili (e più sottopagate) sono quelle che richiedono una presenza fisica sul posto di lavoro.
Cameriere, muratori, operai, padroncini, commessi, tassisti, camionisti, donne delle pulizie (e molte altre professioni, naturalmente) ovviamente non possono lavorare da casa.

Per altro, nella maggior parte dei casi queste persone non hanno da parte molti risparmi nel loro conto corrente, ma piuttosto vivono “alla giornata” o quasi.

Le uniche persone che possono lavorare da casa sono gli impiegati in generale, od i freelancer che operano esclusivamente via internet.

L’unica cosa che tutti questi politici corrotti hanno causato è una miseria generalizzata, che non potrà in alcun modo essere coperta con sussidi governativi e “redditi di base garantiti”.

In poche parole, hanno creato un substrato di poveri che non avranno mai nessuna possibilità di salire la cosiddetta scala economica.

Rivolte sociali in pochi mese in arrivo.
Inevitabile finale di questa follia mondiale.


19 Ottobre, 2020


Socializzazione delle perdite, privatizzazione degli utili

Questa nuova era di “uguaglianza” che ci accingiamo a vivere non è altro che il marxismo con le stesse pretese di sempre.
Inclusione ed uguaglianza.

Sempre le stesse vuote promesse.
Ma gente come Klaus Schwab non rinuncerà mai a tutte le sue ricchezze.
Né lo faranno Bill Gates, George Soros, né persone tipo Jeff Bezos e Mark Zuckerberg.

Il problema è sempre lo stesso.
Non sono soddisfatti della loro vita se non costringano tutti gli altri a vivere come comandano.
Naturalmente vogliono anche avere il pieno potere di fare rispettare i loro ordini.


21 Luglio, 2011


Socializzazione delle perdite
Questa è la cosiddetta nuova economia mondiale…

Chi è abbastanza grande da fare debiti avrà la certezza che nessuno potrà dargli problemi.
Anche se farà le cose peggiori.
Ci penseranno gli altri a coprire le falle.
Cioè i contribuenti.

Questa è la cosiddetta nuova economia mondiale.
Inutile chiamarlo “mercato”.

Questa è aperta e dichiarata manipolazione in stile sovietico.
Inutile cercare spiegazioni o combatterli.
Forse solo seguirli con la dovuta prudenza.

Ma in realtà è meglio evitarli del tutto.

Socializzazione delle perdite.
E privatizzazione degli utili.

Il privato dovrà ridimensionarsi sempre di più inesorabilmente.
Ed il flusso della ricchezza passerà in mano ad una cerchia sempre più ristretta di soggetti che nella crisi troveranno modo di accrescere il loro capitale.


44


You cannot copy content of this page