Le pagine della vergogna (239)

Pubblicato il 5 Marzo 2022 da Veronica Baker

La gran massa dei tedeschi ignorò sempre i particolari più atroci di quanto avvenne più tardi nei Lager.
Lo sterminio metodico e industrializzato sulla scala dei milioni, le camere a gas tossico, i forni crematori, l’abietto sfruttamento dei cadaveri, tutto questo non si doveva sapere, ed in effetti pochi lo seppero, fino alla fine della guerra.

Per mantenere il segreto, fra le altre precauzioni, nel linguaggio ufficiale si usavano soltanto cauti e cinici eufemismi.
Non si scriveva “sterminio” ma “soluzione definitiva”, non “deportazione” ma “trasferimento”, non “uccisione col gas” ma “trattamento speciale”, e così via.

Primo Levi


Le pagine della vergogna


Bollettino di guerra.


58ENNE RITROVATO SENZA VITA NELLA SUA ABITAZIONE DI ALVIGNANO


MORTO 60ENNE. LA FOTO. Vigili del fuoco sfondano la porta di casa per salvarlo


Calciatore italiano 19enne trovato improvvisamente morto a Miami.


Fregona, malore improvviso: muore a 67 anni Giovanni “Nino” Falsarella, papà dell’assessore alla cultura Andrea


Vicenza. Poliziotto di 41 anni ha un improvviso malore alla guida. Deceduto.








USA. Improvviso arresto cardiaco provoca il decesso immediato di un ragazzo di 15 anni nella totale indifferenza della gente, come se nulla fosse.



Austria. Malore improvviso in diretta TV.



Umorismo (amaro) riguardo il tema del momento.





You cannot copy content of this page