Post fata resurgo

Pubblicato il 16 Settembre 2021 da Veronica Baker

L’albero.
Viene
l’autunno, e come
la Fenice s’accende
nel rosso del suo rogo.
Viene
primavera, e splende
d’altro suo verde…

Giorgio Caproni


Post fata resurgo

***Ripubblico questo mio post datato originariamente 24 Maggio alla luce delle riflessioni dell’articolo appena pubblicato di Ernst Wolff***

Tutti coloro che arrivano dal mondo del commercio (e che quindi fanno trading reale, che siano beni di consumo, immobili, azioni o derivati poco importa) non perdono tempo ad inventarsi teorie economiche “utopiche” che possano funzionare globalmente.

Purtroppo chi non ha mai gestito personalmente una azienda, un negozio, una attività autonoma (oppure non ha mai provato a fare trading professionalmente) non comprende la prima regola fondamentale.
Il mercato ha sempre ragione.

E’ inutile girarci intorno.
Il socialismo e tutte le sue varianti (che si chiami marxismo, comunismo od altri nomi simili è irrilevante) è ormai morto e sepolto.

Infatti abbiamo raggiunto l’apice del processo di EcoAnemia di cui parlo sin dalle primissime pagine di questo blog.
Siamo ai titoli di coda del prestito perpetuo :

Tempi duri : tutti hanno debiti e vivono a credito.
Improvvisamente arriva in città un ricco turista.

Entra nell’unico albergo, lascia una banconota da 100 € sul bancone della reception e va a vedere le stanze di sopra per sceglierne una.

Il proprietario dell’albergo prende i 100 € e corre a pagare il debito dal macellaio.
Il macellaio prende i 100 € e corre a pagare il suo debito con l’allevatore di maiali.
L’allevatore di maiali prende i 100 € e corre a pagare il debito con il suo fornitore di mangime.
Il fornitore di mangime prende i 100 € e corre a pagare il suo debito con la prostituta della città che in questo momento difficile gli fornisce i suoi servizi a credito.
La prostituta prende i 100 € e corre all’albergo a pagare il proprietario per le camere che le fornisce a credito quando porta i suoi clienti.
Il proprietario dell’albergo prende i 100 € e li posa sul bancone della reception in modo che il turista non sospetti nulla.

In quel momento, dopo aver visionato le stanze, scende il turista, riprende i suoi 100 € e dopo aver detto che non le gradisce, lascia la città.

Nessuno ha guadagnato nulla.
Ma la città non ha più debiti e guarda al futuro con ottimismo.

Come evidenziato sin da allora (ed assicuro che non ci voleva davvero nulla per capirlo) le banche centrali hanno cercato senza successo di controllare l’economia (anzi la EcoAnemia), manipolando la regola fondamentale :

Oggi manca del tutto la circolazione del denaro.
Tutto il denaro stampato dalle banche centrali non entra (e non entrerà mai) in circolo nell’economia reale, ma è sempre allocato in posizioni statiche.

La finanza è statica, mentre l’economia è mobile.
La finanza non può mai essere scorrelata dall’andamento economico generale.

Se manca la circolazione del denaro, semplicemente l’economia muore.

La Federal Reserve (ed in generale tutte le banche centrali) da Marzo 2020 sta comprando obbligazioni societarie nel tentativo disperato di evitare un aumento dei tassi di interesse.
Non certo per stimolare l’economia reale (e creare così nuovi posti di lavoro),
Infatti ha continuato inesorabilmente a contrarsi sempre di più.

Le Banche Centrali possono anche acquistare (e la loro intenzione – soprattutto in Europa, dove da sei anni la BCE è rimasta intrappolata da tassi di interesse addirittura negativi – sarebbe continuare questo processo all’infinito pagando perpetuamente una cedola praticamente nulla o quasi) titoli obbligazionari emessi dai diversi stati sovrani, in modo tale che possano finanziarsi sine die a costo zero.
Ma questo non influisce sui tassi di interesse per il settore privato, che invece continuano a salire.

Siamo di fronte ad una crisi massiccia del debito senza precedenti.

E che ha raggiunto il punto di non ritorno nel Gennaio 2020.
Il debito non sopravviverà, e gli stati sovrani falliranno.

Nessuna entità – nemmeno un gruppo compatto di banche centrali come potrebbero essere Federal Reserve, European Central Bank, Bank of England, Bank of Japan & Bank of China – sarà in grado di sostenerlo su scala globale.

Quindi esiste una asimmetria marcata fra il credito concesso al settore pubblico e quello al settore privato.
Questo è essenzialmente il motivo per cui le banche centrali stanno cercando in tutti i modi di evitare che i tassi di interesse del settore privato salgano ulteriormente.

Ma falliranno inesorabilmente.
Il motivo è abbastanza semplice : in questo momento i tassi di interesse reali (e non quelli “teorici” concessi agli stati sovrani) sono pesantemente influenzati dal rischio di credito.
In poche parole il rischio di insolvenza aumenta ogni giorno sempre di più.
E quindi le banche non prestano più denaro a nessuno, nemmeno alle grandi imprese.

Conseguentemente ad uno ad uno stanno finendo sotto pressione non solo tutti i governi degli stati sovrani.
Ma soprattutto tutte le amministrazioni locali che per decenni si sono affidate esclusivamente all’indebitamento, senza pensare nemmeno un attimo ad una gestione virtuosa che eliminasse sprechi e clientelismi di ogni tipo.

Nessuno in realtà sta mettendo mano a nulla.
Si fanno solo prelievi di soldi pubblici.

Se i politici non cambiano nulla (ed è quello che proprio stanno facendo), quello che alla fine sistemerà le storture sarà un bel crash valutario globale, che rimetterà a posto in modo “naturale” tutto ciò che i politici non vogliono fare e che risistemerà i valori reali e le convenienze reali di produzione.

Ed ecco perchè le tesorerie delle grandi banche commerciali continuano a ragionare come se domani mattina potessimo svegliarci in un day after post-atomico bancario.
Si rimpinzano di liquidità perchè temono di venire azzannate dagli hedge, dalla sfiducia e di fare la fine di tutte le altre banche già fallite.

Moltissime note ed enormi istituzioni sono nel panico più totale proprio per tutti i motivi che ho elencato fino ad ora e nei post precedenti.
Fingono il contrario ma se la fanno letteralmente addosso !
Ma la cosa più tragica è che non esiste alcuna cura per la malattia che rifuggono.

Il motivo fondamentale per cui lo stato sociale sta per franare inesorabilmente :

Questo processo inizierà nel momento in cui la credibilità dei vari governi e di tutto il sistema pubblico collegato (sanità, previdenza sociale, istruzione, forze dell’ordine ed occupazione pubblica in generale) inesorabilmente collasserà.

Tutti i programmi sociali promossi dai diversi governi nel corso degli ultimi 50 anni non possono ormai più essere sostenuti.
Ecco il perchè della limitazione della libertà personale, della democrazia e dei diritti sociali.

Quello che stiamo vivendo dipende esclusivamente da questo.
Ed il motivo per cui alcuni governi mondiali stanno addirittura pensando di iniziare a non pagare la polizia ed addirittura di scioglierla.
E’ la dimostrazione pratica che hanno finito i fondi a loro disposizione.

Vogliono utilizzare i disordini sociali (oltre ad avere volontariamente buttato alla fame miliardi di persone con la scusa di un “virus killer” e di un fantomatico Green Reset) come scusa per poter mettere mano alle pensioni (decurtandole) ed aumentare drasticamente le tasse.

Il comunismo – ogni qualvolta è in declino – agisce sempre nel medesimo modo.
Stanno reagendo in modo anti-democratico proprio perchè è fallito.
Se non fosse andato a pezzi il (loro) sistema, non si sarebbero certo comportati in questo modo.

Il problema è che – al di là di una pseudo utopia inattuabile su larga scala – è proprio una ideologia insostenibile.

Post fata resurgo
La storia si ripete sempre ciclicamente…

La storia si ripete sempre ciclicamente.
L’intero sistema politico socialista si sta sgretolando proprio dalle sue fondamenta.

Ed i politici di professione – di qualunque schieramento facciano parte – non faranno mai niente a favore del popolo.
Perchè andrebbe contro i loro interessi.

Ecco perché nella storia ogni repubblica si trasforma invariabilmente in un’oligarchia.
Che alla fine però collassa inesorabilmente.
Con il concreto rischio di una guerra civile fra le diverse fazioni.

I prossimi due anni purtroppo saranno per tutti noi un incubo sotto tutti i punti di vista.

Ma riusciremo a superare anche questo momento difficile.

L’umanità nasce libera.
E non controllata da un qualsivoglia potere, istituzione o stato “superiore”.

Post fata resurgo

Lo ripeto di nuovo.
Non finirà come vogliono e pensano gli elitisti :

Le elite non sono in grado di capire la natura umana proprio perchè hanno sempre vissuto nel loro dorato mondo, senza mai frequentare la gente comune.
Come vado insistendo da settimane, tutto questo finirà davvero in maniera molto violenta[…]

[…]Porterà ben presto ad una violenta rivoluzione contro di loro.
Ben presto la situazione gli sfuggirà definitivamente di mano.
E forse a questo punto si renderanno conto che il loro potere deve essere limitato almeno dal buon senso.

Alla fine la gente comune finalmente comprenderà che è meglio lavorare insieme, aiutandosi vicendevolmente l’uno con l’altro.
Anzichè dividersi.

Ed inizierà la vera ricostruzione del nostro futuro.
Post fata resurgo.



BannerVeronica 1


You cannot copy content of this page