Le pagine della vergogna (24)

La gran massa dei tedeschi ignorò sempre i particolari più atroci di quanto avvenne più tardi nei Lager.
Lo sterminio metodico e industrializzato sulla scala dei milioni, le camere a gas tossico, i forni crematori, l’abietto sfruttamento dei cadaveri, tutto questo non si doveva sapere, ed in effetti pochi lo seppero, fino alla fine della guerra.

Per mantenere il segreto, fra le altre precauzioni, nel linguaggio ufficiale si usavano soltanto cauti e cinici eufemismi.
Non si scriveva “sterminio” ma “soluzione definitiva”, non “deportazione” ma “trasferimento”, non “uccisione col gas” ma “trattamento speciale”, e così via.

Primo Levi


Le pagine della vergogna


Miocardite dopo il “vaccino”.
Naturalmente l’ospedale compie tutti gli esami esistenti sulla faccia della terra, e poi alla fine afferma “forse potrebbe essere un effetto collaterale, ma servono conferme…”



Un’altra vittima per arresto cardiaco.



Serve una terza dose di veleno Pfizer ?
Certo, come no…



Espulso dai corsi universitari virtuali perchè “anti-vaxxer”.
La stupidità è davvero senza confine…



Il fenomeno delle braccia magnetiche non esiste ?
Sì, nel mondo distopico dei media di regime…



Le pagine della vergogna


You cannot copy content of this page