Nessuno è infallibile

Pubblicato il 27 Novembre 2020 da Veronica Baker

L’errore ci dona semplicemente l’opportunità di iniziare a diventare più intelligenti.

Henry Ford


Nessuno è infallibile
I risultati sono stati molto deludenti…

Le recenti disavventure (già raccontate nelle settimane scorse) con Princeton Economics mi hanno fatto molto riflettere sui diversi errori professionali da me commessi nel corso dell’ultimo anno.

In poche parole, la autorevolezza e la storia (a mio avviso passata) di questa celeberrima istituzione finanziaria e del suo illustre fondatore mi hanno portata a seguire (studiando prima ed utilizzando dopo) in modo continuo la loro metodologia di analisi tecnica.

A discapito di quella che ho creato in modo autonomo (e soprattutto personalizzato in base al mio carattere) in vent’anni di pratica ad alto livello nei mercati finanziari globali.

I risultati sono stati molto deludenti.

Sia dal punto di vista pratico (minusvalenza da recuperare nel corso dei prossimi mesi).
Sia soprattutto – e questo è molto più grave – da quello analitico.

Un’intelligenza artificiale che non solo non aiuta a prevedere il futuro (cicli calcolati in modo completamente sfalsato, almeno da un punto di vista giornaliero).

Ma che addirittura a mio avviso tralascia aspetti (secondo la mia modesta opinione) fondamentali per una comprensione completa della ciclicità dei mercati finanziari globali.

Come lo studio della volatilità (teoricamente calcolata in modo accurato, ma in pratica ignorata).
E le sua conseguenze pratiche nella analisi dei trend (primari e non).

Ma soprattutto, l’assurda mancanza di obiettività del suo programmatore nel commentare quello che afferma il “suo” programma.
In poche parole, non ammette praticamente mai di avere sbagliato nulla, anche davanti all’evidenza.

Ma nessuno è infallibile.
Nemmeno Leonardo da Vinci – cui immodestamente si paragona – lo era.
Anzi, la perfezione non esiste proprio.

Piuttosto il nostro mondo è “imperfettamente perfetto”.
Persino il miglior programmatore del pianeta può talvolta non avere un’opinione corretta.

Chiaro che ho sbagliato io.
Perchè ho semplicemente violato il mio modo di pensare.
E – conseguentemente  – il mio modo di essere.

In ogni caso, dagli errori più gravi si imparano le migliori lezioni per il futuro.



BannerVeronica 1


You cannot copy content of this page