Pasti gratis non esistono

Pubblicato il 11 Gennaio 2021 da Veronica Baker

Solo nella trappola per topi il formaggio è gratis.

“Proverbio russo”


Pasti gratis non esistono
Pasti gratis non esistono…

Molta gente gente sta lasciando – a mio avviso assai tardivamente – Facebook, Instagram, Twitter e si sta trasferendo a Parler oppure a GAB.

Ovviamente le reazioni di Silicon Valley non si sono fatte attendere.
Google e Apple hanno rimosso la app di Parler dai loro rispettivi store (GAB è da anni bannata), così come poco dopo anche Amazon.

Ovviamente trattasi di un’opera di epurazione completa di tutti coloro che non la pensano come loro.
Non è certo una novità.

Come ho appena scritto nel post precedente, questi sono i comunisti.

Ed ovviamente questo è anche il motivo per cui da sempre non sono iscritta a social network, da molto tempo non utilizzo alcun servizio di Google (nè Google Account, nè il rispettivo Playstore), acquisto ben poco o nulla da Amazon, ho da anni un mio spazio web privato (ovviamente) a pagamento in hosting di uno stato “amico”.

Era abbastanza chiaro che prima o poi tali piattaforme nate per un uso “gratuito” avrebbero presentato un conto assai salato.
Bastava essere solo un po’ più sgamati.

Ricordandosi che pasti gratis non esistono.



44


You cannot copy content of this page