Le pagine della vergogna (334)

Pubblicato il 8 Giugno 2022 da Veronica Baker

La gran massa dei tedeschi ignorò sempre i particolari più atroci di quanto avvenne più tardi nei Lager.
Lo sterminio metodico e industrializzato sulla scala dei milioni, le camere a gas tossico, i forni crematori, l’abietto sfruttamento dei cadaveri, tutto questo non si doveva sapere, ed in effetti pochi lo seppero, fino alla fine della guerra.

Per mantenere il segreto, fra le altre precauzioni, nel linguaggio ufficiale si usavano soltanto cauti e cinici eufemismi.
Non si scriveva “sterminio” ma “soluzione definitiva”, non “deportazione” ma “trasferimento”, non “uccisione col gas” ma “trattamento speciale”, e così via.

Primo Levi


Le pagine della vergogna


Speciale sul cosiddetto “tribalismo”.


…scusami Veronica…io seguo con interesse i tuoi articoli. Ma perchè in quello del tribalismo hai scelto le uniche due persone, ovvero sevillano e delgado e la 5a colonna, insieme a Biscardi, che ci stanno descrivendo ciò che c’è nei sieri e ci stanno aprendo gli occhi con ricerche che li mettono a rischio della vita?…tra l’altro è uno screenshot buttato li a caso con nessun riferimento nell’articolo…se non fosse perchè ti stimo anche senza conoscerti, a pelle, penserei che qualcuno ti ha “invitato” a parlar male di loro in particolare…potevi fare miliardi di esempi con persone lontane secoli dall’attualità ma hai scelto loro, proprio loro…perchè?


Leggo che il mio articolo sul tribalismo ha destato delle polemiche che invero stanno proseguendo già da tempo.
Ho quindi deciso di chiarire la questione una volta per tutte, iniziando a ripassare bene un po’ di storia (che sto provando a spiegare invano da Agosto 2021) :

https://es.wikipedia.org/wiki/Quinta_columna

“Quinta columna” es una expresión utilizada para designar, en una situación de confrontación bélica, a un sector de la población que mantiene ciertas lealtades (reales o percibidas) hacia el bando enemigo, debido a motivos religiosos, económicos, ideológicos o étnicos.
Tal característica hace que se vea a la quinta columna como un conjunto de personas potencialmente desleales a la comunidad en la que viven y susceptibles de colaborar de distintas formas con el enemigo.

Traduciamolo in italiano :

“Quinta colonna” è un’espressione utilizzata per designare, in una situazione di guerra, una parte della popolazione che mantiene una certa fedeltà (reale o percepita) alla parte nemica, per motivi religiosi, economici, ideologici o etnici.
Questa caratteristica significa che la quinta colonna è vista come un gruppo di persone potenzialmente sleali nei confronti della comunità in cui vive e che potrebbe collaborare in vari modi con il nemico.

Puntualizzando qualche frase dalla email ricevuta :

le uniche due persone che ci stanno descrivendo ciò che c’è nei sieri e ci stanno aprendo gli occhi ” ? —–> in poche parole solo loro fanno le ricerche, quindi tutti gli altri ricercatori e ricercatrici fanno un lavoro inutile o sono “venduti al nemico” (compreso la sottoscritta quindi ; questo è appunto il motivo per cui appunto i migliori ricercatori italiani se ne vanno dall’ex-bel paese per non farvi mai più ritorno).

Inoltre li avete mai guardati davvero negli occhi i signori Delgado e Sevillano, il tutto senza contare l’ostentazione del simbolo (satanico) di Santander Bank (che ha un sigificato ben preciso) sempre in bella vista in tutte le loro dirette ?

240px 22Appreciate America Stop the Fifth Column22 NARA 513873
Un gruppo di persone potenzialmente sleali nei confronti della comunità in cui vive…

ricerche che li mettono a rischio della vita” —–> non mi risulta in alcun modo che abbiano ricevuto alcuna reale minaccia…al contrario della sottoscritta che nel Gennaio del 2022 ha ricevuto nel canale Telegram de La Quinta Columna minacce di morte ben circostanziate ed esplicite (con tanto di screenshot ovviamente salvato, dove venivano pure aggiunte delle menzogne nei miei confronti), nonchè pubbliche (è questo è davvero molto grave, anche se le informazioni da loro scritte erano completamente sbagliate).

Il tutto per…avere allegato, in un articolo AUTONOMO sullo spettro Raman in cui commentavo il celebre rapporto Campra II, un video proprio del Dr. Biscardi (per altro da loro diffamato proprio nella medesima occasione in cui sono stata minacciata pubblicamente) ?

qualcuno ti ha “invitato” a parlar male di loro in particolare“——> Sorvolando sulla evidente provocazione, non ho contatti con nessuno dei capi dei due “clan” rivali : uno è disoccupato e deve pagare il microscopio elettronico, l’altro i server e gli studi televisivi da cui fa le sue dirette, e costano parecchi quattrini.

Si sa che le banche sono alle calcagna ed i soldi rimasti in giro ormai sono pochi…

Inoltre a nessuno è venuto in mente che ENTRAMBI i capi dei team di ricerca possano essere d’accordo e si stiano scannando nella più celebre tradizione iberica ?

Infatti ieri Diaz ha tirato fuori la vecchia storia “vittimistica” (una pellicola in replica già usata dall’altro team) che sarebbe stato “censurato” da Google Drive ; effettivamente l’unico appunto sensato che qualcuno avrebbe potuto farmi è che entrambi i team di ricerca stanno facendo del tribalismo, non solo l’occhialuto tele-presentatore virtuale…

230px Emilio Mola
Emilio Mola y Vidal, uno dei capi della rivolta che avrebbe dato l’avvio alla guerra civile spagnola e che avrebbe condotto alla dittatura di Francisco Franco…

Uno screenshot buttato li a caso“—-> Come già segnalato più volte in questo sito web a partire dall’agosto dell’anno scorso, soprattutto la figura del cosiddetto biostatistico Ricardo Delgado si sta mostrando sempre di più nella sua interezza.

“Abbiamo deciso di adire tutte le possibili vie legali, appellandoci alle sentenze “assurde” (…) per riaprire il caso attraverso la mediazione di un legale, è necessario un finanziamento.

Tutti coloro che vogliono partecipare attivamente a questo processo, possono farlo contribuendo con l’importo che ritengono opportuno al seguente numero di conto (segue numero e nome)”.

Parole affermate in data 28 Maggio 2022 (pagina della vergogna 323).

Peccato che quando si chiede denaro per una causa specifica, lo si chiede su un conto speciale, e non sul proprio conto personale.

Quindi trattasi di truffa bella e buona (una pratica che stanno per altro adottando entrambi i team di ricerca, mah…)

P.S.: questo portale internet – nato il 1 Gennaio 2019 come piccolo sito personale – è stato successivamente incorporato (chi vuol capire capisca, altrimenti può fare una bella ricerca in rete sul significato di questa parola, dato che è la minima garanzia di etica e soprattutto di trasparenza – anche se purtroppo è noto che si può aggirare la legge lo stesso) in data 13 Giugno 2021.

Chiedere delle “donazioni” senza questo passaggio preventivo essenziale è invece una pratica assolutamente non etica e soprattutto molto opaca, pur se utilizzata anche da grandi gruppi editoriali (che io sappia, succede solo in Italia) che trasmettono via digitale terrestre.

Al contrario, questo è un blog indipendente e totalmente autofinanziato, che non fa propaganda per nessuno (nemmeno per me stessa).
E dove chi scrive non ha alcuna intenzione di intraprendere una qualsiasi carriera presso qualsiasi istituzione finanziaria, multinazionale o governo.

Motivo per cui non sono (e non saranno mai) accettati alcun tipo di :

Contenuti sponsorizzati.
Pubblicità da terze parti.
Finanziamenti esterni (governi, enti pubblici, privati).
Donazioni (anche da organizzazioni no-profit).

Ricordo inoltre che questo sito non è solo informativo, ma tratta soprattutto come argomenti principali la ricerca scientifica ed analisi di scenari economici (di solito con un taglio decisamente pratico e non teorico).
Nonchè anche una pagina web in cui chi scrive condivide esperienze personali vissute in prima persona.

In poche parole, creo i miei contenuti, faccio le mie ricerche, arrivo alle mie conclusioni.
E poi scrivo i miei post.

Argomenti spesso complessi che necessitano di una spiegazione dettagliata.

E se ad un certo punto comprendete che il mio metodo di procedere nelle ricerche non vi piace, oppure se i miei risultati non vi convincono, oppure se ritenete che non possieda le competenze adatte a svolgere questo tipo di lavoro, oppure se i miei articoli, il mio stile narrativo, il mio modus vivendi, la mia storia di vita non si adattano ai parametri – prestabiliti nel vostro cervello – che cercate sempre ed in ogni modo di corroborare e che non volete mettere in discussione in alcun modo, forse è meglio che seguiate altri siti o canali informativi , che in ogni occasione ribadiranno ciò che volete sentire.

In fondo, questo spazio (libero) è casa mia.

Con questa risposta, che vale anche per tutte le altre email ricevute negli ultimi giorni (compreso quelle in cui mi si accusava di non dare spazio al pensiero (a mio avviso delirante e che non condivido in alcun modo) delle due cosiddette “dame sovraniste” che “salveranno” il paese (infatti lo stanno dividendo alimentando odio…), chiudo definitivamente la discussione sulla questione.


Le pagine della vergogna


You cannot copy content of this page