Superiorità morale ? Rotfl…

Pubblicato il 4 Gennaio 2012 da Veronica Baker

Il conto bancario attraverso il quale sono state effettuate transazioni sospette di dollari ed euro sarebbe intestato a Philipp Hildebrand: sarebbe stato lui stesso a compiere gli acquisti e le vendite di valute, non sua moglie, come finora sostenuto. Lo sostiene la “Weltwoche”. Domani il settimanale pubblicherà un ampio articolo sulla vicenda, che si fa sempre più scottante per il presidente della Banca nazionale svizzera. In particolare, verrà  pubblicato un estratto del conto di Hildebrand presso la banca Sarasin. Un conto sul quale sono documentate le transazioni, risalenti al 15 agosto, riguardo alle quali in dicembre l’allora presidente della Confederazione Micheline Calmy-Rey aveva chiesto una verifica.
La BNS aveva indicato che l’operazione era stata effettuata dalla moglie di Hildebrand. Durante il controllo, allo scopo di accertare se le transazioni rispettavano il regolamento sulle operazioni private da parte dei membri della direzione dell’istituto, non erano stati rilevati né transazioni sospette né abusi di informazioni privilegiate.
La BNS non ha voluto commentare all’ats le nuove rivelazioni.
Del caso si occuperà ora la giustizia: un consulente della clientela della banca Sarasin ha sporto denuncia contro Hildebrand per insider trading, riferisce sempre la Weltwoche.

Fonte : Cdt

Tanto gentile e soprattutto tanto onesto pare…

Ed ovviamente nei giornaletti locali non si parla mica delle malefatte in pure italian style , of course , e la difesa di Hildebrand sembra quella di un qualsiasi politico ita(g)liano ( non sa nulla delle transazioni finanziarie della moglie ? Ahahahahahahahhahh….)

Gli ambienti considerati “puliti” sono quasi sempre ipocrisia e falsità allo stato puro.

You cannot copy content of this page