Le pagine della vergogna (336)

La gran massa dei tedeschi ignorò sempre i particolari più atroci di quanto avvenne più tardi nei Lager.
Lo sterminio metodico e industrializzato sulla scala dei milioni, le camere a gas tossico, i forni crematori, l’abietto sfruttamento dei cadaveri, tutto questo non si doveva sapere, ed in effetti pochi lo seppero, fino alla fine della guerra.

Per mantenere il segreto, fra le altre precauzioni, nel linguaggio ufficiale si usavano soltanto cauti e cinici eufemismi.
Non si scriveva “sterminio” ma “soluzione definitiva”, non “deportazione” ma “trasferimento”, non “uccisione col gas” ma “trattamento speciale”, e così via.

Primo Levi


Le pagine della vergogna


Bollettino di guerra.


Addio Giuseppe. Padre di famiglia muore a 56 anni


TRAGEDIA AD AVERSA. Infarto improvviso, 67enne muore in piazza


2 6


3 6


4 8


5 8


6 8


FU38FZRXwAA8utP


7 4


FU6LEljXEAIThI8


I “no uacs appartengono tutti a delle psico-sette e sono mentalmente disturbati…” come se non si conoscesse il piano dopo “il misfatto” Lorenzin del 2016.

“Lifetime Immunization Scheduleed”, manifesto di un consorzio di quattro fra le più importanti società medico-scientifiche italiane attive nel campo della ricerca e della consulenza medica (finanziate direttamente dal solito Bill Gates) : Società Italiana di Igiene, Medicina Preventiva e Sanità Pubblica (SITI), Società Italiana di Pediatria (SIP), Federazione Italiana Medici Pediatri (FIMP), Federazione Italiana Medici di Medicina Generale (FIMMG).



Ovviamente trattasi di altra gatekeeper smascherata…visto che vuole protrarre all’infinito le future “plandemie”…


Screenshot 20220610 012809


Screenshot 20220610 012826


Italioti in action…


photo 2022 06 11 07 36 39



Le pagine della vergogna


You cannot copy content of this page