Un berretto a sonagli

Pubblicato il 5 Febbraio 2022 da Veronica Baker

Basta che lei si metta a gridare in faccia a tutti la verità.
Nessuno ci crede, e tutti la prendono per pazza !

Luigi Pirandello – Il berretto a sonagli”


Un berretto a sonagli

Via via sta diventando evidente a tutti quello che doveva essere sin dall’inizio.



Febbraio 13, 2021


Prendiamo la città di New York, già citata più volte nei mesi scorsi.

Esistevano sin dallo scorso Aprile testimonianze ben dettagliate :

Un’altra infermiera – ovviamente censurata da YouTube – ha tristemente confermato che nella città di New York (ma presumibilmente in tutto il mondo) i pazienti ricoverati in ospedale vengono lasciati morire.

Omicidi premeditati, effettuati con la copertura della compiacente – e corrotta – stampa del mainstream.
Un vero e proprio genocidio.

Tutti le fonti di informazioni (libere) con cui ogni giorno interagisco mi hanno sempre confermato questa versione.
Loro sono i veri e propri angeli, non quelli che il mainstream ipocritamente santifica continuamente.

Adesso è arrivata la conferma ufficiale.
Ma non serve proprio a nulla.

Un berretto a sonagli
Costui crede di essere il Presidente degli USA…

Certo ci sono (sacrosante) richieste per la incriminazione di Cuomo per genocidio.
E’ c’è chi chiede la “verità”.

Ma non arriverà mai.
Finchè orde di cittadini inferociti non lo prenderanno di peso – lui o qualche suo parente stretto – e lo faranno letteralmente a pezzi.

Perchè, come dice Eduardo De Filippo, sono i bocconi amari, le ingiustizie, le prepotenze, gli abusi che più o meno tutti sono costretti ad ingoiare giorno dopo giorno, che avvelenano, distruggono, fanno morire prima del tempo.

Quindi attenzione, politici, medici, giornalisti ed infermieri.
State condizionando la maggioranza della umanità occidentale.

E ben presto si aprirà la valvola della pazzia.

Il ritorno alle barbarie.

Alla legge della violenza.


Aprile 23, 2020


Pensatori liberi

La censura imposta cerca di schiacciare qualsiasi resistenza nel bloccare questo folle piano di distruzione della economia mondiale.



Un berretto a sonagli
Il documentario TrustWho sulle nefandezze compiute dall’OMS è uscito da anni…

Il documentario TrustWho sulle nefandezze compiute dall’OMS è uscito già da un paio di anni.
Naturalmente Youtube, Facebook e Vimeo stanno cancellando tutto.

L’eliminazione di questo documentario del 2018 è un importante avvertimento dei tempi che ci prospettano se non agiamo in tempo.
Sembra ormai di vivere nella vecchia Unione Sovietica e la sua agenzia di stampa di regime – Pravda – verità.

Come mai rimuovono allora questi filmati scomodi ?
Perchè finalmente in tanti stanno capendo che cosa sta succedendo.

Sperano in questo modo di eliminare gli oppositori ed i pensatori liberi, e nel contempo di mantenere una popolazione di pecoroni dediti a mangiare ed in attesa di ricevere ordini da una “autorità scientifica”.

Senza comprendere che il risultato finale sarà l’inverso.



Aprile 13, 2020


Out of Shadow

Out of Shadow è un ottimo documentario che solleva la maschera su come i media mainstream ed Hollywood manipolano e controllano le masse diffondendo propaganda in tutto il loro contenuto.

In realtà per chi scrive su questo blog sono cose note da almeno quindici anni.

A spiegazione dei contenuti – a mio avviso talvolta forti e non adatti ad un pubblico di età minore di 16 anni – aggiungerò nel post successivo un mio vecchio articolo del lontano 2011.

Articolo che per altro traeva spunto da materiale di dominio pubblico che già allora circolava sul web.

La differenza è che oggi i ben noti “cospiratori” hanno tirato finalmente giù la loro maschera perbenista.
Ma la partita è appena iniziata.



Aprile 29, 2020


La censura di YouTube

Un berretto a sonagli
Ormai il livello di censura ha raggiunto livelli stalinistici…

L’amministratore delegato di YouTube Susan Wojcicki ha appena dichiarato alla CNN (acronimo di Clinton News Network) che la sua azienda (controllata da Google, ricordiamolo sempre) cancellerà immediatamente qualsiasi contenuto video che contraddice le raccomandazioni dell’Organizzazione Mondiale della Sanità.

Ormai il livello di censura ha raggiunto livelli che non si vedevano dai tempi di Stalin.
E YouTube è parte integrante di questa cospirazione contro il popolo intero.

Ma chi scrive su questo blog è indipendente e soprattutto si autofinanzia pagando di tasca propria la libera informazione.
Non faccio propaganda per nessuno (nemmeno per me stessa), e non ho alcuna intenzione (nè ora, nè mai) di intraprendere una qualsiasi carriera presso qualsiasi istituzione finanziaria, multinazionale o governo di qualsiasi paese.
L’archivio del mio blog è lì a dimostrarlo.

Sono una persona libera, e voglio rimanere tale.
E che quindi combatto contro questo disegno di censura per sopprimere la verità e sostenere delle vere e proprie fake news.

Il dissenso deve fare parte dei diritti fondamentali in una società libera e democratica.

Ci sono nel mondo persone – come il Dr. Erickson – che arrivano a farsi licenziare dal proprio posto di lavoro pur di dire la verità su quello che sta succedendo.
Ma sul mainstream tradizionale nessuno lo dirà mai.

Preferendo invece santificare tutti gli infami che si sono venduti per quattro monete.



Maggio 1, 2020


Semplice incompetenza ?

Un berretto a sonagli
Semplice incompetenza ?

Il governo svizzero – che attualmente ricorda sempre di più quello albanese ai tempi della cortina di ferro – ha riportato nel mainstream locale che una bambina di 9 anni è deceduta a causa della “plandemia”.

Solo che la “bambina” aveva in realtà 109 anni.

Poi ha riferito che anche un giovane di 27 anni ha subito la stessa sorte.
Anche lui aveva “solamente” 87 anni.

Semplice incompetenza ?
No, alterazione della verità e censura del dissenso etichettata come complotto.

Ma il dissenso è molto spesso (come in questo caso) semplicemente la verità.

E nel mainstream nessuno si pone mai ad esempio queste domande :

Quanti nel mondo perderanno il loro posto di lavoro ?
Quanti perderanno la propria casa perchè non potranno pagare il mutuo ?
Quanti moriranno di fame ?
Quanti casi di violenza domestica ci saranno ?
Quanti saranno gli abusi sessuali subiti dai bambini dentro le proprie case da parte dei loro familiari ?

Nessuno nei mass-media parla di tutto questo.
Evidentemente “non interessa”.

Ma un giorno pagheranno pure per tutto questo.



Luglio 1, 2020


Censura vera e propria

Censura vera e propria

Le falsità riguardo il cosiddetto climate change tanto caldeggiato da cospiratori come Bill Gates ed Al Gore sono ormai note a chiunqui mastichi i più elementari rudimenti sull’argomento.
Ma questi loschi personaggi hanno investito talmente tanto in questa operazione che non possono più tornare indietro.
Sarebbe la loro fine.

Qualche giorno fa la rivista Forbes Magazine ha pubblicato un articolo di un esperto di climatologia che ha ammesso di avere sbagliato le sue previsioni passate.

Risultato finale : dopo un paio di giorni è stato costretto a ritrattare.
Questo semplicemente significa che la libertà di parola ormai non esiste più.

Pure questo blog è recentemente incappato nella censura.
A partire dal giorno 1 Luglio è (evidentemente) cambiato qualcosa nel funzionamento di Google Search.

Improvvisamente tutte le pagine che avevano maggior seguito sono state penalizzate nel ranking.
Anche se il numero di click per ora non ne risente.

Singolare che la penalizzazione riguardi esclusivamente le ricerche sui contenuti, e non le immagini ed i video.

Questo significa che la censura è viva e vegeta più che mai.

Ed a breve può diventare problematico persino conoscere la verità dei fatti.



Luglio 28, 2020


YouTube colpisce ancora

Ormai qualsiasi protesta ufficiale – anche da parte di personale altamente qualificato – nei confronti dell’OMS, di Bill Gates e di qualsiasi persona che abbia una opinione contraria alle posizioni “ufficiali” dei cosiddetti “esperti” è diventata una fake news.

Ovviamente la libertà di parola non permette a Google e Youtube di censurare deliberatamente le notizie.
Ma ci sono molti metodi alternativi.

Ad esempio creare delle particolari istruzioni nei motori di ricerca in modo tale da penalizzare nel ranking le pagine che riportano contenuti “scomodi”.
Ovviamente chiunque fa parte di questo schieramento non accetta mai alcun contenzioso dialettico con la controparte.

Semplicemente non sarebbero minimamente capici di affrontare alcun dibattito.



Agosto 18, 2020


ShadowGate

La giornalista indipendente Millie Weaver è stata arrestata subito dopo aver rilasciato il trailer del documentario intitolato ShadowGate.
Ovviamente Facebook e soprattutto YouTube hanno immediatamente censurato tutto.
Qualcuno aveva qualche dubbio ?

Il risultato finale è che il video ancora una volta è diventato virale presso i canali alternativi di informazione.

Weaver, 29, is charged with robbery, a second-degree felony, tampering with evidence, a third-degree felony, obstructing justice, a fifth-degree felony and domestic violence, according to the indictment filed on July 20 in Portage County Court of Common Pleas.

Riguardo il suo arresto, è abbastanza evidente che non è direttamente correlato alla pubblicazione di questo documentario.
L’obiettivo è (semplicemente) di screditarla in un qualche modo.
Le accuse portate – rapina, manomissione di prove, intralcio alla giustizia e violenza domestica – sono ovviamente ridicole.

Il procedimento utilizzato è piuttosto standard.
Il video (ovviamente) contiene fatti la cui evidenza non può essere in alcun modo contestata.

Allora si cerca di screditare l’autore con accuse totalmente false e tendenziose.
In modo tale da diffamare per sempre il nome di chi ha girato il documentario.

E la gente comune – quella ignara, che è portata a dubitare di ciò che ha appena visto o sentito causa dissonanza cognitiva – è portata a fare il seguente ragionamento :

Perchè credere a qualcuno che è colpevole di un qualche reato ?

ShadowGate
Benvenuti nel mondo reale…

In questo modo costoro sono portati a pensare che non ci si debba fidare di lei in nessun modo.

Un procedimento piuttosto subdolo.
Ma ormai ben noto a chi conosce il modo di comportarsi del cosiddetto “Club”.

Benvenuti nel mondo reale.

La cosiddetta equa giustizia persegue sempre le persone sulla base di prove false e storie totalmente inventate a tavolino.

Il sistema della giustizia è talmente corrotto che è rarissimo trovare un giudice super partes.

Qualunque giornalista indipendente che lavora alla luce del sole (se non ha preso le necessarie precauzioni in precedenza, e talvolta nemmeno in questo caso si è completamente al sicuro) è sempre e comunque un facile bersaglio di accusa.

Non c’è assolutamente modo che Millie riceva un giusto processo, questo è certo.

Il modo di comportarsi dei marxisti contro i giornalisti leali e corretti è purtroppo noto.

La storia ce lo insegna.



Agosto 31, 2020


Oops…(I did it again)

Ieri avevo chiuso il resoconto sulla manifestazione pacifica di Berlino con la seguente affermazione :

Questa volta non possono proprio affermare che si è trattato di una manifestazione di qualche migliaio di nazisti aderenti alla “teoria della cospirazione”.

Invece…Oops…!
Ecco alcune “perle” tratte da quelle che un tempo erano considerate fonti serie e soprattutto attendibili :

New York Times : “La polizia di Berlino ha fermato la dimostrazione anti-restrizioni perchè i manifestanti hanno rischiato di diffondere la malattia”
BBC : “Centinaia di arresti effettuati dalla Polizia tedesca”
Euronews : “Estremisti di destra tentano di prendere d’assalto il Bundestag”

Un berretto a sonagli
Nessuna sorpresa in effetti…

Nessuna sorpresa in effetti.

Google ormai da giorni censura preventivamente nei suoi motori di ricerca diversi articoli di questo blog.
Per di più de-indicizzandone molti di quelli già presenti nella sitemap.
Motori di ricerca alternativi come DuckDuckGo invece visualizzano correttamente tutti gli articoli pubblicati.

Ma non vale più nemmeno la pena menzionare questo fatto.
Così come i giornali spazzatura italici.

E’ noto che tutti principali mass-media siano collusi con il “Club”.
Caldeggiano in modo evidente la creazione di uno stato di Polizia mondiale che privi tutti i cittadini di ogni libertà.

I governi stanno usando l’intera truffa del “virus killer” come mezzo per sopprimere la libertà di espressione del popolo.
Ma questa “stronzata” è talmente grande e vigliacca che i giornalisti, i medici e gli infermeri stanno davvero rischiando la vita.
Stanno camminando sul ciglio di un precipizio, senza rendersene conto.

Durante le rivoluzioni – perchè sarà ciò che vedremo entro un paio di anni intorno a noi – queste persone saranno viste come traditori del popolo.
Saranno trascinate fuori dai loro uffici ed impiccate.
Oppure giustiziate dopo un processo sommario dove non verrà concessa loro alcuna possibilità di difesa regolare.
E tutti i loro beni ovviamente confiscati.

Quando si tradisce il popolo, si rischia la vita.
Un fatto che capita praticamente in tutte le rivoluzioni.

Tutta questa gente dovrebbe iniziare a porsi qualche seria domanda sul loro futuro.



Ottobre 22, 2020


Qualcosa tardivamente si muove

Arrivano ulteriori conferme ufficiali – decisamente tardive – di migliaia e migliaia di dottori nel mondo che sono ormai usciti allo scoperto e dichiarato che è il virus killer è una farsa assoluta.

Qua è l’ordine dei medici olandesi a prendere decisamente posizione.



Qualcosa tardivamente si muove
La gente è stata ingannata…

Appare ormai evidente a chiunque abbia un intelletto appena superiore alla media (o che non abbia un qualche vantaggio da questa situazione) che non esiste – e non sarà mai isolato – alcun “virus killer”.

Poteva sembrare una pazzia – come ho fatto sin dall’inizio proprio su questo blog – affermare tutto questo sin dall’inizio di Febbraio.
E liquidare l’argomento come bufala totale sin da Marzo.
Ma le realtà dei fatti erano già evidenti allora (almeno per me).



Qualcosa tardivamente si muove

Tutta la gente del mondo è stata ingannata bellamente.
Il cosiddetto tampone non ha alcuna validità scientifica, e soprattutto, può causare addirittura complicazioni serie (ho conoscenze personali che me lo hanno confermato) in chi ha subito una operazione del setto nasale (come ad esempio la sottoscritta).

La gente è stata ingannata.
Maltrattata, manipolata.
Minacciata, ed accusata ingiustamente.
Isolata, derisa.
Ed infine messa a tacere.

Qualcosa tardivamente si muove
Questi sito a partire dal 14 di Ottobre non può più indicizzare nuovi post…

Perchè i poteri “forti”, il “Club”, i politici locali e nazionali stanno usando tutto questo a loro esclusivo vantaggio.

E’ assolutamente necessario in futuro un nuovo tribunale di Norimberga per tutti questi personaggi corrotti.
Desiderano null’altro che un totalitarismo a livello mondiale.

E siamo davvero vicini a questa situazione.
Molto più di quanto si pensi.
Twitter, Google, Facebook, YouTube stanno ormai censurando in modo assolutamente esagerato contenuti non a loro graditi.

Impediscono la libertà di parola, riferendo solo ciò che fa comodo a loro, nel tentativo di influenzare tutti coloro che ancora “dormono”.

“Whereas disregard and contempt for human rights have resulted in barbarous acts which have outraged the conscience of mankind, and the advent of a world in which human beings shall enjoy freedom of speech and belief and freedom from fear and want has been proclaimed as the highest aspiration of the common people”

La Dichiarazione internazionale dei diritti umani delle Nazioni Unite – che sappiamo essere parte in causa di questo complotto mondiale – include la libertà di parola (notare che pochi giorni dopo che ho scritto questo post, l’ONU ha cancellato la pagina, ma per fortuna c’è sempre archive.org…).
Invece tutte queste aziende stanno comportandosi esattamente come i peggiori dittatori della storia.
Ma d’altra parte, ad esempio Facebook ha appena assunto i peggiori censori provenienti dalla Cina.

Il prossimo passo sarà quello di staccare la spina a chiunque non sia d’accordo con il loro programma.
In realtà hanno di fatto già tagliato fuori tutti i siti che ritengono essere contro di loro.

Silicon Valley fa parte di questa cospirazione, perchè gli è stato promesso un lauto bottino.
Una percentuale per ogni transazione finanziaria digitale che transiterà dai loro server.

Qualcosa tardivamente si muove
D’altra parte, possono farlo. Perchè sono aziende private…

D’altra parte, possono farlo.
Perchè sono aziende private.

E quindi, tutti i loro azionisti – direttamente od indirettamente, piccoli o grandi – stanno partecipando attivamente a questo colpo di stato politico globale in cui non hanno alcuna voce in capitolo e che soprattutto va contro i loro interessi personali.

Chiunque oggi abbia ancora almeno un neurone pensante può vedere che politici, governatori, sindaci stanno facendo di tutto per limitare il movimento delle persone, imponendo regole ridicole che soffocano ogni tipo di professione, incutendo allo stesso tempo paura (con la forza) alla gente.

Naturalmente ben ricompensati con tangenti milionarie e carriera politica assicurata a livello nazionale.

Non c’è niente di peggio che usare una carica politica per commettere crimini contro la umanità.
E’ una vera e propria frode contro il pubblico, usando per di più il denaro dei contribuenti per impedire alle persone di vivere la loro vita, rubando le loro proprietà.

E sicuramente in futuro permetteranno rivolte da parte di facinorosi.

Con la conseguente distruzione di beni privati.
Tutto in nome di una fantomatica “sicurezza pubblica”.

Non so davvero se potremo mai riprenderci da tutto questo scempio.



Gennaio 21, 2021


Unico sbocco

Jack Dorsey – esattamente come Marc Zuckerberg, Jeff Bezos, Bill Gates e tutti gli altri componenti del “Club” sono solo degli egomaniaci ubriachi del loro (temporaneo) illimitato potere.



Il CEO di Twitter – allo stesso modo di tutti i principali componenti di questo insano social network – può dichiarare che è contro la violenza, ci mancherebbe.
C’è ancora libertà di parola (per lui).

Ma in realtà finge – anzi, fa finta di non sapere – che quando esiste una censura totale nei confronti di chiunque non la pensi come gli oppressori, l’unico sbocco non può essere che la violenza.

Perchè all’atto pratico è l’unica soluzione.

Quando i tribunali si rifiutano di agire, e quando si sopprime il popolo controllando la stampa e persino la loro capacità di comunicare (senza tenere conto dei lockdown forzati), un finale del genere è inevitabile.

Questi personaggi hanno davvero una comprensione nulla sia della storia, sia del comportamento umano.
Figuriamoci se sanno come funziona il mondo reale.

Stanno semplicemente suicidandosi.
E la loro fine sarà triste.

Ben presto tutti questi personaggi diventeranno il bersaglio principale delle persone che hanno già perso tutto.
Quindi non avranno alcuna remora a sfogarsi contro coloro che li hanno rovinati.

Li stanno già aspettando.
Ecco ad esempio cosa c’è da qualche mese fuori la casa di Jeff Bezos, CEO Amazon.
Una ghigliottina.



Febbraio 18, 2021


Una verità sempre più scomoda

Una verità sempre più scomoda
Sotto accusa per genocidio…

Gli ospedali e la maggior parte dei medici ormai pensano solo al vil denaro, e non aiutare le persone a guarire.
E la notizia del giorno è che Instagram ha bannato Robert Kennedy Jr. per i suoi post contro i “vaccini”.

Sarò sempre ripetititva e logorroica sull’argomento, lo ammetto.

Ma la totalità dei BigTech e dei media mainstream dovrebbero essere messi sotto accusa – insieme ai medici, agli infermieri ed ai politici – per genocidio.

Censurando verità scomode come questa, stanno deliberatamente causando vittime soprattutto fra gli anziani e le fasci più deboli della popolazione.

Illuminante a proposito la testimonianza della emerita – e molto nota nell’ambiente – prof. irlandese Dolores Cahill che prevede a distanza di mesi numerosi decessi causati dai vaccini Pfizer, Astrazeneca e soprattutto Moderna.

Nel frattempo, anche la maggioranza dei soldati dell’esercito USA si sta rifiutando di prendere “alcun tipo di vaccino”.

D’altra parte, oggi possono negare ufficialmente qualsiasi cosa con il beneplacito del mainstream.
Ma non possono andare contro la evidenza dei fatti.



You cannot copy content of this page