Nanopolpi di carbonio o forme di vita sintetiche ?

Pubblicato il 14 Ottobre 2021 da Veronica Baker

La scienza può porre limiti alla conoscenza, ma non dovrebbe porre limiti all’immaginazione.

Bertrand Russell


Nanopolpi di carbonio o forme di vita sintetiche ?

La preoccupazione per la scoperta di elementi estranei nei  “vaccini” sta suscitando l’interesse di molti ricercatori, alcuni dei quali hanno l’opportunità e i mezzi per ottenere nuove prove che confermino la loro esistenza.

Nello specifico, il Dr. Franc Zalewski (Ph.D. in Geologia), ha recentemente tenuto una conferenza presentando quello che nella letteratura scientifica è stato descritto come un nano-polpo di carbonio.

Il dottore si riferisce a questo strano elemento come “The thing – La cosa”.

L’immagine SEM presentata come prova, vedi figura 1, è costituita da uno sferoide da cui crescono diversi bracci (tentacoli, flagelli o filamenti).

Lo sferoide è identificato da Zalewski come una testa.
La composizione dell’oggetto è prevalentemente carbonio ed alluminio (sebbene sia menzionato anche il bromo).
Continua poi a spiegare le proporzioni dell’oggetto, con un diametro di 20 μm nella testa e braccia, di lunghezza del tutto sproporzionata, di pochi millimetri (2,5 mm).

Si allude anche al fatto che le braccia o i tentacoli abbiano colori diversi, forse per la composizione del materiale da cui sono cresciuti.
Nella Figura 2, possono essere visti come filamenti extra lunghi.


Nanopolpi di carbonio o forme di vita sintetiche ?
Fig. 1. : Immagini dello stesso tipo di oggetto estraneo trovato nei vaccini dal Dr. Franc Zalewski, dalla Dr. Carrie Madej e dal Dr. Campra per “La Quinta Columna”..

Nanopolpi di carbonio o forme di vita sintetiche ?
Fig 2. : Particolare dei filamenti osservati dal Dr. Franc Zalewski, dove non si apprezza la testa da cui crescono. L’immagine viene confrontata con quelle disponibili nella letteratura scientifica sui nanotubi di carbonio, che mostrano che possono raggiungere le dimensioni extra-lunghe menzionate da Zalewski.

D’altra parte, nel convegno allude al fatto che il “presunto organismo” possa nascere da uova.

Ciò non è stato dimostrato, dal momento che lo stesso Zalewski ammette di non averne trovate.
Tuttavia, allude al fatto che crescono in un ambiente fertile con condizioni adatte alla crescita ed alla riproduzione, cioè con abbondanza di materiali di carbonio (grafene) ed altri metalli.

D’altra parte, spiega che per 4 giorni, le braccia dello strano oggetto sono cresciute in una camera di sputtering, dove, citando testualmente le sue parole “la temperatura è alta, in modo che il grafene venga polverizzato, l’arco elettrico brucia“.

Infine, la presentazione si conclude con una terza prova grafica in cui viene mostrato una “specie di artiglio” in carbonio, in cui finiscono le braccia dell’oggetto/organismo, come mostrato nella figura 3.


Nanopolpi di carbonio o forme di vita sintetiche ?
Fig 3. : Immagine di un “artiglio” ottenuto dal Dr. Zalewski, molto simile, anche se da un altro punto di vista, alla penna della relazione di “The Scientific Club”, in cui ha lavorato il Dr.. Campra.

Valutazione

La descrizione e le immagini offerte dal Dr. Zalewski non sono decisive per dimostrare che l’oggetto estraneo osservato sia una forma di vita sintetica a base di carbonio e/o alluminio.
Non ci sono infatti prove video in cui si osserva la sua evoluzione e sviluppo. D’altra parte, è anche vero che Zalewski fornisce tutte le ragioni per cui possano effettivamente svilupparsi i nanopolpi di carbonio, come sarà spiegato nelle prossime righe.

Per sviluppare i bracci del nano-polpo in carbonio sono necessari due elementi, in primo luogo grafene o carbonio, ed in secondo luogo un materiale di nucleazione catalitica, che può essere nichel (Ni) od un altro come l’alluminio (Al), come indicato nelle seguenti indagini di (Lobo, LS 2017 | Ermakova, MA; Ermakov, DY, Chuvilin, AL; Kuvshinov, GG 2001 | 居 艳; 李凤仪; 魏任重; 饶 日 川. 2004 |  Wei, R .; Li , F.; Ju, Y. 2005 |  Austing, DG; Finnie, P .; Lefebvre, J. 2004).

Pertanto, l’alluminio è un materiale compatibile con la nucleazione dei nanotubi di carbonio, il che spiega la composizione trovata da Zalewski.


Nanopolpi di carbonio o forme di vita sintetiche ?
Fig 4. : Campioni dalla letteratura scientifica in cui sono stati coltivati ​​nanotubi di carbonio da vari catalizzatori di alluminio. Inoltre, è stato fatto crescere in vari modi e con diverse condizioni ambientali e di temperatura, sebbene nel complesso rispondesse più rapidamente al calore.

La testa del corpo estraneo, uno sferoide, da cui crescono le braccia è in realtà la particella sferoidale necessaria per la nucleazione e la crescita delle braccia del nano-polpo di carbonio, come raccolto dalla dottoressa (Lobo, LS 2017) nel suo lavoro, il cui materiale è il carbonio e il metallo catalizzatore, vedi figura 5.

A seconda della struttura carbonio-grafene della superficie sferoidale si possono sviluppare varie geometrie da cui emergono i bracci osservati, il che spiega perché nel caso di Zalewski ne sono emersi 3, ma nel caso di Madej ne sono emersi 4, e nel caso dell’immagine de La Quinta Colonna un totale di 8, vedere la figura 1.

Questo fenomeno è descritto da (Lobo, LS 2017) nel modo seguente : “Qui abbiamo scelto di mettere in relazione la forma dello sferoide con un riferimento ad un cubo immaginario per aiutare a capire il numero delle sue sfaccettature e la geometria.

Con questa geometria in mente, quando la nucleazione e la crescita avvengono su un particolare insieme di sfaccettature, il comportamento osservato può essere meglio compreso.
C’è una crescita preferenziale a 6, 8 o 12 gambe ?
Questa sarà una chiave per confermare il prevalente orientamento dei cristalli favorito per la nucleazione“.

Il processo di crescita dei nanotubi di carbonio è spiegato nella voce sui nano-polpi di carbonio.


Nanopolpi di carbonio o forme di vita sintetiche ?
Fig. 5 : Schema della crescita del polpo di carbonio da una particella sferoide di carburo di nichel. (Lobo, LS 2017)

Secondo Zalewski, la crescita più sviluppata dei filamenti o dei bracci si verifica quando il campione è stato introdotto in “una camera di sputtering, dove la temperatura è alta, così che il grafene si polverizza, l’arco elettrico brucia“, il che coincide con le condizioni di crescita di nano-polpi di carbonio, a temperature moderatamente elevate, come indicato dalla letteratura scientifica da (Lobo, LS 2017 | Saavedra, MS 2014 | Dasgupta, K .; Joshi, JB; Paul, B .; Sen, D .; Banerjee, S. 2013 ).

A questo metodo di crescita bisogna aggiungere anche la crescita di nanofibre/nanotubi di carbonio mediante microonde, come riportano (Mubarak, NM; Abdullah, EC; Sahu, JN; Jayakumar, NS; Ganesan, P. 2015) nel loro studio. 

La lunghezza dei nanotubi di carbonio è variabile, coincidente con la descrizione data da Zalewski, che è compatibile con i nano-polpi di carbonio e la formazione dei loro bracci (nanotubi di carbonio), come mostrato in figura 2.

Secondo (Lobo, LS 2017) la lunghezza dipende dalla quantità di grafene circostante nella soluzione e dal catalizzatore che viene utilizzato per realizzarne la crescita.

Infine, vale la pena menzionare il problema degli “artigli di carbonio” menzionato da Zalewski, che può essere visto in figura 3.

Presumibilmente, questo oggetto è sagomato alle estremità delle braccia del supposto organismo.
Tuttavia, l’immagine fornita come prova mostra solo l’oggetto, indipendentemente dalle braccia o dai tentacoli, per cui non si può verificare che sia proprio attaccato a questi.

L’immagine fornita come prova è molto simile a quella condivisa nel rapporto di “The Scientists Club” a cui ha partecipato il Dr. Campra, sotto il titolo “Indagini Nanotecnologiche sui “vaccini” COVID-19 : rilevazione di nanoparticelle tossiche di ossido di grafene e metalli pesanti“.

La forma appuntita che sembra un coltello o una penna potrebbe essere un difetto materiale o come viene chiamata nell’opera di (Shudin, NH; Aziz, M.; Othman, MHD; Tanemura, M.; Yusop, MZM 2021) un catalizzatore, od una parte di esso, che si rompe senza crescita di nanotubi di carbonio, il che spiegherebbe la forma aguzza, vedi figura 6b.

Tuttavia, questo oggetto è ancora in fase di identificazione ed è frettoloso offrire un’identificazione affidabile in questo momento.


Nanopolpi di carbonio o forme di vita sintetiche ?
Fig 6. : Illustrazione schematica del meccanismo di crescita (a) catalizzatore non reagito, (b) degradazione del catalizzatore senza crescita di CNT e crescita di CNT con basso (c – f) P CH4 e alto (c ′ – f ′) P CH4. (Shudin, NH; Aziz, M .; Othman, MHD; Tanemura, M .; Yusop, MZM 2021

Riflessioni finali

In sintesi, logicamente, considerando tutti gli aspetti esposti nella sezione di valutazione, sembra che la presunta forma di vita sintetica potrebbe essere più un polpo di carbonio, con particolari peculiarità di crescita e fisionomia, date dai materiali di composizione, temperatura e condizioni in cui è stato analizzato.

Tutti i parametri di crescita, morfologia, materiali, scala e dimensioni sono coerenti con quelli riscontrati nella letteratura scientifica.
Tuttavia, nella letteratura scientifica non è stato ancora trovato un organismo sintetico, con vita o movimento, con la morfologia esposta

Sebbene i test portino all’evidenza di nanopolpi di carbonio, e quindi, frutto della manifattura e dell’ingegneria umana, senza vita, materializzati in un fenomeno di crescita inorganica, non si può escludere che non esistano nei “vaccini” altri elementi che rispondano ai principi degli organismi artificiali ed almeno presentino una vita apparente propria.

In effetti, c’è la prova di uno strano oggetto che presenta movimento ed apparente autonomia, che verrà identificato in uno dei prossimi articoli di questo blog. 

In relazione al lavoro svolto dal Dr. Zalewski, è apprezzato lo sforzo di offrire al mondo un’analisi microscopica del “vaccino”, condividerlo, sensibilizzarlo e farlo conoscere con la preoccupazione che caratterizza ogni persona nella Scienza.

Indipendentemente dal tipo di oggetto in questione, sembra chiaro che questi elementi, oggetti e materiali non dovrebbero essere trovati, che chiaramente sembrano essere stati fabbricati intenzionalmente dai produttori.

I nano-polpi di grafene sono elementi importanti per formare l’hardware neuronale necessario per la neuromodulazione/neurostimolazione wireless tramite onde elettromagnetiche (microonde EM), perché consentono di collegare tessuto cerebrale, neuroni, glia, astrociti, aumentando la sinapsi, ma permettendo anche di influenzarla, a causa della capacità superconduttiva, come spiegato nella voce su nanopolpi e nanotubi di carbonio/grafene, reti di nanocomunicazione per le nanotecnologie nel corpo umano ed il sistema di routing CORONA per nanorenet .

Bibliografia

1.艳; ; ; 饶 日 川. (2004). Effetto del lantanio sulla crescita catalitica di nanotubi di carbonio da metano su catalizzatore di nichel-alluminio. In : Atti della conferenza internazionale 2004 sulla ricerca e l’applicazione delle terre rare (Ⅲ) = Effect of Lanthanum on Catalytic Growth of Carbon Nanotubes from Methane over Nickel-Aluminum Catalyst. In : Proceedings of 2004 International Conference on Rare Earth Research and Application (Ⅲ)

2.Austin, DG; Finnie, P.; Lefebvre, J. (2004). Nanotubi di carbonio a parete singola cresciuti per deposizione chimica da vapore : strutture e dispositivi per il trasporto e l’ottica. = Single Walled Carbon Nanotubes Grown by Chemical Vapour Deposition: Structures and Devices for Transport and Optics. J. Vac. Sci. Technol. A, 22, 747.  https://confit.atlas.jp/guide/event-img/ssdm2005/G-7-2/public/pdf_archive?type=in

3.Chesnokov, VV; Buyanov, RA; Chichkan, AS (2010). Catalizzatore e tecnologia per la produzione di nanotubi di carbonio = Catalizzatore e tecnologia per la produzione di nanotubi di carbonio. = Catalyst and technology for production of carbon nanotubes. Kinetics and Catalysis, 51 (5), pp. 776-781. https://doi.org/10.1134/S0023158410050216

4.Dasgupta, K.; Joshi, JB; Paul, B.; Sen,D.; Banerjee, S. (2013). Crescita di strutture simili a polpi di carbonio dal nerofumo in un letto fluidizzato. = Growth of carbon octopus-like structures from carbon black in a fluidized bed. Materials Express, 3 (1), pp. 51-60. https://doi.org/10.1166/mex.2013.1093 | https://www.ingentaconnect.com/contentone/asp/me/2013/00000003/00000001/art00007

5.Ermakova, MA; Ermakov, DY, Chuvilin, AL; Kuvshinov, GG (2001). Decomposizione di catalizzatori metano su ferro nell’intervallo di temperatura moderata: l’influenza della struttura dei sistemi catalitici e le condizioni di reazione sulla resa di carbonio e la morfologia dei filamenti di carbonio = Decomposition of methane over iron catalysts at the range of moderate temperatures: the influence of structure of the catalytic systems and the reaction conditions on the yield of carbon and morphology of carbon filaments. Journal of catalysis, 201 (2), pp. 183-197. https://doi.org/10.1006/jcat.2001.3243

6.Karthik, PS; Himaja, AL; Singh, SP (2014). Allotropi del carbonio : metodi di sintesi, applicazioni e prospettive future = Carbon-allotropes: synthesis methods, applications and future perspectives. Carbon letters, 15 (4), pp. 219-237. https://doi.org/10.5714/CL.2014.15.4.219

7.Lobo, LS (2017). Nucleazione e crescita di nanotubi e nanofibre di carbonio : Meccanismo e controllo della geometria catalitica. = Nucleation and growth of carbon nanotubes and nanofibers : Mechanism and catalytic geometry control. Carbon, 114, pp. 411-417.   https://doi.org/10.1016/j.carbon.2016.12.005

8.Mubarak, NM; Abdullah, CE; Sahu, JN; Jayakumar, NS; Ganesan, P. (2015). Produzione di massa di nanofibre di carbonio utilizzando la tecnologia a microonde. = Mass production of carbon nanofibers using microwave technology. Journal of nanoscience and nanotechnology, 15 (12), pp. 9571-9577. https://doi.org/10.1166/jnn.2015.10492

9.Saavedra, MS (2014). [Tesi di dottorato]. Nano-polpi di carbonio: crescita e caratterizzazione = Nano-polpi di carbonio: crescita e caratterizzazione.= Carbon Nano-Octopi: Growth and Characterisation. University of Surrey (United Kingdom).. https://www.proquest.com/openview/fd52e404bd09604147ca46b3a6e50f60/1

10.Shudin, NH; Aziz, M.; Othman, MHD; Tanemura, M.; Yusop, MZM (2021). Il ruolo dei precursori di idrocarburi solidi, liquidi e gassosi nella temperatura di crescita dei nanomateriali di carbonio cresciuti per deposizione chimica da vapore. = The role of solid, liquid and gaseous hydrocarbon precursors on chemical vapor deposition grown carbon nanomaterials’ growth temperature. Synthetic Metals, 274, 116735.  https://doi.org/10.1016/j.synthmet.2021.116735

11.The Scientists Club. (2021). Indagini nanotecnologiche sui “vaccini” COVID-19 : Rilevazione di nanoparticelle tossiche di ossido di grafene e metalli pesanti = Nanotechnological investigations on COVID-19 “vaccines”: Detection of toxic nanoparticles of graphene oxide and heavy metals. https://t.me/laquintacolumna/10140

12.Wei, R.; Li, F.; Ju, Y. (2005). Preparazione di nanotubi di carbonio da metano su catalizzatore Ni/Cu/Al = Preparation of carbon nanotubes from methane on Ni/Cu/Al catalyst. Journal of Natural Gas Chemistry, 14 (3), pp. 173-176. https://doi.org/10.1016/S1003-9953-2005-14-3-173-176

Studio originale in lingua spagnola : Nanopulpos de carbono o forma de vida sintética
Traduzione in italiano a cura di Veronica Baker


BannerVeronica 1


You cannot copy content of this page