Oro ed iperinflazione

Pubblicato il 30 Marzo 2021 da Veronica Baker

Quando l’oro parla, l’eloquenza è senza forza.

Erasmo da Rotterdam


Oro ed iperinflazione
L’oro non aumenta proporzionalmente alla massa monetaria M1…

Nel Gennaio 1975 la massa monetaria M1 era di 273.4 miliardi di $.
Mentre nel Gennaio del 1980 salì a 385.5 Mln di $.
Un guadagno di circa il 141%.

Nel medesimo periodo l’oro è passato da quasi 200 $ nel 1974 a 875 $ nel 1980.
Un guadagno di circa il 437%, evidentemente superiore quello della massa monetaria M1.

Ora l’M1 ha raggiunto i 5446 miliardi al 23 Marzo 2021.
Se l’intera teoria secondo cui l’oro aumenta in proporzione all’inflazione fosse vera, allora dovrebbe essere scambiato a 12.668 $.
Invece in questo momento quota 1685 $.

L’oro non aumenta proporzionalmente alla massa monetaria M1.
Ma piuttosto a causa del crollo totale della fiducia nel proprio governo.

Uno dei concetti più misconosciuti da parte dei cosiddetti economisti accademici è che secondo loro – prima o poi – l’oro aumenterà esponenzialmente di valore a causa della iperinflazione “che prima o poi arriverà”.
Falso.

Oro ed iperinflazione

Non è mai l’iperinflazione che fa salire l’oro.

Piuttosto avviene quando la gente comune non si fida più del governo.
Ed allora inizia ad accumulare la propria ricchezza in oro o beni materiali.
Iniziando inoltre a comprare valuta estera convertendola da quella nazionale.

Il futuro probabile aumento dell’oro non ha nulla a che vedere con la massa monetaria e l’iperinflazione.

Ma sarà dovuto al fatto che le banche centrali ormai sono completamente inabili ad aumentare la massa monetaria M1 in modo sufficiente a coprire la distruzione di ricchezza su scala globale causata da questa follia che stiamo vivendo.

E che ha per di più causato oltre 300 milioni di disoccupati.



44


You cannot copy content of this page