Il solito mega tarocco (a spese dei contribuenti)

Pubblicato il 9 Dicembre 2011 da Veronica Baker

I listini globali , dopo una promettente partenza , hanno prestato il fianco alle vendite dopo il discorso di SuperMario : da segnalare in negativo il mercatino del pesce nostrano , che ha perso il 4 e rotti % , ed i BTP, che dopo una serie consecutiva di 12 figure positive hanno ceduto pesantemente  ( e sui giornali i titoli riportano i soliti catastrofismi) che al momento sono da considerarsi esclusivamente  prudenziali prese di beneficio , perchè – notizia di ieri – la manovra truffaldina di MontyMar prevede che “il Ministro dell’Economia e delle Finanze – Corrado Passera, ex Ad di Intesa S.Paolo , toh che strana coincidenza , come quella che casualmente aveva già preso casa da tre mesi a Roma quando il quartier generale di ISP è notorialmente sotto la Madonnina – è autorizzato a concedere la garanzia dello Stato, fino al 30 Giugno 2012, sulla passività delle banche italiane con scadenza da tre mesi fino a cinque anni o, a partire dal 1 gennaio 2012, a sette anni per le obbligazioni bancarie garantite” che significa semplicemente che di fatto lo Stato ita(g)liano concede credito a fondo totalmente perduto a tutti gli istituti di credito grazie all’emissione di BTP.

Garantire 130 Mld di € di emissioni di obbligazioni bancarie che verranno emesse nei prossimi mesi (più altri 2-300 Mld nei prossimi cinque anni) da parte dei contribuenti è un fatto impressionante, che ovviamente NESSUNO ha commentato ( chissà perchè…)

E se per caso una parte o tutte di queste obbligazioni non avessero mercato, chi le compra?

Lo Stato che di fatto farebbe un buyback di ciò che emette , notevole !

Ma dove prenderà i fondi necessari ?

Ovviamente  ancora una volta da aumenti di Iva, Irpef, accise, tagli alle spese per rimborsare alla pari chi vuole una rendita obbligazionaria sicura ( le banche stesse , of course ).

Non vi sembra il solito mega tarocco – segnalato qua su questo blog tanto vituperato più volte – a spese dei contribuenti ?

rp_download-1.jpg

Ma dove stanno gli starnazzatori nostrani come il tirchio genovese, il caprone molisano e l’allegro pugliese , che tanto avevano sbraitato qualche tempo fa ?

A pascolare , of course  ( oltre che portare i loro fondi all’estero tutti in coro, che ci crediate o no )

…ed il popolo paga,paga e paga…

A maggior ragione suona come la classica non-news il declassamento di Moody’s sulle principale banche francesi ( Credit Agricole , BNP e Societe Generele )  giustificato con “il deterioramento del mercato del credito interbancario dovuto alla difficoltà di reperire liquidità” ( ma va ? ).

Attenzione perchè se si uniscono tutti questi tasselli alle dichiarazioni di SuperMario ( taglio dei tassi all’ 1% , negazione della espansione dell’acquisto della BCE dei titoli di Stato , esclusione di prestiti – in questo momento ! – da parte del FMI ) si capisce bene quello che succederà nei prossimi mesi …

Ma ovviamente  l’economia reale collasserà sempre di più , ma non imploderà , esattamente come l’€ : la solita similitudine del ramo di iperbole che sul lungo periodo tende allo 0 , ma che in realtà non lo raggiunge mai.

Da segnalare un grafico – decisamente bullish ed ai massimi storici, una rarità di questi tempi, soprattutto fra le blue chips – a mio modo di vedere significativo sul lungo periodo , rappresentando un titolo fondamentale nei listini globali : MCD.

Impressionante nel lungo periodo .

Ed ecco un altro, molto simile ,  BATS
Chiedetevi il perchè .
Un’altra chicca che non avevo mai fatto notare : come mai a partire da Settembre 2009 – altra “strana coincidenza” – il mercatino del pesce da allora NON ha più rotto i massimi pluriennali di periodo –  hanno fatto ripartire dopo anni di stallo all’Eurex – principale mercato dei derivati europei , ma sopratutto  krukko , per i pochi che non lo sapessero –  la contrattazione del future sul BTP ita(g)liano.
Meditate, gente meditate, anche perchè queste notizie e soprattutto la loro interpretazione NON le troverete MAI sulla stampa ufficiale…

You cannot copy content of this page