Ma dove vogliono arrivare ?

Pubblicato il 10 Gennaio 2012 da Veronica Baker

In occasione del pagamento dell’acconto di imposta di fine Novembre, molti, per non avere problemi, si sono attenuti agli studi di settore, pur avendo guadagnato molto meno.

Siccome l’economia non riprenderà a correre le entrate fiscali crolleranno per davvero .

Altro che evasione fiscale , sarà il momento dello scontro finale, tra uno stato che finge di non capire, e pretende sempre più, ed una popolazione allo stremo.

Leggere quello che scrivono idioti alla Merkozy od alla Montymar mi fa letteralmente ribrezzo.

Non ci sono più soldi,
I redditi si fanno sempre più scarsi, e crollano i consumi.

Commercianti, artigiani e professionisti vedono calare giorno per giorno le loro entrate.

La spirale depressiva si avvita sempre più velocemente.

Crescono a dismisura il lavoro nero ed il sommerso, le cessazioni di attività ed i fallimenti.

La gente non ce la fa più.

Le strade, oramai, sono una successione di locali vuoti in affitto, che restano tali per anni.

Senza contare – e lo so con certezza – che tantissimi non pagano più l’affitto da mesi.
Chi perde il lavoro, per quanto qualificato possa essere, non ha alcuna speranza di trovarne uno nuovo.

Il crollo è prossimo, altro che lotta all’evasione.

Mancheranno le entrate fiscali di chi ha sempre pagato.

Anche chi evadeva molto, comunque garantiva tra dipendenti, imposte sui consumi ed imposte dirette, centinaia di migliaia di euro l’anno di entrate fiscali.

Dove prenderanno questi soldi? Dal piccolo artigiano tanto malmesso da non pagare anche se la finanza arriva con gli elicotteri?

Ancora mi chiedo: ma dove vogliono arrivare?

You cannot copy content of this page