Prima ondata

Pubblicato il 11 Luglio 2020 da Veronica Baker

Un Comunista è un uomo che non possiede nulla, ma è disposto a dividerlo con gli altri.

John Garland Pollard


Prima ondata
Ieri sera i manifestanti a Belgrado hanno attaccato il Parlamento serbo lanciando pietre e bottiglie contro le finestre…

I politici europei stanno per iniziare ad avere “qualche” problema.
La follia dei loro lockdown ben presto – come da previsioni – si ritorcerà contro di loro.

In Germania stanno iniziando – molto tardivamente – a comprendere che stanno covando sotto la cenere enormi agitazioni civili “in fieri”.
La gente sta iniziando a comprendere che il “virus killer” non è altro che un enome truffa perpetrata dal “club” degli psicopatici che desidera questo fantomatico ordine mondiale verde che – fra le altre cose – presuppone la chiusura delle principali aziende automobilistiche mondiali.
Lasciando milioni di lavoratori nel mondo senza alcun futuro.

Il governo tedesco si sta preparando alla prima ondata di disordini.

Ma non servirà a nulla.

L’Europa – grazie a queste persone insane di mente – è sotto il concreto rischio (che ogni giorno che passa sta diventando una vera e propria certezza) di una vera e propria guerra civile.
Che butterà definitivamente a zero il settore turistico e conseguentemente tutto l’indotto.

Nel frattempo, ieri sera i manifestanti a Belgrado hanno attaccato il Parlamento serbo lanciando pietre e bottiglie contro le finestre.
Ancora una volta, la storia si ripete sempre.

Infatti prima dello scoppio della Prima Guerra Mondiale, il primo focolaio di rivolte e di insurrezioni popolari furono proprio i Balcani.
Il destino dell’Unione Europea è ovviamente segnato.

Ma solo i membri del “Club” ed i loro grandi amici non sembrano preoccupati di questo.
Anzi, pare che se ne compiacciano pure.

Ma stanno sottovalutando (e di molto) i danni economici.
Questa sarà purtroppo la fine dello stato sociale.

Ma sarà anche la fine del comunismo.



44


You cannot copy content of this page