Rispetta le mie idee

Pubblicato il 9 Luglio 2020 da Veronica Baker

Si può vincere una guerra in due
E forse anche da solo
E si può estrarre il cuore anche al più nero assassino
Ma è più difficile cambiare un’idea

LitfibaApapaia


Rispetta le mie idee

Rispetta le mie idee
Una finta perdita di vite umane aumentata a dismisura….

Stiamo purtroppo assistendo ad un deliberato disastro economico.
Una finta perdita di vite umane aumentata a dismisura.
Un regime dittatoriale di terrore istillato in molta gente che – ignorando cosa sta succedendo effettivamente intorno a loro – tuttora teme ogni contatto umano con i propri simili.

Solo un gruppo di psicopatici malati mentali – come sono effettivamente i membri del cosiddetto “club” – ed i loro stupidi scagnozzi (di cui si libereranno al più presto non appena non serviranno più al loro scopo) poteva concepire un piano così assurdo da immediato ricovero in manicomio.

Hanno deciso che è meglio (dal loro folle punto di vista) non mollare la presa cercando in tutti i modi di tenere le persone rinchiuse e terrorizzate in casa, piuttosto che permettere loro una (qualche) libertà e poi attuare un secondo blocco a settembre-ottobre con la prossima stagione influenzale.

Ma nonostante tutto questo molta gente non accetterà di essere rinchiusa di nuovo in casa.

Infatti un po’ in tutto il mondo la gente si sta “risvegliando” :

Los Angeles residents defied Mayor Eric Garcetti’s citywide ban on fireworks en masse Saturday night, lighting up the sky across the entire city with a stunning number of fireworks for the Fourth of July.

A stunned KCAL reporter in the clip relayed that each person shooting off fireworks was subject to a potential $50,000 fine.

Ma nonostante questo folle divieto (50000$ di multa !), la gente è uscita lo stesso per le strade per festeggiare il giorno dell’Indipendenza e sparare in aria i tradizionali fuochi d’artificio serali.

E quel sogno, sai,
Continua a chiamarmi nella profondità del mare
Un caduta dentro i vortici d’ acqua
Le mie mani, che non si fermano più
Eh !
Rispetta le mie idee !

Sequestrare i beni mobili della gente comune, aumentare le tasse a livelli assurdi ed opprimere il popolo allo scopo di evitare rivolte non servirà proprio a nulla.
Questo programma scatenerà violenza.
Il potere illimitato non è la panacea di tutti i mali.

Le elite non sono in grado di capire la natura umana proprio perchè hanno sempre vissuto nel loro dorato mondo, senza mai frequentare la gente comune.
Come vado insistendo da settimane, tutto questo finirà davvero in maniera molto violenta[…]

[…]Porterà ben presto ad una violenta rivoluzione contro di loro.
Ben presto la situazione gli sfuggirà definitivamente di mano.
E forse a questo punto si renderanno conto che il loro potere deve essere limitato almeno dal buon senso.

Ed è già evidente che – nonostante le misure draconiane minacciate – molti politici siano già in grande difficoltà.
E ben presto lo saranno interi stati.
Soprattutto quelli che non erano (e non sono tuttora) d’accordo in modo compatto con tutte queste misure idiote  :

La volontà dei governi mondiali di rintracciare tutti in qualsiasi momento (il cosiddetto “controllo sociale”) è in realtà un misero e goffo tentativo di prevenire disordini civili.
Non servirà a nulla, se non ad alimentare ancora di più rabbia e devastazione.

Isolare le persone all’interno della propria casa forzatamente è un fatto che non è mai successo “solamente” negli ultimi 6000 di storia.
Un errore che pagheranno a gravissimo prezzo.

Tutto questo ha portato ad una crisi ormai irreversibile del debito sovrano.
Nota da tempo e che si sarebbe in ogni caso verificata nei prossimi due anni.
Ma mai avrei potuto immaginare che la intera umanità si voleesse suicidare intenzionalmente.

Siamo di fronte ad una crisi massiccia del debito senza precedenti.

E che ha raggiunto il punto di non ritorno nel Gennaio 2020.
Il debito non sopravviverà, e gli stati sovrani falliranno.

Nessuna entità – nemmeno un gruppo compatto di banche centrali come potrebbero essere Federal Reserve, European Central Bank, Bank of England, Bank of Japan & Bank of China – sarà in grado di sostenerlo su scala globale.

Il prezzo che pagheremo tutti a causa di questa follia (accuratamente pianificata nel corso degli anni) è al di là di ogni possibile immaginazione.
L’entità e la velocità del crollo di ogni attività economica nel corso degli ultimi mesi non è mai successa negli ultimi secoli.

Soprattutto – ed è il punto che i membri del “club” non hanno mai preso in considerazione – il crollo della fiducia della gente nei confronti di tutto ciò che è “pubblico” sarà epocale :

Il capitale di debito ad un certo punto si trasformerà in capitale azionario.
Tutti gli investimenti in obbligazioni si riverseranno improvvisamente nell’unico asset “difensivo” ormai disponibile.
Le società private (ad alta capitalizzazione) quotate nelle principali piazze mondiali.

Questo processo inizierà nel momento in cui la credibilità dei vari governi e di tutto il sistema pubblico collegato (sanità, previdenza sociale, istruzione, forze dell’ordine ed occupazione pubblica in generale) inesorabilmente collasserà.

Sottavalutare questo fenomeno è stato indubbiamento un grave errore per loro.

In Cina la gente sta già iniziando (molto in anticipo rispetto alle loro previsioni) a ritirare dai propri conti correnti denaro contante.
In alcune province – come ad esempio nello Hebei – la People’s Bank of China sta già limitando le richieste, richiedendo in anticipo alle imprese ed ai correntisti di segnalare preventivamente ogni prelievo o deposito di “grandi” dimensioni.

Questa non è una novità vera e propria.
Soprattutto per chi vive in Italia ed in generale nei paesi Mediterranei, essendo sin dal 2011 la “normalità” :

Quello del contante comincia a essere un (serio) problema per i correntisti.

Alcune banche avrebbero drasticamente irrigidito le procedure interne per i prelievi.
Per  somme superiori a 2500€ si possono attendere fino a 3 giorni.
Mentre per 10.000€ l’attesa passa a una settimana.

Su scala globale invece le istituzioni finanziarie stanno avendo un aumento esponenziale dei crediti inesigibili.
Ben presto si trasformerà in un vero e proprio tsunami finanziario :

Tutti i programmi di aiuto per le fasce più deboli e bisognose stanno per essere sospesi.
Un centinaio di stati sovrani sono già insolventi.
Infatti hanno già presentato richiesta di aiuto al FMI.
Ben presto milioni di persone improvvisamente si ritroveranno senza lavoro e senza provviste alimentari.

Il risultato finale sarà una nuova, enorme grande depressione economica che si verificherà fra il 2021 ed il 2022.
La distruzione totale dell’economia mondiale manderà in bancarotta almeno un altro 20% (ma probabilmente molte di più) di tutte le piccole imprese.

Mente le grandi imprese – quelle che saranno considerate non solo “too big to fail”, ma soprattutto quelle considerate di un qualche interesse “pubblico” – saranno nazionalizzate.

Anche in Cina – la locomotiva mondiale, l’economia che per la sua potenza ha tutti i mezzi per uscirne velocemente e più forte di prima – le prospettive economiche sono ai minimi degli ultimi 40 anni.
Ed il credit crunch sta mordendo più forte che mai.



44


You cannot copy content of this page