Le pagine della vergogna (36)

La gran massa dei tedeschi ignorò sempre i particolari più atroci di quanto avvenne più tardi nei Lager.
Lo sterminio metodico e industrializzato sulla scala dei milioni, le camere a gas tossico, i forni crematori, l’abietto sfruttamento dei cadaveri, tutto questo non si doveva sapere, ed in effetti pochi lo seppero, fino alla fine della guerra.

Per mantenere il segreto, fra le altre precauzioni, nel linguaggio ufficiale si usavano soltanto cauti e cinici eufemismi.
Non si scriveva “sterminio” ma “soluzione definitiva”, non “deportazione” ma “trasferimento”, non “uccisione col gas” ma “trattamento speciale”, e così via.

Primo Levi


Le pagine della vergogna


Scene di ordinaria follia in aereo.



Il regime australiano è costretto ad ammetterlo : la distruzione del sistema immunitario avviene solo nei soggetti “vaccinati”.



Certificati taroccati, cure alternative impedite,  dati sulle reazioni avverse ai veleni falsati.
Niente di nuovo, in realtà.
Ma nessuno che ha il coraggio di mettere in correlazione l’evidente : che è una sindrome da radiazione acuta.



Un comunista non si smentisce mai…no-vax terroristi del web ?
Un giorno pagherai per le vite umane sulla tua coscienza !



Appello alle mamme : non avvelenate i vostri bambini, per favore !



Le pagine della vergogna


You cannot copy content of this page