Le pagine della vergogna (311)

Pubblicato il 11 Maggio 2022 da Veronica Baker

La gran massa dei tedeschi ignorò sempre i particolari più atroci di quanto avvenne più tardi nei Lager.
Lo sterminio metodico e industrializzato sulla scala dei milioni, le camere a gas tossico, i forni crematori, l’abietto sfruttamento dei cadaveri, tutto questo non si doveva sapere, ed in effetti pochi lo seppero, fino alla fine della guerra.

Per mantenere il segreto, fra le altre precauzioni, nel linguaggio ufficiale si usavano soltanto cauti e cinici eufemismi.
Non si scriveva “sterminio” ma “soluzione definitiva”, non “deportazione” ma “trasferimento”, non “uccisione col gas” ma “trattamento speciale”, e così via.

Primo Levi


Le pagine della vergogna


Bollettino di guerra.


Frosinone. Si sente improvvisamente male al lavoro. Deceduto 53enne.


Napoli. Si spegne all’improvviso Giovanni Conte.


3 7


FSZXIeaXwAA20Ca


2 8


4 5


FSdBVGiXEAIuSP


FSeo0iEXsAAHyFN


FSe8UPjXsAAMhzv


FSewJBvWQAAo33I


FSe7723XsAQt9hq


FSewQdaWUAc2 AV


Shireen Abu Akleh, giornalista di Al Jazeera, è stata assassinata ieri a sangue freddo dalle forze di occupazione israeliane in Cisgiordania.

Silenzio assordante di tutti i media italiani nel chiedere sanzioni all’unica “democrazia” del Medio Oriente.



Oggi dal parlamento UE…”effetti surreali”…sarà mica il degrado mentale causato dai cosiddetti “vaccini” ?



I nuovi “valori” dell’UE…


12


Certo, come no…oppure solo la CIA ha l’esclusiva sui giornalisti italiani ?



Un caso di suicidio ogni giorno ?
Questa dovrebbe essere la prossima generazione di italiani ?
A riguardo, le mie riflessioni in questo post di qualche tempo.


1 3


D’altra parte, i messaggi continui del mainstream sono questi : non salvare vite innocenti, ma “essere uniti”. Del resto, da quel che si dice, le due cose sono, in effetti, “incompatibili” e va fatta una scelta…vero Grisù ?


11


Le pagine della vergogna


You cannot copy content of this page