Le pagine della vergogna (281)

La gran massa dei tedeschi ignorò sempre i particolari più atroci di quanto avvenne più tardi nei Lager.
Lo sterminio metodico e industrializzato sulla scala dei milioni, le camere a gas tossico, i forni crematori, l’abietto sfruttamento dei cadaveri, tutto questo non si doveva sapere, ed in effetti pochi lo seppero, fino alla fine della guerra.

Per mantenere il segreto, fra le altre precauzioni, nel linguaggio ufficiale si usavano soltanto cauti e cinici eufemismi.
Non si scriveva “sterminio” ma “soluzione definitiva”, non “deportazione” ma “trasferimento”, non “uccisione col gas” ma “trattamento speciale”, e così via.

Primo Levi


Le pagine della vergogna


Bollettino di guerra.


Latina. 60enne ha un improvviso malore menter si reca in palestra. Inutili i soccorsi.


Addio Palma, giovane madre muore a soli 44 anni


Catania. Detenuto 57enne muore mentre sta giocando una partita di calcetto in carcere.


FPy8 9rXMAEutSU


FPy9LjyWUAISDqg


FPy80TCXEAYgqGQ


FPz7ZqKXoAIoNtq


FPy9pmSX0AMhCPs


FPzb msWUAUuGMV


FPzcd1sX0AAhXJI


FPzcpjaX0AAPPI


Morto Sergio Valentini: fu candidato sindaco di Rimini


FP1NgEdWQAgUTul


FP1I8ezXMAI0ei4


FP0ZezlXEAQYsvg


FP1 GsgWYBQhCqF


FP1 VvWUAwMzsq


FP15vupXEAAka27



FP13US4XoAoe2fh


FP14wa9WQAAwC e


FP13ehzXoAYLZrk


LUTTO. Mariano muore a 57 anni. Oggi i funerali


FP0aN3hWYAMogra


Le pagine della vergogna


You cannot copy content of this page