Un possibile danno per tutti

Pubblicato il 29 Ottobre 2012 da Veronica Baker

“To throw some sand in the well greased wheels of international finance”, ovvero “gettare un po’ di sabbia negli ingranaggi ben oliati della finanza internazionale”.  Questa la soluzione che il prof. James Tobin propose durante la sua prolusione all’Università di Princeton nel 1972, a pochi mesi dal crollo degli accordi di Bretton Woods che prevedevano un sistema valutario internazionale a cambi fissi (gold-dollar standard).

Fonte : Xtradernet

Un articolo ( l’unico fra i tanti presenti in rete in questo momento) davvero fatto bene, che tratta con competenza e con precisione una tematica di cui in molti parlano oggi senza avere le minime competenze per poterlo fare e soprattutto senza lasciarsi andare a populismi intrisi di demagogia.
Assolutamente da leggere .

Per inciso, ho conosciuto personalmente circa una decina di anni fa l’autore ( nel 2002/2003 ho fatto trading professionale con la SIM – unica che abbia mai avuto in Italia – di Genova con cui collaborava , e che mi presentò la piattaforma da cui lavorai che per l’epoca era davvero tecnicamente all’avanguardia ) persona molto preparata e che conosce davvero bene l’argomento di cui sta parlando : abbiamo avuto per altro per molti anni un percorso professionale molto simile, se non proprio uguale, dato che siamo fra i pochissimi in Italia che ci siamo occupati dello studio e della implementazione dello sviluppo di trading systems automatici ( long/short ed applicabili a qualsiasi asset liquido ) uniti a strategie speculative e di coperture in opzioni ( solitamente writed, cioè vendute ).

Forse addirittura gli unici, dato che solitamente queste due strategie non vengono ( erroneamente a mio avviso, per tutta una serie di motivi impossibili da spiegare in poche righe ) utilizzate in contemporanea, ma disgiunte.

Un progetto davvero stimolante ed interessante, anche se non semplice da attuare e soprattutto da mettere in pratica.

You cannot copy content of this page