Rapina a mano armata

Pubblicato il 14 Febbraio 2012 da Veronica Baker

Art. 35 del decreto sulle liberalizzazioni : entro Aprile accentramento a livello statale di tutte le tesorerie comunali.
Una vera rapina di oltre 8 Mld di € sottratti dai comuni virtuosi i quali – fino a ieri, in virtù del patto di stabilità, non potevano spendere il surplus.

Tra un mese quel surplus gli verrà sottratto.
Implicazioni ( oltre ovviamente alla rapina a mano armata) :

  • Nessun comune d’ora in poi si sentirà in dovere di generare surplus e quindi gestire l’amministrazione virtuosamente
  • I fondi sono depositati presso le banche locali , e quindi sarà ulteriormente sottratto credito per le imprese locali

Come vado insistendo da tempo, questo modo di fare legittimerà un domani – adducendo cause di interesse nazionale – di prelevare fondi direttamente dai conti correnti dei cittadini anzichè sottrarli alle tesorerie comunali ( basterà un solo colpo di click dopo che chirurgicamente avranno ritirato quasi tutto il contante ).

Una liberalizzazione questa ?

E guardando l’andamento dei mercati  , ripensando a tutto quello che è accaduto da Luglio in poi con il commissariamento di ben quattro governi europei ( Italia, Grecia, Belgio e Spagna ) ed un omicidio volontario (Grecia) , affermo testualmente che siamo in presenza di una vera e propria dittatura in cui sono le autorità europee a decidere unilateralmente ,e non gli stati sovrani.

La gente non si sta rendendo conto del golpe che silenziosamente è stato compiuto alle nostre spalle.

P.S: ogni giorni la solita tiritera ai tiggì :”stabilizziamo prima i mercati”.

Orbene : sono 15 anni che li osservo dalle 8 alle 24 , ci ho vissuta e ci vivo a stretto contatto, ma mai c’è stata questa sudditanza palese ai mercati , tanto da essere decisamente sospetta…

You cannot copy content of this page