Rally Killer ?

Pubblicato il 11 Febbraio 2010 da Veronica Baker

[…]A German parliamentary report has concluded that many forms of potential aid to the Greek government would violate European Union regulations, the Handelsblatt newspaper reported on its Web site Wednesday.

The parliamentary report states that aid from the European Central Bank, the national banks of euro-zone members, as well as euro-zone governments, would violate EU rules, the Handelsblatt said, citing documents reviewed by its reporters.

The member states also may not answer or stand in for the central government of a member state,”[….]

Mors tua , vita mea ?
Forse…..
Ma la soluzione non è affatto semplice, perchè la costituzione europea in effetti vieterebbe l’aiuto di uno stato in difficoltà , come afferma l’articolo 103.a :

[…] ARTICLE 103.a

1. Without prejudice to any other procedures provided for in this Treaty, the Council may, acting unanimously on a proposal from the Commission, decide upon the measures appropriate to the economic situation, in particular if severe difficulties arise in the supply of certain products.

2. Where a Member State is in difficulties or is seriously threatened with severe difficulties caused by exceptional occurrences beyond its control, the Council may, acting unanimously on a proposal from the Commission, grant, under certain conditions, Community financial assistance to the Member State concerned.
Where the severe difficulties are caused by natural disasters, the Council shall act by qualified majority.
The President of the Council shall inform the European Parliament of the decision taken.[…]

Il vero problema è che una situazione del genere non era stata contemplata al momento in cui fu scritta……

Ed inoltre , è lo stesso governo ellenico che nel corso degli anni si è fortemente indebitato ed ha occultato tramite abili giochetti di prestigio ( con la collaborazione della immancabile Goldman Sachs che da alleata ora – al solito ! – si è trasformata in acerrima nemica ) i buchi a bilancio che si ritrovava per rientrare nei parametri di Maastricht .

Per cui , legalmente, per la Grecia NON ci potrebbe essere salvataggio da parte nè dell’UE , nè del FMI, nè di qualunque stato estero.

Lo spettro di Lehman Brothers – anche nel balletto delle dichiarazioni dei vari governi – si sta sempre di più materializzando, anche se ci vorrà ancora qualche giorno ( settimane ? )

Nel frattempo – dato che non si sa che pesci prendere – ogni decisione continua ad essere rimandata nel tempo :

[…]Euro-zone finance ministers scheduled to talk about Greece this afternoon are unlikely to make any decision and there is no aid for Greece on the agenda of Thursday’s summit of European Union leaders, a senior German government official said Wednesday.

The official added that Germany will stick to the European bailout ban and at present no EU or bilateral aid for Greece is on the meeting’s agenda.[….]

Ed intanto la solita Goldman Sachs – che ha una posizione lunghissima in $ contro € ed è quindi direttamente interessata ad una implosione della crisi nell’area UE – butta benzina sul fuoco , rivendendo al rialzo le prevision sul deficit fiscale ellenico :

[…]Big revision up in their 2009 fiscal deficit: Late yesterday, the Greek finance ministry amended its website for its 2009 fiscal cash execution, adding close to EUR 6bn to expenditures in December for a total of EUR 11.8bn, which takes the full-year deficit to EUR 37.9bn – up from EUR 29.4bn reported previously.

This implies an increase in their 2009 central government budget deficit from about 12.2% of GDP to about 16% of GDP.

There has been made no explanation for this revision, but we think it may be associated with payment of arrears to hospitals, which means that the general government deficit may have increased by less.

Regardless, given the uncertainties, it is a stunning revision to make to the December payments without an explanation. Hopefully, it’s a good use of money, like clearance of arrears, but it would be good to know.[….]

La Grecia ovviamente smentisce , ma in questi casi si sa che il mercato interpreta queste dichiarazioni come una implicita ammissione…..

Nel frattempo, l’unico movimento degno di nota ieri è quello su Bund , che sta completando una figura piuttosto importante ( anche se tuttora mancano a mio avviso ancora segnali tecnici per una vera inversione , per altro logica dal punto di vista macro ) :

L’ottimismo degli operatori sta rapidamente scemando  :

Mentre gli strategist rivedono al rialzo i target al rialzo di fine 2010 :

A mio parere siamo alla vigilia di un rally killer , il cui seguito metterà a nudo tutte le contraddizioni di un sistema che fino ad ora – al di là di tutte le dichiarazioni di facciata – si è retto esclusivamente sulla emissione perpetua di debito su scala mondiale che – giocoforza – alla lunga risulterà per tutti insostenibile .
E come ci dice Mark Faber :

[…]In the developed world we have huge debt to GDP, in terms of government debt to GDP and unfunded liabilities that will come due, and these unfunded liabilities are so huge that eventually these governments will all have to print money before they default.[…]

Ed ecco perchè ogni investimento – soprattutto in obbligazioni – non deve mai superare la durata di un anno al massimo…

You cannot copy content of this page