Le pagine della vergogna (37)

La gran massa dei tedeschi ignorò sempre i particolari più atroci di quanto avvenne più tardi nei Lager.
Lo sterminio metodico e industrializzato sulla scala dei milioni, le camere a gas tossico, i forni crematori, l’abietto sfruttamento dei cadaveri, tutto questo non si doveva sapere, ed in effetti pochi lo seppero, fino alla fine della guerra.

Per mantenere il segreto, fra le altre precauzioni, nel linguaggio ufficiale si usavano soltanto cauti e cinici eufemismi.
Non si scriveva “sterminio” ma “soluzione definitiva”, non “deportazione” ma “trasferimento”, non “uccisione col gas” ma “trattamento speciale”, e così via.

Primo Levi


Le pagine della vergogna


Polinesia francese : il dottor Jean-Paul Théron – medico del Consiglio dell’Ordine dei Medici – è stato arrestato perché applicava il protocollo del professor Raoult, cioè ivermectina, dazitromicina e zinco.



Un padre denuncia gli oltraggi e le irregolarità che si stanno commettendo contro suo figlio impedendogli di entrare a scuola perchè non indossa la mascherina (esentato da certificato medico).
Effetti collaterali (fra gli altri) delle museruole : degenerazione delle cellule cerebrali (infatti vengono bruciati neuroni che non verranno recuperati mai più) e proliferazione di funghi e batteri nell’apparato respiratorio.



Trinidad e Tobago. Una testimonianza toccante da parte di una donna che pur immersa nel dolore per la perdita di suo figlio ha trovato la forza di denunciare pubblicamente il genocidio che stiamo vivendo.



Pfizer ancora. no comment…



Senza “vaccino” niente sport ?
Consiglio personale : fatelo da soli od insieme alle persone che vi vogliono bene, all’aperto.
E’ pure molto più sano.
Correte, allenatevi, divertitevi, non c’è bisogno dell’agonismo e della competizione malata per deliziarsi della bellezza del fare sport.



Le pagine della vergogna


You cannot copy content of this page