Ulteriori conferme ufficiali

Pubblicato il 2 Giugno 2020 da Veronica Baker

La forza della dittatura è nei muscoli, non nel cuore.

Ignazio Silone


Ulteriori conferme ufficiali
Arrivano ulteriori conferme ufficiali…

Arrivano ulteriori conferme ufficiali sul virus truffa.
Come al solito dalla Germania.

Si tratta di un rapporto di 93 pagine intitolato “Analisi della gestione della crisi”.
Redatto da un gruppo scientifico nominato dal ministero degli Interni e composto da esperti medici esterni di diverse università tedesche.

Un sunto delle parti più importanti è il seguente :

Pericolosità del “virus” : “sopravvalutata”

Le persone decedute sono quelle che statisticamente hanno raggiunto la fine della loro vita (numero spesso tristemente aumentato tramite veri e propri genocidi, come ad esempio in Italia, negli USA ed in Messico, n.d.A.)

In tutto il mondo in quattro mesi i decessi totali sono stati circa 250.000 contro 1.500.000 morti (25.100 in Germania) durante l’ondata influenzale del 2017/18

Il pericolo non è maggiore di quello di molti altri virus. E’ stato solo un falso allarme

Lo stato ed il mainstream hanno diffuso quasi esclusivamente fake news

Fino ad ora è una versione edulcorata di ciò che vado raccontando sin dai primissimi giorni.
Ma nel rapporto c’è pure (ovviamente) di peggio.
“Molteplici e pesanti conseguenze delle misure prese dai vari governi”.

Ed avverte che queste sono “gravi”.

Infatti sono “molte di più le persone che muoiono a causa delle misure di prevenzione imposte dagli Stati che quelle che uccise dal virus”.
Anche perchè tutti i sistemi sanitari pubblici stanno rinviando gli interventi chirurgici salvavita.
Oltre a ritardare o ridurre le cure per i tutti i pazienti non affetti dal virus.

In poche parole – come affermo da mesi e mesi – si tratta di genocidio.
Perpetrato e voluto dalla quasi totalità dei governi occidentali.

Ovviamente il governo tedesco inizialmente ha liquidato il documento come “il lavoro di un dipendente”.
Ed il suo contenuto come “la sua opinione”.

Ma questo rapporto è stato redatto da un gruppo scientifico nominato proprio dal ministero degli Interni della Germania (Unità KM4).
Responsabile della “Protezione delle infrastrutture critiche”.
Ed i suoi membri sono esperti medici esterni di diverse università tedesche.

Esclusa la tristemente nota e corrottissima Charitè di Berlino.
Guardacaso quella nominata dal governo centrale tedesco.

Gli autori del rapporto hanno pubblicato un comunicato stampa congiunto già l’11 Maggio, rimproverando il governo “per aver ignorato i consigli degli esperti” e chiedendo al ministro degli Interni di commentare ufficialmente la dichiarazione congiunta degli esperti:

“Le misure terapeutiche e preventive non dovrebbero mai portare più danni della malattia stessa.
Il loro obiettivo dovrebbe essere quello di proteggere le comunità più a rischio.
Senza compromettere la disponibilità di cure mediche e la salute di tutta la popolazione.
Come purtroppo sta accadendo”.

“Chiediamo quindi al Ministero Federale dell’Interno di commentare il nostro comunicato stampa.
E speriamo in una discussione pertinente sulle misure [preventive] che porti alla migliore soluzione possibile per tutta la popolazione”.

Fuori dalla Germania la notizia non è stata praticamente riportata da nessun organo di informazione ufficiale.



BannerVeronica 1


You cannot copy content of this page