Le pagine della vergogna (45)

La gran massa dei tedeschi ignorò sempre i particolari più atroci di quanto avvenne più tardi nei Lager.
Lo sterminio metodico e industrializzato sulla scala dei milioni, le camere a gas tossico, i forni crematori, l’abietto sfruttamento dei cadaveri, tutto questo non si doveva sapere, ed in effetti pochi lo seppero, fino alla fine della guerra.

Per mantenere il segreto, fra le altre precauzioni, nel linguaggio ufficiale si usavano soltanto cauti e cinici eufemismi.
Non si scriveva “sterminio” ma “soluzione definitiva”, non “deportazione” ma “trasferimento”, non “uccisione col gas” ma “trattamento speciale”, e così via.

Primo Levi


Le pagine della vergogna


Il ministro della cultura e della educazione spagnolo cerca dissimulare e di parlare come se niente fosse.
Ma soffre di un trombo nell’occhio, presumibilmente dovuto al “vaccino”…



USA : le infermiere spiegano come funziona il meccanismo perverso in atto.
Sono molestate e continuamente minacciate se non si avvelenano.

Nel 2020 erano considerate eroine.
Nel 2021 se non si adeguano agli ordini, diventano “cattive”.

Nessuna sorpresa.
Il sistema ti usa e poi ti butta via.
I prossimi, se non si ribellano, saranno i giornalisti…



Christine Lagarde (BCE, FMI) ha testualmente affermato le seguenti parole : “gli anziani vivono troppo a lungo, dobbiamo fare qualcosa”.
No, non sto scherzando…ascoltate bene le sue parole.



Grandi code per avvelenarsi, forse che forse iniziano a capire…



Il ministero della salute spagnolo ha sentenziato : non abbiamo isolato nemmeno noi il “virus”.
Ma va ?
A questo link l’intero documento.



Le pagine della vergogna


You cannot copy content of this page