Le pagine della vergogna (332)

Pubblicato il 6 Giugno 2022 da Veronica Baker

La gran massa dei tedeschi ignorò sempre i particolari più atroci di quanto avvenne più tardi nei Lager.
Lo sterminio metodico e industrializzato sulla scala dei milioni, le camere a gas tossico, i forni crematori, l’abietto sfruttamento dei cadaveri, tutto questo non si doveva sapere, ed in effetti pochi lo seppero, fino alla fine della guerra.

Per mantenere il segreto, fra le altre precauzioni, nel linguaggio ufficiale si usavano soltanto cauti e cinici eufemismi.
Non si scriveva “sterminio” ma “soluzione definitiva”, non “deportazione” ma “trasferimento”, non “uccisione col gas” ma “trattamento speciale”, e così via.

Primo Levi


Le pagine della vergogna


Bollettino di guerra.


Lutto a CAPUA. Marco muore a soli 47 anni


Shock nella frazione: uomo trovato morto in casa


Due comunità in lutto: Annalisa muore a 41 anni


TUTTE LE FOTO. Micidiale infarto uccide un’ambulante, sul posto il magistrato che deciderà…


FUgUIJ XwAA4zgR


FUgxWHjWQAMItDk


Il Karma colpisce sempre…ormai pare chiaro.


FUgwo08XsAIwr3A


Cosa avevo detto ormai nove mesi fa ?
I numeri non mentono mai.


FUjFCnYWIAAQoUi


FUjW3yTWAAEdpmd


7 2


3 3


4 4


5 6


6 4


6 5



FUlWHwzWIAAk7 P



2 4


4 5


3 4


LA FOTO. LA FESTA MALEDETTA. Muore in piazza venditore ambulante di panini


Elon, è inutile che insisti, lo sappiamo che stai dalla loro parte…


IMG 20220606 132916 721


IMG 20220606 132937 886


Altra serie “predittiva”, ma ormai non si contano più…



Le pagine della vergogna


You cannot copy content of this page