Non chiedermi il perchè

Pubblicato il 14 Marzo 2021 da Veronica Baker

Dove saranno i mercati fra due ore, un giorno, tre giorni, una settimana, un mese, tre mesi od un anno ?
Quien sabe.

Veronica Baker


I worked on Wall Street and global financial markets since April 2000.
At first I was a huge scalper : stock markets like Nasdaq and Xetra were my fields of battle during the early days of the Tech Bubble.
Derivatives were relatively new then, and I was a little part of that.

Later I began studying the science of projecting a proprietary trading system.
That worked out all right, but sure it is not an easy road.

I love the markets.
How they weave together.

There was a time I woke up in the morning thinking :

“What am I going to do today to make some money in the market.”

And there was one tough period I thought :

“Maybe I should do something else for a year or two.”

One day I read a Jesse Livermore quote :

“Wall Street is a giant whorehouse, where brokers are pimps, stocks whores, and where customers queued to throw their money away.”

And so I finally understood how to survive in the jungle of life.

Non chiedermi il perchè

Come ho scritto in precedenza nella introduzione a questo mio post in inglese ho trascorso la maggior parte degli ultimi ventuno anni a contatto con i mercati finanziari globali.

Ho sempre rifiutato di avere a che fare con tutto ciò che è statale.
E dirò di più.

Ho sempre re-investito assolutamente da sola i miei risparmi di una vita.

Mi hanno dato della pazza, della irresponsabile, della folle “che non pensava minimamente al proprio futuro”.
Invece avevo già allora già compreso che il sistema occidentale basato sul debito era ormai giunto al capolinea.

E soprattutto non volevo servire la mia vita intera come schiava di un sistema basato sul pagamento perpetuo degli interessi ad un casinò divenuto ormai insaziabile.

Per questo semplice motivo nel corso degli anni mi sono imbattuta e ho esaminato la maggior parte dei sistemi, degli approcci al trading, delle strategie dei cosiddetti guru con cui ho spesso ho interagito.
A volte per curiosità.
Altre perchè naturalmente cercavo delle conferme alle mie personali strategie utilizzate.

Non chiedermi il perchè
Costruendo negli anni il mio software personalizzato…

Ho studiato programmazione, costruendo nel corso degli anni il mio software personalizzato.

Ed ho esaminato la maggior parte delle possibili strategie di trading, anche simulando possibili diversi andamenti tramite l’utilizzo della cosiddetta Intelligenza Artificiale.

Per questo motivo sono in grado di esprimere il mio parere personale sui due personaggi del mondo del trading più famosi e soprattutto considerati più geniali : Ed Seykota e Martin Armstrong.
Su entrambi purtroppo la mia personale opinione – per quello che può valere –   è davvero altamente negativa.

Il mio pensiero su Ed Seykota è noto da diversi anni, e le ragioni le ho spiegate in questo mio post.

Riguardo invece Martin Armstrong, ha la bruttissima tendenza a non ammettere mai di avere torto.
E soprattutto sopravvaluta troppo se stesso.

Autodefinirsi a giorni alterni Leonardo da Vinci (oppure Einstein) è certamente il viatico verso l’errore ed il fallimento.

Indubbiamente ha una discreta (nemmeno buona) conoscenza dei cicli storici ed il loro susseguirsi in modo identico nel tempo a causa della ripetitività del comportamento umano.

Ma solo ed esclusivamente questo.

Come trader è davvero molto mediocre.
Se non proprio insulso.

Ed il suo sistema di Intelligenza Artificiale dà sempre segnali decisamente imprecisi, se non proprio completamente sbagliati.
Soprattutto sempre e comunque inutilizzabili dal punto di vista pratico.

Non esiste – e probabilmente non esisterà mai – nè un indicatore magico, nè un sistema di Intelligenza Artificiale che possa riuscire ad indicare in modo corretto il susseguirsi di eventi che possono essere influenzati da un numero troppo elevato di situazioni.

Occorre compiere le scelte giuste seguendo il proprio trading-system.
Un modello altamente personalizzato.
Disegnato su misura come un vestito da sera confezionato da uno stilista.

Questo è l’unico approccio davvero funzionante.



BannerVeronica 1


You cannot copy content of this page