Spente le stelle

Pubblicato il 28 Settembre 2021 da Veronica Baker

Spente le stelle
Col pallido raggio di luna
Piange l’amore
Che si lancia come l’onda poi se ne va
Vuota, la notte
E la sua speranza breve
Ora sgorga l’amaro pianto
Un cuor ferito, disperato passa qua

Emma ShapplinSpente le stelle


Spente le stelle

Come già sottolineato nei giorni scorsi, stanno iniziando ad arrivare le prime informazioni sui bambini nati durante questo 2021 da genitori “inoculati”.
Bambini definiti molto impropriamente come “Pandemic Babies” o – forse più appropriatamente – “Black-Eyed Babies”.



Un tema molto triste, che – almeno a me personalmente – fa davvero molta impressione.
Occorre naturalmente analizzare questi video non solo con molta attenzione, ma con la necessaria sensibilità.
Oltre al fatto che è forse ancora troppo presto per trarre qualsiasi conclusione a riguardo.

Ma quello che già più colpisce di loro, oltre allo sguardo spento ed in apparenza senza Vita, sono gli occhi neri e soprattutto il loro “invecchiamento” precoce.
Solitamente alla nascita i neonati hanno gli occhi chiari, e poi acquisiscono il loro colore naturale quando si formano la retina e l’iride.

Inoltre questi “Black-Eyed Babies” iniziano a gattonare intorno alle due settimane (quando il tempo normale è intorno ai 7 mesi circa), ed iniziano a camminare intorno ai 3 mesi di età, quando invece il tempo normale medio è intorno ai 10-12 mesi (anche se talvolta con uno sviluppo precoce si può iniziare a 9-10 mesi).

Una indagine che è solo agli inizi e che mi auguro non vada nella direzione che sta prendendo.
Ma una cosa è certa.

Questo scempio va fermato al più presto.
Stanno provando a soffocare la Vita in tutti i modi.

Perchè questo veleno spacciato per “vaccino” altro non è che magia nera allo stato alchemico più puro e malvagio.



Spente le stelle
Fate uscire lo sguardo della tigre che è dentro di voi, e combattete come mai avete fatto prima…

E – piaccia o non piaccia – in questo momento si sta effettuando una selezione rigidissima di anime incarnate.

In poche parole, chi ha scelto di sua spontanea volontà di farsi inoculare il veleno è entrato nel regno del Fato e non più in quello del Destino.
E per ognuno di loro il fato sarà molto doloroso.
Non importa se la scelta è stata fatta per ignoranza, inconsapevolezza o qualsiasi altro motivo.

Il Fato è quello che viviamo quando lasciamo che il tempo e lo spazio intorno a noi dettino la realtà della nostra Vita.
Quando le pressioni della società soffocano la voce del nostro spirito.
Quando le aspettative di altre persone sovrastano le nostre.

Oppure anche solo semplicemente quando ci dimentichiamo della morte – quando ci scordiamo quanto è temporaneo il nostro tempo sulla Terra.
Se ci perdiamo nella convinzione che esista sempre un domani, allora è possibile dimenticarsi di ciò che è davvero importante.

Il Destino è invece vivere secondo quello per cui la nostra Anima ha preso Vita.
Significa dare un senso alla nostra Vita, prendersi talvolta dei rischi che forse preferiremmo non prendere, affrontare delle sfide che potrebbero farci impallidire, e cogliere delle opportunità che possono spingerci oltre i nostri limiti.

Il Destino ovviamente non può fornirci la sicurezza della riuscita in tutte le prove che dobbiamo affrontare.
Ma quando si vive secondo il Destino,  ci dà un profondo senso di soddisfazione.

Perchè in realtà ognuno è (anzi, dovrebbe essere) esattamente le scelte che fa.
In poche parole, essere sempre padrone del proprio Destino.

Ecco perchè è necessario resistere ad oltranza.
Proprio adesso, ora.

Ci sono due percorsi : il percorso del Fato e il percorso del Destino.
Coloro che si allontaneranno dal loro Destino, ricadranno nel percorso del Fato.

Quando cammini sul sentiero del Fato, puoi sentirti molto felice ed essere un egocentrico ; ma quando arriva il momento fatale – ti sarai perso di nuovo.

Quando cammini sul sentiero del Destino, non importa quale distanza copri.
Quando il colpo fatale della morte arriva, tu sarai liberato.
Questa è la differenza.

Yogi BhajanSuccess and Spirit : An Aquarian path to Abundance

Se cedete per un caffè al bar con gli amici, una cena, una visita ad un museo, per mantenere il posto di lavoro, o per sete di potere, di carriera o di denaro…arriverà il giorno che piangerete la vostra scelleratezza nell’avere compiuto una scelta distruttiva per la vostra Anima.

La vita è fatta di forti contrasti.
Quello che ci fa sentire noi stesse può essere allo stesso tempo fonte di grande dolore.

Spesso quando siamo felici non tardano a colpirci inesorabilmente eventi meno piacevoli.
Ma d’altro canto la sofferenza non è l’unica cosa che proveremo.

Dopo torneranno sempre l’incantesimo e la magia.

Fate uscire lo sguardo della tigre che è dentro di voi, e combattete come mai avete fatto prima.
Questa volta non ne va solo della nostra Vita terrena.

Ma del nostro destino come Anime.
Ciò che è più importante in assoluto.




You cannot copy content of this page