Le pagine della vergogna (287)

Pubblicato il 15 Aprile 2022 da Veronica Baker

La gran massa dei tedeschi ignorò sempre i particolari più atroci di quanto avvenne più tardi nei Lager.
Lo sterminio metodico e industrializzato sulla scala dei milioni, le camere a gas tossico, i forni crematori, l’abietto sfruttamento dei cadaveri, tutto questo non si doveva sapere, ed in effetti pochi lo seppero, fino alla fine della guerra.

Per mantenere il segreto, fra le altre precauzioni, nel linguaggio ufficiale si usavano soltanto cauti e cinici eufemismi.
Non si scriveva “sterminio” ma “soluzione definitiva”, non “deportazione” ma “trasferimento”, non “uccisione col gas” ma “trattamento speciale”, e così via.

Primo Levi


Le pagine della vergogna


Bollettino di guerra


L’Italia sta sacrificando i suoi giovani. Malore fatale per un 23enne e un 26enne, un uomo di 45 anni muore da solo in un parcheggio


Vicenza, 46enne si schianta contro un albero e muore: ipotesi malore improvviso


Livorno. Malore in auto. Deceduto 45enne.


Al via la cosiddetta “quarta dose”. Finalità : eliminare al più presto i deboli e soprattutto gli anziani (che pesano sulle casse dell’INPS).



Ecco una fabbrica di tamponi in Cina
Sterilità, precisione e soprattutto…affidabilità.



Cinesi in fila per fare i cosiddetti “tamponi”. E’ questo il mondo in cui desiderate vivere ?



Secondo la solita psy-op Q improvvisamente sarebbero diventati noti legami fra Madre Teresa ed Anthony Fauci.
Invece (come sempre) tutto noto da più di 20 anni, almeno per chi scrive su questo portale internet.
Bastava avere letto il libro di Christopher Hitchins.




Pecore…



Reazioni avverse in aumento…ma naturalmente il perchè non lo dicono.



Le pagine della vergogna


You cannot copy content of this page