Le pagine della vergogna (189)

Pubblicato il 28 Gennaio 2022 da Veronica Baker

La gran massa dei tedeschi ignorò sempre i particolari più atroci di quanto avvenne più tardi nei Lager.
Lo sterminio metodico e industrializzato sulla scala dei milioni, le camere a gas tossico, i forni crematori, l’abietto sfruttamento dei cadaveri, tutto questo non si doveva sapere, ed in effetti pochi lo seppero, fino alla fine della guerra.

Per mantenere il segreto, fra le altre precauzioni, nel linguaggio ufficiale si usavano soltanto cauti e cinici eufemismi.
Non si scriveva “sterminio” ma “soluzione definitiva”, non “deportazione” ma “trasferimento”, non “uccisione col gas” ma “trattamento speciale”, e così via.

Primo Levi


Le pagine della vergogna


Germania. Mancava (solo) la ufficialità.
Il genoma del “sars-cov-2” è una pura invenzione ed esiste solo nel sistema informatico dell’OMS.
Ancora una volta ho fatto centro.

https://telegra.ph/Schriftlich-Best%C3%A4tigt-Niemand-kennt-eine-Publikation-in-der-SARS-CoV-2-bewiesen-wurde-01-17

https://telegra.ph/Schriftlich-best%C3%A4tigt—Forscher-k%C3%B6nnen-keinen-Nachweis-f%C3%BCr-ein-krankmachendes-Virus-erbringen—Teil-2-01-23

Questi due articoli sono estremamente interessanti perché gli autori hanno prima contattato più “virologi” e poi pubblicato le loro risposte.
La parte più “buffa” è leggere le risposte di questi “scienziati” che non hanno alcuna idea concreta della loro madrelingua, punteggiatura, grammatica ed ortografia.

Una vera e propria catastrofe.
Inoltre non riescono a spiegare un qualsiasi fatto semplice in modo chiaro e comprensibile.

A quanto pare è stato invertito il mondo.
Gli intelligenti asfaltano le strade e vendono gelati.
Mentre gli stupidi si fanno chiamare “scienziati”.

Due articoli (in tedesco) che fanno rimanere davvero senza parole, veramente.



Cartoni animati “complottisti”…di circa 100 anni fa.



Ecco un’altra volta gli ormai celebri “protocolli”, meglio ricordarli sempre.



Ecco ad esempio chi sta portando avanti la loro agenda.




Ed ecco altri loro alleati. Noti e meno noti (nel senso che da sempre sono spacciati invece per “amici del popolo”).








Ed infatti Donald (uno a caso fra quelli sopra) non ha mai fatto nulla per liberare Julian Assange, Chelsea Manning e Eduard Snowden (quest’ultimo fortunamente riuscito a scappare in Russia).



Attenzione, perchè siamo già piuttosto avanti con la agenda.



Nel frattempo si sono già portati avanti con il lavoro.



Le pagine della vergogna


You cannot copy content of this page