Ci sono cose cui non si deve scherzare

Pubblicato il 14 Marzo 2015 da Veronica Baker

L'”Illuminata” (so benissimo che usare questa parola è brutto,seccante e può generare polemiche all’infinito, ma è così) Madonna ha colpito ancora.

Quando si parla di stupro, è sempre quasi impossibile mettere in dubbio la parola di colei che ne racconta uno.
Lo stupro è un crimine.

Ed è SOPRATTUTTO una cosa seria.
Lo star system americano è un posto davvero molto pericoloso, come è noto per chiunque abbia un minimo approfondito la sua conscenza con il sistema (oppure abbia anche solamente sfiorato il mondo dello spettacolo e dell’entertaining) ; ed è noto che per diventare una star , nella maggior parte dei casi subire uno stupro è un prerequisito.

Ma lascia perplesso un fatto : di questi stupri non esiste traccia.
Non ci sono MAI denunce: il 100% delle star americane che hanno subito uno stupro, ha anche (casualmente) dimenticato di denunciarlo alla polizia

Denunciare è un processo duro ed umiliante. quando una donna ha subito uno stupro se ne vergogna così tanto che anche raccontarlo alla polizia prima e in tribunale dopo è un peso terribile.
Come durante i processi in tribunale , si faccia uscire la gente dall’aula quando parla la vittima.

Ma è proprio per questo che non mi aspetto di leggere su Vanity Fair interviste sul loro stupro : queste persone che hanno, a detta loro, subito stupri che sono stati così terribili ed umilianti da raccontare alla polizia e ad un tribunale, poi guarda caso non hanno il minimo problema a raccontarlo in TV, radio, o frivole riviste come Metropolitan o Vanity Fair .
Uun’esperienza così pesante, umiliante, terribile da raccontare, finisce puntualmente su tutti i rotocalchi del pianeta, con tanto di fotografia della star in perizoma.

Certo, non voglio dire che una donna colpita da uno stupro debba per forza rimanere in lacrime tutta la vita.
Franca Rame si riprese e fu vista ridere anche dopo lo stupro.
Ma MAI quando parlava dello stupro.

Sicuramente, Franca Rame, che fu comunista e femminista, fece militanza e combattè con tutte le sue forze in favore delle donne violentate.
Ma quando raccontava di questa cosa, non sorrideva mai : non esistono foto di Franca Rame in perizoma che racconta del suo stupro a Vanity Fair, con un sorriso smagliante.

Ci sono foto di lei che ne parla , molto ma molto seria.

E allora torno al punto: lo stupro e’ una cosa DAVVERO molto seria , e non è una di quelle vicende che si raccontano per essere interessanti.

Per cui, a mio avviso,Madonna si è inventata tutto (come da copione da Illuminata di rango qual è) per ridicolizzare e rendere normale agli occhi della gente una esperienza che naturalmente di normale non è per nulla .
Un po’ come giorno dopo giorno in TV ci rendono sempre di più abituati alle immagini di violenza,distruzione e morte .

Madonna si è inventata tutto semplicemente perchè anche donne con le palle d’acciaio, come Franca Viola, Franca Rame, e tante altre, quando sono riuscite  a parlare di stupro non sono MAI riuscite a farlo :

  • Su giornali tipo Vanity Fair
  • Senza mai avere fatto alcuna denuncia.
  • Senza mai aver fatto qualcosa per far finire in galera il colpevole
  • Con lo stesso tono e lo stesso sorriso delle starlette americane
  • Dicendo sempre e solo strunzàt maschiliste al solo scopo di scatenare polemiche nei mass-media

Nel mondo civile , le donne che hanno il coraggio di raccontare ai giornali del proprio stupro, sono quasi sempre donne che chiedono condanna per gli stupratori e invitano le altre donne ad uscire dalla vergogna e denunciare ; mentre nel mondo dorato delle starlette americane,  non c’è mai traccia di denuncia, non si sa mai chi sia stato il colpevole, e quanto alle altre donne, beh, fate come loro: non denunciate.

Ci sono cose cui non si deve scherzare.

You cannot copy content of this page