MedioEvo Culturale

Pubblicato il 20 Gennaio 2022 da Veronica Baker

Mai come oggi Dio è morto.
Ma risorgerà presto.

Veronica Baker


MedioEvo Culturale

MedioEvo Culturale
Un nativo americano ed un africano nero…

Decisamente stiamo vivendo tempi in cui alcuni vogliono a tutti i costi riscrivere la storia a propria immagine e somiglianza.

I “soliti noti” hanno infatti deciso di rimuovere nella città di New York la statua di Teddy Roosevelt (un socialista, per di più) perchè “razzista”.

Questo monumento ritrae un nativo americano ed un africano di colore.

Ma Teddy Roosevelt (che ricordo essere stato vincitore di un premio Nobel per la Pace in tempi non “sospetti”) non era certamente uno schiavista.

La statua semplicemente riflette i due continenti dove aveva vissuto : l’America e l’Africa.

Teddy Roosevelt infatti – dopo la fine del suo mandato presidenziale nel 1909 – aveva vissuto per circa un anno nel continente nero.

Questo è lo stesso comportamento dei talebani arabi che distruggono le monumentali statue di Gautama Buddha scolpite sul fianco della scogliera nella valle di Bamyan nell’ Hazarajat (Afghanistan centrale).

Senza dimenticarsi delle incursioni nei diversi musei da parte dell’ISIS, che nel corso degli anni hanno distrutto tutte le statue che – secondo loro – erano blasfeme nei confronti della loro religione.

Naturalmente con il passare del tempo, cambiano anche i mestieri, gli usi ed i costumi.

Quindi riscrivere la storia è semplicemente sbagliato.

Soprattutto quando applichiamo la nostra comprensione del significato dei simboli nel nostro contesto culturale e li confrontiamo con il passato.



Un altro esempio preso dalla storia.
I fondatori della città di Philadelphia hanno preso alla lettera il significato greco di “amore fraterno” e l’hanno inserito nel loro contesto cristiano.
Ma il significato originale si rifaceva al personaggio di Tolomeo II.

Un famoso faraone egizio che in seconde nozze si era sposato con Arsinoe II, che però era sua sorella.

Evidentemente un diverso tipo di amore “fraterno”.

Ma anche nel mondo dello spettacolo e televisivo in generale si sta letteralmente raschiando il fondo del barile.

Calimero è un personaggio dell’animazione pubblicitaria italiana.
Un pulcino “piccolo e nero”, creato dalla fervida fantasia dei fratelli Toni e Nino Pagot.
Appare per la prima volta nel Carosello (1963) della società Mira Lanza.

Essendo caduto nel fango si sporca e non viene più riconosciuto dalla mamma.
Vive qualche piccola avventura nel mondo (essendo appena nato), dove rimane sempre colpito negativamente.
Ma alla fine grazie al detersivo pubblicizzato, Ava, torna ad essere bianco, pulito e contento.

Oggi ci sono i “soliti noti” che vedono questa pubblicità come “razzista” nei confronti della gente di colore.

E’ proprio vero che in questo secolo stiamo andando decisamente indietro nel tempo.
Verso il Medio Evo culturale.



Giugno 17, 2020


Una nuova epoca oscura

Forse molti non sanno che il termine “Medioevo” è stato coniato dal sommo Francesco Petrarca.
Il poeta di Padova aveva ideato questo neologismo per spiegare come in Europa per un lungo periodo ci fosse stata una mancanza di progresso, di cultura e di conoscenza.

Purtroppo pare che anche noi siamo destinati a finire in una nuova epoca oscura.

Infatti il mainstream cerca di tenere la gente lontana della verità sulla menzogna che ormai viene perpetrata da quasi quattro mesi.

Fortunatamente alcuni giornalisti stanno iniziando a ribellarsi al loro management.
E semplicemente si astengono dalla scrivere (false) notizie.

Opponendosi in questo modo alle richieste del loro management.

Il valore fondamentale della informazione infatti deve essere esclusivamente la ricerca della verità oggettiva e della realtà dei fatti.


Novembre 24,2020


L’influenza è sparita

L'influenza è sparita
Semplicemente un modo per non affrontare nessun contraddittorio…

Wikipedia – piattaforma mediatica finta neutrale controllata dal deep state – ha liquidato tutte le proteste contro i lockdown negli USA come manifestazioni organizzate da “complottisti”.

Ne consegue che – sempre secondo Wikipedia stessa – tutta la maggioranza obbediente è solo una massa di pecore che esegue gli ordini senza mettere assolutamente mai in discussione quello che gli viene detto.

Ormai chiunque affermi il contrario è sempre e comunque additato come un “complottista“.
Semplicemente un modo per non affrontare nessun contraddittorio.

D’altra parte, ormai l’influenza è sparita.
Sostituita dal cosiddetto “virus killer”.

Ovviamente nessuno o quasi si pone la semplice domanda che trattasi della medesima “malattia”.

Ma è pure ovvio.

Quando un sistema è talmente corrotto che tutti gli ospedali del mondo ricevono tangenti milionarie per additare ogni loro malato come “affetto dal virus killer”, è semplicemente una conseguenza diretta.

E la CDC non ha potuto altro che confermare questo increscioso fatto.

Che in altri tempi sarebbe sulle prime pagine di tutti i giornali mondali.


Aprile 19,2020


Censura di stato

Si sta scatenando una Grande Depressione molto più grave di quella degli anni Trenta.
Non c’è nessuna speranza che l’economia si riprenda.

Leggo in rete degli analisti finanziari che continuano a parlare che in questo momento ci troviamo siamo vicinissimi ad un periodo di iperinflazione e che il dollaro ben presto crollerà.

Certo, questo sarà lo stadio finale.
Ma è necessario ancora un po’ di tempo prima che accada.

[Inflazione] che unita ad un sempre più crescente (e drammatico) aumento della disoccupazione – poichè i posti di lavoro persi non saranno mai più recuperati – si trasformerà ben presto in stagflazione.

Senza contare che – proporzionalmente alla ormai prossima perdita di fiducia da parte dei citttadini nei confronti di qualsiasi governo mondiale – ci sarà una rapida fuga di capitali da qualsiasi asset pubblico, in particolare obbligazioni.

Il 2022 sarà ricordato infatti come l’anno dei fallimenti degli stati sovrani.

Censura di stato
Già ora ci sono milioni di persone disperate che hanno perso tutto : posto di lavoro, risparmi…

Nei prossimi 12-18 mesi assisteremo ad un crollo del sistema che si protrarrà fino al 2023.
Già ora ci sono milioni di persone disperate che hanno perso tutto : posto di lavoro, risparmi.
E non hanno nessuna prospettiva per il futuro.

Naturalmente tutti i mass-media del mainstream continuano a tacere, eseguendo alacremente i loro ordini ricevuti.
Non sono più semplici fake-news.

Ma siamo arrivati alla censura di Stato.
Molti giornalisti del main-stream hanno ovviamente compreso ciò che sta accadendo.
Ma nessuno di loro può scrivere una sola parola sull’argomento.
Pena il licenziamento immediato.

Purtroppo non tutti hanno il coraggio di scegliere la libertà.
Tengono famiglia, si dice.

Inoltre dicono che occorra davvero “molto coraggio”.

Ma il coraggio è stato semplicemente il prezzo che ho pagato per essere libera di essere, di comportarmi nel modo che ritiengo giusto e di affermare il mio pensiero realmente indipendente.

E da sempre sono convinta che paghi moltissimo.
Soprattutto in termini spirituali.

Per altro, il mio totale distacco dal mainstream (non possiedo da anni nemmeno la tv, nè leggo alcun giornale in forma cartacea) è stato il motivo per cui sin dal primo giorno ho chiamato il “bluff”.
Sin dal 2014 ero a conoscenza che il debito totale nei diversi stati Occidentali sarebbe diventato insostenibile (soprattutto in Europa) a partire dal Gennaio 2020.

Unendo i tasselli del puzzle non era certamente difficile capire sin dall’inizio le reali motivazioni che stanno dietro la farsa che stiamo vivendo in queste settimane.



Giugno 21, 2020


Tutto già visto nella storia

I tedeschi cominciarono a perdere fiducia nella democrazia al culmine della crisi della repubblica di Weimer.
A questo punto iniziarono a guardare verso partiti estremisti.
D’altra parte, quando le persone sono disoccupate, affamate e disperate spesso si rivolgono a chi offre soluzioni semplici ai loro problemi.

Tra il 1930 e il 1933 il sostegno ai nazisti di estrema destra ed ai comunisti di estrema sinistra salì infatti alle stelle.

Fino alla tragica notte dei lunghi coltelli, momento in cui Hitler prese definitivamente in mano le redini del paese.

Con tutto quello che ne seguì.


Dicembre 20, 2020


Fascismo aziendale

Fascismo aziendale
Sta nascendo un nuovo tipo di fascismo su scala globale…

Il Terzo Reich di Hitler è durato solo dodici anni prima di essere distrutto.
Ma la Germania era una delle principali economie mondiali.
Di conseguenza, molte aziende allora erano assai felici di fare affari con i nazisti.

Oggi sta succedendo la medesima cosa.
Sta nascendo un nuovo tipo di fascismo aziendale su scala globale.

Dove molte delle principali multinazionali (Microsoft, Google, Apple) si stanno mettendo in fila a cercare di creare delle applicazioni per gli Smartphone capaci di tracciare ogni spostamento di ciascun essere umano.

Questo tipo di partnership è decisamente inquietante.
Senza alcun dubbio di sorta tutte queste multinazionali che stanno aiutando governi ad essere in grado di rintracciare ogni persona sono troppo accecate dal denaro per guardare oltre.

Non sono minimamente preoccupate dei diritti umani e civili fondamentali.

Ma questo empio modo di fare affari alla lunga porterà alla rovina il mondo economico intero.


Novembre 20, 2020


Morire di fame

Se qualcuno vuole vedere cosa significhi vivere una situazione di panico alimentare, guardi il video che presenterò.
E’ stato girato in Nigeria, nella cittadina di Jos.

Naturalmente tale video è censurato da tutti i social media e dal mainstream.



Morire di fame
Polverizzare l’approvvigionamento alimentare, distruggendo le filiere…

In Africa già centinaia di migliaia di persone – in aggiunta a tutte quelle che giornalmente soffrono di inedia – stanno morendo di fame.
Naturalmente questo fa parte del piano di Bill Gates in questo continente.

I lockdown servono proprio a questo.
Non solo distruggere l’economia.
Ma soprattutto polverizzare l’approvvigionamento alimentare, distruggendo le filiere.

Personaggi come Gates, Soros e Schwab vogliono creare una classe dirigente “eletta” e “superiore” che comanda tutto il resto del mondo.

E sotto una pletora di servi della gleba che non possiede nulla.
Ci saranno sicuramente gravi carestie che porteranno alla fame ed alla morte per inedia.

Consiglio – quando possibile – di mettere da parte scorte di cibo in scatola.

Meglio sempre essere prudenti.
Piuttosto che avere problemi in seguito.



Novembre 29, 2019


Un problema millenario

Molti giornalisti (vabbè, nella stragrande maggioranza dei casi oggi purtroppo è una parola grossa definirli tali) anche “antisistema” (o come si usa dire oggi, “complottisti“) si occupano di tantissimi argomenti : problemi sociali, questioni politiche, questioni morali.

Però (guardacaso !) evitano accuratamente di nominare un problema fondamentale.
Il più importante di tutti : le massonerie (varie).

E allora ci sarebbe da domandare loro :

Ma non vi siete MAI accorti che esiste un’organizzazione che controlla tutte le principali istituzioni del mondo ?

Il temine normalmente usato – lobbies – è infatti troppo generico.
Perchè non dà esattamente il peso della loro potenza di fuoco.

Un problema millenario
La stragrande maggioranza di loro conoscono benissimo il sistema…

Alcuni (pochi) non si sono mai occupati del problema “massonerie” semplicemente perchè non sono arrivati (o non riescono ad arrivare) a quel grado di consapevolezza che occorre per capire il sistema nel suo intero.
Ed allora in buona fede ignorano certe problematiche.

Ma la stragrande maggioranza di loro conoscono benissimo il sistema.
Ed ovviamente sono palesemente in malafede.

Perchè ne fanno parte.
Quindi ne tacciono gli aspetti peggiori perchè non devono informare la gente.

I primi sono in buona fede e quindi non si può biasimarli.

Ma i secondi hanno venduto l’anima.

Le massonerie da sempre sono il vero problema che impedisce una reale crescita economica ed politica.
Nonchè la sconfitta delle varie mafie nel mondo.

In poche parole rappresenta il vero potere.
Quello di cui tanto parla ogni giorno.

Ma di cui in definitiva la stragrande maggioranza dei giornalisti e la quasi totalità dei politici “finti antisistema” ci girano semplicemente intorno.
Perchè ne fanno parte in tutto e per tutto .

Per altro ignorando il problema massonico è impossibile approfondire la diversità tra uomo e donna.
Perchè la storia della Chiesa Cattolica Romana (e di conseguenza della massoneria) può anche essere letta come la storia millenaria del tentativo di cancellare la femminilità dalla società.
Di sopprimerla con la demonizzazione di tutto ciò che riguarda la sessualità umana per fini di controllo sociale.

Imparare a crittografare i messaggi in codice che giornalmente lasciano è l’unica chiave per comprendere il nostro futuro.


Maggio 7, 2019


Un lungo declino
La piovra oramai ha invaso ogni angolo…

I problemi sono sicuramente complessi per tratteggiare completamente un lungo declino così come lo stiamo vivendo.

Ed è troppo semplice pensare di poter cambiare in breve tempo la mentalità di un popolo che ormai è la brutta copia di quello che era un tempo.

Le nuove generazioni non solo non sono all’altezza di quelle passate.
Ma soprattutto sono presuntuose all’inverosimile.

Si ritengono acculturate nonostante siano in massima parte totalmente incapaci di usare la propria testa in modo autonomo.

A mio avviso il nocciolo è semplicemente uno : il (triste) declino dell’intelligenza umana.
Quella individuale e quella collettiva.

Quella inconscia che guida l’istinto di sopravvivenza.
Quella conscia che guida la facoltà di capire, apprendere, giudicare.
E quindi distinguere il bene dal male.

Globalmente la gente è meno lucida, meno sveglia di quando non aveva quello che serve (o che dovrebbe servire) a coltivare l’intelligenza.

Scuola accessibile a tutti, abbondanza e immediatezza delle informazioni, internet, tecnologia che rende la vita più facile.

Prima occorreva risolvere tutto da soli.
Ragionare e pensare con la propria testa.

Oggi no.
Anche nelle piccole cose quotidiane la società fornisce soluzioni già pronte.
Decisioni già prese, pensieri già elaborati confezionati pronti all’uso come cibo precotto.

Basta pensare a Google ed alle sue funzioni di correzione automatica delle parole di ricerca.
Oppure all’utilizzo dei social network.
O a Wikipedia ed il suo progetto di sapere “comune”.

Ancora peggio, ai traduttori in rete.
Correggono gli errori ed addirittura forniscono suggerimenti.
Rendendo la comprensione di un testo in lingua straniera.
Ed esentando dal dovere di conoscere la “consecutio temporum” e l’ortografia.

Sgravandoti da ogni senso di responsabilità.
Ma portandoti all’ottusità.

Ergo, la gente non pensa più.
Anzi (peggio) pensa, ma senza pensare con la propria testa.

Un lungo declino
Sarà la storia che vi giudicherà…

Chiaro quindi che in Italia in particolare il cattocomunismo  – miscela di due ideologie altamente negative come comunismo e cattolicesimo (romano) – abbia avuto da noi vita sempre più facile.

E con gli anni si sia incancrenito e metastatizzato nel tessuto sociale dell’intero paese.

Spesso nella sua accezione più infida – e diffusa globalmente – che è il pensiero progressista radical-chic.

Buonista con coloro che ritengono inferiori.
E classista contro coloro che detestano.

Invadendone in modo irrimediabile tutti i gangli dello stato : industria, pubblica amministrazione, giustizia, sanità, istruzione.

Basta guardare la superficialità di milioni di italiani che continuano a non capire che cosa stia accadendo veramente intorno a loro (ma ne percepiscono le conseguenze).

E che soprattutto hanno paura di sentirsi dire le cose come stanno realmente.

Una situazione dove si intrecciano la mancanza di comprensione degli argomenti chiave e la disinformazione.
Uun humus creato ad arte per anni dai mass-media prezzolati dal Vero Potere (del “Club”) che ha rincoglionito persone ormai incapaci di discernere le notizie giuste da quelle scorrette.

Il ben noto metodo della cosiddetta bulimia dell’informazione.
Che paradossalmente colpisce più le persone con grado d’istruzione superiore (laureati) che quelle semplici “senza cultura”.
Le uniche ancora capaci ancora di ragionare con la propria testa proprio perchè meno acculturati e quindi indottrinati.

La piovra oramai ha invaso ogni angolo.

Ormai è impossibile estirparla.

I cittadini veramente onesti devono ormai purtroppo temere lo stato, la giustizia ed il fisco.
Possono fare a pezzi chiunque in qualunque momento.
Come in un qualsiasi regime autarchistico.


Aprile 4, 2021


Dio è morto (ma risorgerà presto)

Sono passati più di 50 anni.
Parole più vere che mai.

Allora (1967) stava nascendo la consapevolezza che era necessario un cambiamento del mondo, della società, dell’uomo.
La negazione di tutto ciò che è falsità.
Un mondo pieno di ipocrisie e di meschinità.

Il Dio di quella società era morto.
Se non per chi cercava un “perbenismo interessato”.

Era giunto il momento di cercare un “Dio risorto” dentro ideali nuovi.

Oggi non solo è “semplicemente” morto.
Ma è stato addirittura sepolto da una pletora di sciamani dispensatori esclusivamente menzogne e di paure.

Dediti alla negazione della spiritualità della propria anima, dell’amore in ogni sua forma, della vera solidarietà fra le persone.
In poche parole, alla distruzione di tutto ciò che contraddistingue l’animo umano.

Dei robot, dei pupazzetti ai loro ordini, incapaci di fare qualsiasi cosa autonomamente.

Agire, fare, amare, sbagliare.
Ed anche peccare.

Mai come oggi Dio è morto.
Ma risorgerà presto.




You cannot copy content of this page