Le pagine della vergogna (74)

La gran massa dei tedeschi ignorò sempre i particolari più atroci di quanto avvenne più tardi nei Lager.
Lo sterminio metodico e industrializzato sulla scala dei milioni, le camere a gas tossico, i forni crematori, l’abietto sfruttamento dei cadaveri, tutto questo non si doveva sapere, ed in effetti pochi lo seppero, fino alla fine della guerra.

Per mantenere il segreto, fra le altre precauzioni, nel linguaggio ufficiale si usavano soltanto cauti e cinici eufemismi.
Non si scriveva “sterminio” ma “soluzione definitiva”, non “deportazione” ma “trasferimento”, non “uccisione col gas” ma “trattamento speciale”, e così via.

Primo Levi


Le pagine della vergogna


Spagna : choccante testimonianza di questa ragazza sulla condizione dei suoi genitori morenti dopo la cosiddetta “terza dose”.



Argentina : denuncia di questa signora coraggiosa sugli effetti collatorali non previsti, D- Dimero alla stelle in ogni esame successivo, coaguli e tromb in grande quantità…



Angioletto di soli tre mesi vola in cielo addormenta improvvisamente dopo essere stato avvelenato da Janssen.



Compilation sportivi che hanno improvvisamente malori…esclusa correlazione, ovvio…certo, come no.



In arrivo omicron, ops…moronic ? Chissà…in ogni caso forse talvolta è meglio sdrammatizzare.



Medicina del futuro ? Mah…



Una triste storia.


photo 2021 11 28 20 39 23


photo 2021 11 28 20 41 25


Le pagine della vergogna


You cannot copy content of this page