Romperemo (molto probabilmente) al rialzo

Pubblicato il 11 Dicembre 2011 da Veronica Baker

Importante premessa : mai anticipare , ma seguire sempre quello che dice Mr.Market .

Ma se uniamo tutta una serie di indizi ( e soprattutto leggo quello che mi stanno raccontando i miei sistemi ) si possono fare le seguenti considerazioni :

  • Gli indici USA ( ed in generale tutti i più importanti indici mondiali ) sono da Ottobre in fase bullish od al massimo laterale , e non ribassista ( con l’eccezione della Grecia ormai defunta )
  • L’Europa è in stato di perenne crisi, è vero , basta vedere il costo dei CDS sugli stati sovrani ( Grecia : non pervenuto , Portogallo 1100, Irlanda 720, Ita(g)lia 538, Spagna 440 ) , ma in ogni ciclo ci sono periodi di eccesso in una o nell’altra direzione
  • Il Pil Europeo sarà senz’altro visto al ribasso rispetto alle stime già di recessione, ma non subito, ma fra qualche settimana
  • La BCE sta per iniziare ad inondare di liquidità il sistema ( hanno addirittura deciso di dimezzare dal 2% all’ 1% il tasso di riserva , una follia nel lungo ma nel breve sbloccherà molti fondi )
  • Tutti i paesi dell’UE hanno approvato il trattato di imposizione fiscale ( una truffa, è vero, ma sul breve i mercati reagiranno in positivo )
  • Tutti i paesi dell’UE stanno fornendo a costo zero liquidità alle banche ( leggere bene i miei post dei giorni scorsi sulle norme nascoste nella finanziaria di Montymar…)
  • La FED può lanciare un altro QE a breve ( ammontare presunto : 400Mld di $$ )
  • La stagionalità è favorevole in questo momento
  • Il sentiment degli operatori e soprattutto della gente è ai minimi storici
  • La prossima settimana è quella delle scadenze tecniche trimestrali , e la stragrande maggioranza degli operatori sono posizionati ancora al ribasso

…il risultato finale sarà che il mercato MOLTO difficilmente scenderà , ed anzi, è MOLTO probabile che rompa decisamente al rialzo nelle prossime sedute.

Esattamente come nello Yin e nello Yang , coppia motrice della meccanica cosmica.

E quest’alternanza dei due principi fornisce la spiegazione essenziale di tutti i fenomeni naturali.

You cannot copy content of this page