Le pagine della vergogna (161)

Pubblicato il 16 Gennaio 2022 da Veronica Baker

La gran massa dei tedeschi ignorò sempre i particolari più atroci di quanto avvenne più tardi nei Lager.
Lo sterminio metodico e industrializzato sulla scala dei milioni, le camere a gas tossico, i forni crematori, l’abietto sfruttamento dei cadaveri, tutto questo non si doveva sapere, ed in effetti pochi lo seppero, fino alla fine della guerra.

Per mantenere il segreto, fra le altre precauzioni, nel linguaggio ufficiale si usavano soltanto cauti e cinici eufemismi.
Non si scriveva “sterminio” ma “soluzione definitiva”, non “deportazione” ma “trasferimento”, non “uccisione col gas” ma “trattamento speciale”, e così via.

Primo Levi


Le pagine della vergogna


Solita carrellata di decessi giornalieri.






Quarta dose ? Ma siete imbecilli ad averne fatta una ?



Svenimento in diretta televisiva dopo la terza dose fatta il giorno prima.



Italia. Il grande inganno ha le ore contate.



Carrellata di studi arrivati oggi sulle sotanze tossiche presenti nei cosiddetti “vaccini”.




Ma la più importante è questa. : l’ANMAT, l’agenzia governativa argentina equivalente al ministero della salute italiano, ha riconosciuto che i cosiddetti “vaccini” contengono grafene.



Italia. L’inganno inizia ad essere scoperto.
Nell’ordine : “tri-vax” decide di vuotare al sacco davanti all’istituto nazionale tumori.
Borgonovo (PD) non è “fedele alla linea”.




Kill Gates : “non siamo stati bravi…” Le sue quotazioni sembrano in forte ribasso : Microsoft avvia una nuova indagine sulle accuse di molestie sessuali contro di lui e renderà pubbliche le scoperte in primavera. Lui e Fauci i capri espiatori ?



La resistenza è forte e cresce di giorno in giorno. La tirannia in Australia fallirà.



Olanda, La Polizia non gradisce il nuovo film in proiezione in tutti i cinema locali.




Le pagine della vergogna


You cannot copy content of this page