Short squeeze

Pubblicato il 3 Febbraio 2020 da Veronica Baker

Proprio nel momento in cui pensi che le cose vadano sempre peggio, sorpresa : è il punto di svolta della tua vita.

Veronica Baker


Short squeeze

short squeeze
Il tema è sempre lo stesso…

Se si guardano i singoli pezzi del puzzle e si uniscono fra loro, la visione d’assieme pare dare delle indicazioni ben precise.
Il tema è sempre lo stesso.

Ogni qualvolta c’è un ribasso violento in borsa immediatamente si moltiplicano i catastrofisti in giro per i vari forum e web a predire una fine del mondo ormai imminente.
Che la situazione sia molto seria, non l’ho mai messo in dubbio.

E chi mi legge da anni – sin dai tempi di Metropolis – sa benissimo come la penso su tutto il sistema.
Ma quando ci sono gli eccessi di pessimismo, ecco che saltano fuori all’improvviso quando meno te lo aspetti i movimenti devastanti di short squeeze .

Ricordo ad esempio cosa successe nel 2001 in una situazione dalle modalità molto simili a quella di questi giorni in Asia.
I listini persero in due settimane il 50% circa per poi recuperarlo in quelle successive a botte di +10%.

Oppure la crisi del 2002 quando in mezza seduta il Dax passò da -7% (venivano date dai mass-media per spacciate e fallite Allianz e Commerzbank) a +3% (momento della smentita ufficiale).

La volatilità pazzesca del 2003 alla vigilia della guerra americana in Iraq.
Improvvisi +5% e +6% sulle news “unofficial”.

E pure nelle crisi finanziarie del 2008 e del 2011 la stessa cosa.
Anzi, la volatilità ai tempi era molto superiore a quella di questi giorni.

Difficoltà sempre crescenti.
Ma attenzione ai gufi.
Coloro che mettono in giro voci per causare improvvisamente panico ricoprendosi poco dopo.

Nella real life la pesante recessione già si vede da anni ed anni.
Mentre nella realtà virtuale dei mercati finanziari è mascherata dai diversi programmi di Quantitative Easing.

E chi tiene il coltello dalla parte del manico (le grosse banche d’affari) vogliono – ed avranno –   il Qe4, 5, 6…
Anche se la situazione inizia ad assomigliare a ciò che si è già visto nella prima settimana di Febbraio 2018.

Oggi – come allora – siamo ancora piuttosto vicini ai massimi storici assoluti.

E tutto quello che succederà in futuro sarà la classica scusa per ottenere al più presto ciò che desiderano.



44


You cannot copy content of this page