L’equilibrio che verrà

Pubblicato il 30 Maggio 2019 da Veronica Baker

Devi lasciare che accada tutto ciò che deve accadere.
Tutto deve essere uguale per te, il Bene e il Male, il Bello e il Brutto, la Stupidità e la Saggezza.

Michael EndeThe Neverending Story


L’equilibrio che verrà

L'equilibrio che verrà
Fine di un’era…

Si è dissolto il miraggio del Bengodi1, della Camelot2 sognante, delle nuove possibilità, del nuovo boom americano.

Prende viavia corpo un’immagine terrea.

La fine di un’era.

Nel nuovo schema di equilibri mondiali il ruolo egemone e di equilibrio tra l’impero in declino (USA) e le future potenze economiche asiatiche dominatrici (Cina, India) sarà riservato ad un’alleanza tra Europa e Russia.

Da sempre gli USA si impegnano per impedire la formazione di questo nuovo blocco economico-politico.

Inevitabile nel lungo periodo.

Valori culturali, vicinanza geografica, condivisione di risorse naturali e di conoscenze tecniche permetteranno alla prossima nuova forza nascente di vegliare sul mondo prossimo venturo.


Note

1 Il Paese di Bengodi è un luogo immaginario descritto da Giovanni Boccaccio nella III novella dell’VIII giornata del Decamerone, intitolata “Calandrino e l’elitropia”.

2 Negli Stati Uniti d’America, la parola “Camelot” (la fortezza del leggendario Re Artù) viene spesso usata per riferirsi al periodo della presidenza di John Fitzgerald Kennedy (1961-1963), considerato come un’epoca idilliaca bruscamente interrotta dall’assassinio dello stesso Kennedy, spesso paragonato alla caduta di re Artù.



44


You cannot copy content of this page