Le pagine della vergogna (325)

La gran massa dei tedeschi ignorò sempre i particolari più atroci di quanto avvenne più tardi nei Lager.
Lo sterminio metodico e industrializzato sulla scala dei milioni, le camere a gas tossico, i forni crematori, l’abietto sfruttamento dei cadaveri, tutto questo non si doveva sapere, ed in effetti pochi lo seppero, fino alla fine della guerra.

Per mantenere il segreto, fra le altre precauzioni, nel linguaggio ufficiale si usavano soltanto cauti e cinici eufemismi.
Non si scriveva “sterminio” ma “soluzione definitiva”, non “deportazione” ma “trasferimento”, non “uccisione col gas” ma “trattamento speciale”, e così via.

Primo Levi


Le pagine della vergogna


Bollettino di guerra.


Muore durante il servizio, trovato accasciato sulla panchina


6 18


7 16


9 9


FTzndOPXEAE8dNs


FT2AjpCX0AE T5v


FTzognuWAAU15du


“Il nostro sogno è ridurre la popolazione del 50% entro il 2023”.
Un po’ indietro con l’agenda, mi pare…



“Il finto virus è stato il più grande affare della storia”.
Tutto noto, ma forse sarà pure l’ultimo…



Finalmente (pochi, ancora, però) stanno comprendendo che pure la maggior parte della contro-narrativa ufficiale è contaminata alla fonte.
Questo è ciò che ho fatto notare nel mio ultimo post sul tema Vaticano, i gesuiti ed il vero potere occulto.

Il post che ha “offeso” i cattolici romani perchè ho dimostrato che è il centro del potere basato sul Male…


photo 2022 05 29 07 32 30


Le pagine della vergogna


You cannot copy content of this page