L’ONU sta violando la sua stessa costituzione

Pubblicato il 12 Agosto 2020 da Veronica Baker

Il suddito ideale del regime totalitario non è il nazista convinto od il comunista convinto.
Ma l’individuo per il quale la distinzione tra realtà e finzione, tra vero e falso, non esiste più.

Hannah Arendt


L’ONU sta violando la sua stessa costituzione

E’ sempre molto interessante comprendere il movimento dei capitali finanziari nell’intero globo terrestre.
Perchè storicamente il denaro – e di conseguenza tutti gli investimenti – si terranno alla larga da tutti quegli stati dove sono al potere dei veri e propri tiranni.

Chi lavora a stretto contatto con i mercati finanziari ha un vantaggio innegabile rispetto agli altri.
I flussi di capitale – sia nazionali che internazionali – forniscono sempre una previsione attendibile sul futuro di una nazione.

In apparenza i diversi indici finanziari globali possono apparire ancora piuttosto scollegati.
Ma in realtà non è così.

I flussi di capitale da un paese all’altro – addirittura talvolta da un indice finanziario all’altro – rivestono decisamente importanza nel prendere le migliori decisioni possibili per comprendere il nostro futuro.

I mercati finanziari riescono infatti sempre ad “anticipare” in un qualche modo gli eventi storici che accadranno in un paese.
E questo non deve sorprendere per nulla.

Naturalmente se sta per scoppiare una sommossa, oppure addirittura una guerra in un paese e/o in un continente, i grandi “manovratori” per prima cosa faranno uscire i capitali da quel paese e/o continente.

Ovviamente mica sono dei fessi.
Agiscono sempre e comunque per ottenere il massimo risultato finanziario, commerciale ed (ovviamente) politico.

AUD
Il Dollaro Australiano ha beneficiato ben poco del boom delle materie prime…

Il governo australiano – che da anni sta promuovendo indisturbato il NWO – ha purtroppo scelto (coerentemente con l’agenda promulgata dal suddetto “Club”) di adottare una politica governativa molto autoritaria nei confronti della sua popolazione.

Ed in questi ultimi tempi sta raggiungendo vette inaudite di violenza.
Al livello della tristemente nota Gestapo di memoria nazional-socialista.

Tutto questo si sta ovviamente riflettendo sull’andamento di lungo periodo della propria divisa internazionale, il Dollaro Australiano.

Un trend ribassista che ormai dura da 9 anni.

Questo non è certo un caso.
Deve inoltre fare molto riflettere che il Dollaro Australiano abbia beneficiato ben poco del boom delle materie prime, di cui questa nazione è piena.

Per cui è molto probabile – anche se naturalmente sono necessarie conferme ulteriori – che in un prossimo futuro il suo valore torni a diminuire dopo il temporaneo rimbalzo dai minimi pluriennali degli ultimi mesi.
Sarebbe un’ulteriore prova che l’Australia ormai è vicina ad una guerra civile.

In effetti è difficile ormai prevedere un finale diverso da questo.
In Australia giornalmente sono ormai violati i fondamentali diritti umani.
Ecco un altro esempio tratto dalla follia collettiva che sta sempre di più portando la città di Melbourne verso il baratro.

L'ONU sta violando la sua stessa costituzione
L’ONU sta violando la sua stessa costituzione…

Soffocare una ragazza solo perchè non portava una inutile “mascherina”  – simbolo di oppressione e di tirannia e non certo di protezione da una innocua infezione virale – è un trattamento che è assolutamente non conciliabile con una società libera e rispettosa dei più fondamentali diritti umani.

Ma l’ONU dove sta ?
Ovviamente dalla parte dei cospiratori.
Dato che è non solo parte integrante in causa.
Ma soprattutto è la vera e propria regista del tentativo di colpo di stato globale cui stiamo assistendo negli ultimi mesi.

Quello che appare incredibile in tutta questa squallida vicenda è che la stessa ONU ha avallato senza alcuna obiezione l’invasione di stati come l’Iraq o la Siria.

E le motivazioni addotte erano (ovviamente) che “i governi di questi paesi stanno violando i fondamentali diritti umani”.

Perchè allora la stessa ONU non richiede l’invio di forze armate internazionali in Australia ?

Ovvio, l’ONU sta violando la sua stessa costituzione.
Ecco i primi sei articoli della cosiddetta “Dichiarazione universale dei diritti umani“.

Article 1

All human beings are born free and equal in dignity and rights. They are endowed with reason and conscience and should act towards one another in a spirit of brotherhood.

Article 2

Everyone is entitled to all the rights and freedoms set forth in this Declaration, without distinction of any kind, such as race, colour, sex, language, religion, political or other opinion, national or social origin, property, birth or other status.

Furthermore, no distinction shall be made on the basis of the political, jurisdictional or international status of the country or territory to which a person belongs, whether it be independent, trust, non-self-governing or under any other limitation of sovereignty.

Article 3

Everyone has the right to life, liberty and security of person.

Article 4

No one shall be held in slavery or servitude ; slavery and the slave trade shall be prohibited in all their forms.

Article 5

No one shall be subjected to torture or to cruel, inhuman or degrading treatment or punishment.

Article 6

Everyone has the right to recognition everywhere as a person before the law.

Appare inoltre evidente che in questo particolare momento storico tutti i paesi del mondo con la (puerile) scusa che stanno “proteggendo la popolazione” stanno perseguendo esclusivamente sporchi interessi politici.
E – cosa assai peggiore – alcuni di questi hanno già abbondantemente superato il limite massimo di tolleranza.

Le forze dell’ordine in molti paesi stanno davvero abusando del loro potere.
E la risposta (purtroppo adeguata) che riceveranno in breve tempo sarà una violenta rivoluzione armata contro di loro.
Come ci insegna – purtroppo – la storia.

L'ONU sta violando la sua stessa costituzione
In alcuni paesi – che non sono ancora noti – sta lanciando la sua tristemente nota carta d’identità digitale…

L’ONU ovviamente tollera anche qualsiasi condotta illegale compiuta da Bill Gates.

Su cui nessuna nessuna autorità mondiale – tranne la Russia e la Cina – si permette sia di indagare, sia di opporre una qualsiasi resistenza ai suoi progetti di genocidio mondiale.

Naturalmente le sue cavie preferite – “non consumano e non lavorano” – sono le popolazioni africane.

In alcuni paesi del continente nero – non ancora noti – sta “sperimentando” la sua tristemente nota carta d’identità digitale.
E non si tratta solamente di un “vaccino”.

Mastercard – in partnership con Bill Gates – ha recentemente lanciato il progetto “World beyond Cash“.

In poche parole la tristemente nota ID-2020 (Certificate Of Vaccination IDentity – 19).
Semplicemente con un nome diverso (re-branded, usando la loro terminologia).

Quindi “vaccini” collegati a sistemi di pagamento digitali che eliminano tutto il denaro fisico.

Un evidente tentativo di presa di potere globale da parte di Bill Gates e del “Club”.
Non vogliono controllare solo la sanità.
Ma praticamente ogni aspetto della vita umana.

Secondo la “loro” folle visione del mondo, non sarà più possibile comprare, vendere e soprattutto lavorare senza possedere la “loro” carta d’identità digitale.

Bill Gates sta evidentemente cercando di portare a termine il suo triste progetto.
Prima avere il monopolio su tutto ciò che riguarda la nostra salute, utilizzando la truffa del virus killer.
E poi il controllo totale dell’intero mondo.

Una conversione dell’umanità in “schiavi economici”.
Unito ad una riduzione mirata della popolazione.
Anziani, disabili, poveri, minoranze etniche.

Rinunciare addirittura ad avere un conto in banca.
Andare a vivere in una foresta vergine, insieme alle popolazioni indigene locali.

Ma non rinuncerò mai alla mia libertà.
Perchè non sono di proprietà di nessun governo del mondo.

La mia posizione nei confronti di questi individui è ovviamente ben nota.
Ma penso che l’unica cosa realmente fattibile per contrastare efficacemente questi pazzi sia adattarsi alla battaglia che dovremo affrontare nel corso dei prossimi anni.

Non è solo una questione di crisi di debito sovrano.
Questa è una guerra a tutto campo per il dominio dell’economia mondiale.
Questi globalisti del NWO stanno cercando di ridisegnare la nostra vita in base alla visione arrogante che hanno nelle “loro” menti perverse.

Talvolta mi è capitato di osservare alcune di queste persone.
Una di loro (di basso livello) è addirittura una mia lontana parente, di cui per altro non ho più notizie da più di quindici anni.

Purtroppo esistono alcuni personaggi che pensano l’uomo possa sempre dominare la natura.
Invece è esattamente il contrario.

Basta guardarli negli occhi.
Capisci immediatamente che c’è qualcosa che non va nel loro sguardo.

Non solo hanno il totale disprezzo per la umanità “normale” di coloro che nella migliore delle ipotesi chiamano “great unwashed”.
Non solo solo non credono in Dio, quindi nella evoluzione della Natura.
Ma in questo momento stanno letteralmente “giocando” ad essere Dio.

La natura fa sempre il suo corso.
E si ribella sempre quando viene violata la sua interiorità più profonda.

So bene che questi pazzi non riusciranno mai a portare a termine il loro folle piano.

Non si può in alcun modo forzare nessun essere umano ad essere chi non è.



Infatti la mia preoccupazione non è sulla loro eventuale “vittoria”.
Che in ogni caso non ci sarà.
Questa volta saranno sconfitti per sempre.

Ma sono le vite umane che dovranno essere sacrificate in nome di questa ennesima follia.
Ed i danni incommensurabili che arrecheranno alla (nostra) economia occidentale.

Tutto questo porterà alla totale disgregazione dell’Occidente.
Ed al conseguente dominio finanziario del mondo da parte della Cina.



BannerVeronica 1


You cannot copy content of this page