Quid de rerum natura querimur

Pubblicato il 21 Aprile 2019 da Veronica Baker

Quid de rerum natura querimur.

SenecaDe brevitate vitae


Una morale fondamentale.
Inutile cercare di farsi apprezzare da persone che non ti ameranno mai.


Quid de rerum natura querimur Her Own Destiny
Temono di perdere amici, temono di litigare tra loro…

Se un valido manager con esperienze di alto livello andasse a lavorare in un’aziendina padronale, dopo una settimana sarebbe costretto ad andarsene.

Perchè forse direbbe loro che il figlio del titolare è un incapace, o che il direttore amministrativo è un ladro e falsifica i bilanci.

E poco dopo gli direbbero : “A noi sta bene così, abbiamo sempre fatto così e non vogliamo cambiare. Chi sei tu per comandare a casa nostra ?”

Il classico problema degli ambienti piccoli.

La loro paura è che guardando in faccia la realtà il loro ambientino possa diventare sempre più piccolo.

Come una persona che sa di avere una malattia.

Ma non vuole andare a farsi visitare perchè il dottore gli dirà esattamente di quale disturbo soffre.

Temono di perdere amici, temono di litigare tra loro se parlano dei loro problemi.

Moltissimi anni fa ho vissuto una simile vicenda in una piccola società sportiva.
Il finale è stato analogo.

Cosa ho imparato da questa esperienza

Non si deve mai cercare di fare cambiare idea.

Se non ci si trova bene con una persona, oppure se non si è apprezzata, oppure se ad un certo punto si capisce che l’ambiente è diventato in un certo qual modo ostile, si deve lasciar perdere immediatamente e cercare subito altro.

Dai più grandi errori commessi si apprendono sempre le lezioni più importanti.



StrongerthanDestiny


You cannot copy content of this page