Soros getta la maschera

Pubblicato il 14 Agosto 2020 da Veronica Baker

Non c’è menzogna troppo grossolana a cui la gente non creda, se essa viene incontro al suo segreto desiderio di crederci.

Christa Wolf


Soros getta la maschera

Soros getta la maschera
Si tratta di un complotto contro l’intera umanità…

Come ampiamente previsto da diverse settimane, con l’arrivo del mese di Settembre si diffonderanno velocemente grandi proteste in tutto il mondo.

Dopo la Germania e gli Stati Uniti, questa volta è il turno del Canada e soprattutto della Francia.

Finalmente i gilet gialli (diffusi in tutto il globo terrestre) stiano iniziando a capire che sono necessarie manifestazioni pacifiche.

Naturalmente mi aspetto che entro il 29 di Agosto molti altri paesi si uniscano alle proteste.

Ovviamente i diversi governi mondiali non hanno alcuna intenzione di recedere dalle loro idee.

Uno dei promotori di questa follia – il famigerato Klaus Schwab  – ha recentemente dichiarato che  “stiamo vivendo una occasione unica per ridisegnare il “nostro” mondo.”

Chiunque sia dotato di un intelletto appena superiore alla media ha ovviamente compreso che si tratta di un complotto contro l’intera umanità.

Ovviamente secondo Schwab occorre aumentare del 400% le tasse per tutta la popolazione.
Ma non ovviamente per lui, di cui è noto (per gli addetti ai lavori) dove ed in che modo “nasconda” le sue finanze.
Inoltre si vocifera – ma nel suo caso non ci sono ancora conferme ufficiali come per altri amichetti del “Club” – che sia uno di coloro che intorno al 18 di Gennaio ha liquidato completamente tutti i suoi investimenti nel globo terrestre.

Ipotesi plausibile e molto probabile.
Ma naturalmente nessuno indagherà mai su di lui.

In Italia intanto ha ripreso a starnazzare George Soros, che in data 11 Agosto ha gentilmente “concesso” (si fa per dire) una lunga intervista al giornale (ovviamente di sinistra) “La Repubblica”.
Per quei pochi che ancora non lo conoscessero, è un celeberrimo esponente ai vertici della piramide del NWO.
Fra le cariche “non ufficiali” da lui presiedute, presidente USA (ombra) del Deep State ai tempi di Bill Clinton.

Un personaggio tristemente famoso per le sue speculazioni che hanno portato al collasso economie illustri.
Inghilterra ed Italia nel Settembre del 1992, Thailandia ed Indonesia nel Settembre 1998 sono fra le sue più celebri vittime.

Della suddetta “intervista” sono da menzionare i seguenti interessanti passi :

“L’Italia è la mia più grande preoccupazione”.

Significato reale delle sue affermazioni :

Siamo di fronte ad una crisi massiccia del debito senza precedenti.

E che ha raggiunto il punto di non ritorno nel Gennaio 2020.
Il debito non sopravviverà, e gli stati sovrani falliranno.

Nessuna entità – nemmeno un gruppo compatto di banche centrali come potrebbero essere Federal Reserve, European Central Bank, Bank of England, Bank of Japan & Bank of China – sarà in grado di sostenerlo su scala globale.

Altro passo :

“Per salvare l’UE è necessaria una obbligazione perpetua, che dia interessi e non sia mai rimborsabile”.

Significato :

Ben presto inevitabilmente la maggior parte degli stati si renderanno inadempienti su tutti i debiti nazionali.
E trasformeranno tutto il loro debito pubblico in obbligazioni perpetue (con un rendimento praticamente nullo).

Poi :

“Anche i paesi frugali dovrebbero appoggiarla con entusiasmo”.

Significato :

Germania e Paesi Bassi (definiti da Soros “frugali”) continuano invece a rifiutare questa ipotesi.
E per farli capitolare devono a tutti i costi portare a termine il processo di federalizzazione dell’intera Europa.

Ed infine :

“I vostri nemici sono i populisti all’interno e la Cina all’esterno”

Ancora una volta, l’ennesima conferma :

Che la BCE abbia come unica soluzione al completo meltdown del sistema finanziario europeo la creazione di un € digitale non è certo una novità.

Lo scopo di questa operazione è naturalmente duplice : evitare prima di tutto il bank-run da parte dei correntisti che correrebbero in massa a ritirare dalla banche il proprio denaro cash.

E poi il sogno davvero proibito che da sempre caldeggiano.

Poter incassare facilmente e senza problemi qualsiasi balzello dai propri sudditi.

Naturalmente per poter passare a questo step è necessario dapprima avere un’agenda politica.
La creazione degli Stati Uniti d’Europa.

Cosa che giocoforza causerebbe la perdità di sovranità totale di tutti i diversi stati aderenti all’Unione Europea.[…]

[…]Ma questo finale per la BCE è davvero difficile da salvare, se non ormai completamente perso.
Questo piano – che a mio avviso entrerà in azione molto presto – molto probabilmente fallirà miseramente.

Semplicemente perchè la gente comune non accetterà mai questo diktat dittatoriale.
A cui seguiranno violenti disordini, rivolte e – nel caso la situazione dovesse sfuggire definitivamente di mano – una vera e propria guerra.

Soros ha confermato esattamente tutto ciò che chi scrive su questo blog aveva esposto sin dai primi giorni della farsa.
In poche parole ha gettato la (sua) maschera.
E nel contempo pretende che tutto il resto del mondo la indossi, accettando le sue condizioni “tappandosi la bocca“.

La risposta che otterrà è scontata.



BannerVeronica 1


You cannot copy content of this page